Prova video

Volkswagen ID.4 GTX: 3 lettere per ridefinire il concetto GTI. La prova video


Avatar di Dario Paolo Botta , il 13/12/21

1 mese fa - Volkswagen ID.4 GTX: come va su strada il SUV full-electric tedesco?

Per le strade di Verona al volante della Sport Utility elettrica di Wolfsburg da 299 CV. La prova video in anteprima

La sigla GTI è stata per anni sinonimo di sportività accessibile. Schiere di giovani sono cresciute con il mito di quelle tre lettere stampate sul portellone posteriore. La prima fu la Golf, nel lontano 1976, da quel momento la gamma si è evoluta, assecondando i tempi che cambiavano: dapprima è arrivata la GTD a gasolio, poi la GTE ibrida plug-in e ora è il momento della full-electric GTX. A fregiarsi del titolo di reginetta degli sprint non è però come logica vorrebbe la due volumi ID.3, bensì nuova ID.4 (qui il nostro approfondimento), che per l’occasione sbarca sul mercato con il nome di Volkswagen ID.4 GTX.

RITOCCHI ESTETICI

L'ho messa alla prova nei dintorni di Verona, per capire se l’equazione ''Gittì'' che tanto successo ha riscosso in passato, si applica anche alla propulsione elettrica. Pochi, ma sostanziali i cambiamenti rispetto a una “classica” ID.4 (qui la maratona in off-road di ID.4). Sul frontale nuova griglia a nido d’ape, tettuccio nero a contrasto ed effigie GTX riportata in prossimità dei passaruota e sul portellone posteriore. Stesso discorso per gli interni: nuovo rivestimento superiore del cruscotto di colore blu, striscia luminosa rossa lungo tutta la plancia, scritta GTX sulla razza inferiore del volante e pannelli porta più ricercati e sportiveggianti.

Volkswagen ID.4 GTX: 3/4 anteriore Volkswagen ID.4 GTX: 3/4 anteriore

DOPPIO MOTORE

Passando però al powertrain la storia cambia. Per creare lo schema 4x4, la X della sigla GTX infatti sta proprio per trazione integrale, all’anteriore è stato aggiunto un motore elettrico asincrono da 109 CV che lavora in coppia con il propulsore sincrono montato al posteriore. In questa maniera la potenza di picco balza a 299 CV, contro i 204 della versione Pro Performance RWD. Anche la coppia è aumentata di parecchio, la GTX ha dalla sua 472 Nm, circa 160 Nm in più rispetto alla Pro Performance. Numeri che parlano da soli, e che consentono a questo SUV di bruciare lo 0-100 in 6,2 secondi e di raggiungere una velocità massima di 180 km/h, nonostante il peso complessivo sia salito a 2.211 kg.

VEDI ANCHE



Volkswagen ID.4 GTX: interni Volkswagen ID.4 GTX: interni

AUTONOMIA E RICARICA

Identico anche il pacco batterie, da 77 kWh. Con un pieno, in condizioni ottimali si percorrono fino a 480 km. Appena salito a bordo, con il 98% di carica il computer mi indica che posso percorrere fino a 435 km. In generale direi che l’aggiunta del motore elettrico anteriore non incide così drammaticamente sull’autonomia, che a ben vedere resta di gran lunga più elevata dei 343 km della versione entry-level da 55 kWh Pure Performance. Anche per GTX la ricarica fast in corrente continua a una potenza massima di 125 kW consente di passare dal 20 all’80% di batteria in 35 minuti, con il pieno da una presa in corrente alternata a 11 kW che richiede circa 7 ore.

Volkswagen ID.4 GTX in carica Volkswagen ID.4 GTX in carica

IMPRESSIONI DI GUIDA

Le migliorie su nuova ID.4 GTX si traducono nelle sospensioni adattive del pacchetto Sport Plus (su richiesta), nello sterzo decisamente più diretto e nella possibilità di limitare l’intervento dell’ESP. Ho avuto l’opportunità di guidare di recente una ID.4 1ST Edition e credetemi su questa GTX la sensazione di sportività è decisamente più marcata. Intendiamoci - non si tratta di un’auto racing - e in realtà ID.4 GTX nemmeno vorrebbe esserlo. A mio parere si tratta del giusto compromesso in grado di conciliare alla perfezione la grinta che solo le elettriche sanno esprimere, con il rinomato comfort di certi SUV di fascia lata. In effetti senza forzare eccessivamente, il piacere di guida è notevole. Viaggio in assoluto silenzio, riesco a rilassarmi apprezzando le driving mode Eco e Comfort. Peccato che anche nel caso di questa GTX la frenata rigenerativa non sia regolabile, ma demandata all’elettronica di bordo, che fa comunque decelerare l’auto in maniera sempre molto delicata. A disposizione c’è pure il profilo Traction, ideale quando si viaggia su fondi sconnessi e a bassa aderenza.

Volkswagen ID.4 GTX: la prova Volkswagen ID.4 GTX: la prova

CI SI INVAGHISCE Ma è in modalità Sport che la GTX assume tutto un altro carattere. D’un colpo l’intervento del motore anteriore si fa deciso e l’auto scatta in avanti con un’ottima progressione. Si sente che la coppia a disposizione è parecchia, ciononostante l’elettronica interviene sempre in maniera molto puntuale, dosandola sapientemente fra i due assi. Lo ammetto, le sensazioni rispetto a una GTI termica sono contrastanti. Da un lato avverto che la GTX spinge con vigore, la vitalità del powertrain elettrico ridimensiona (e di parecchio) la grinta che distingue i motori a pistoni. Tuttavia il coinvolgimento è un po’ più attenuato. Sarà che forse mi manca lo scoppiettio della benzina…certe abitudini sono proprio dure a morire! L’assetto è sostenuto, risponde bene alle sollecitazioni, e in una qualche maniera riesce a tenere a bada le oltre due tonnellate della GTX, senza che l’auto si scomponga con un rollio troppo marcato. Il merito va anche al sistema elettronico a bloccaggio trasversale XDS+ che interviene puntualmente sui freni andando a simulare ciò che accade con il Torque Vectoring. Discreta la rigidità telaistica che sfrutta le già buone doti della piattaforma MEB. Lo sterzo mi colpisce, ha la consistenza giusta e fra le curve risponde con prontezza ai comandi, resistendomi un feeling appagante. Riesco a pennellare delle traiettorie pulite, anche se andando oltre il limite, la precisione va un po’ sfumando.

Volkswagen ID.4 GTX: la piattaforma MEB Volkswagen ID.4 GTX: la piattaforma MEB

VERDETTO

Insomma, ID.4 GTX è la degna erede delle storiche ''Gittì'' del passato? Dipende, dal mio punto di vista le GTI rimangono un patrimonio sacro e inviolabile (qui l'approfondimento su nuova VW Golf GTI Clubsport 45). Hanno scritto pagine memorabili ridefinendo il concetto di sportività POP e per questo restano dunque una categoria a sé stante. ID.4 GTX è l’evoluzione della specie, un modello che si affaccia con grinta e pathos al futuro. Non so dirvi quale sarà il punto d’arrivo di questa nuova idea di sportività a zero emissioni, ma se queste sono le premesse, ciò che ci aspetta sarà davvero entusiasmante. Ultima nota sul prezzo. ID.4 GTX è già disponibile con un prezzo di listino di 56.850 euro.

SCHEDA TECNICA VOLKSWAGEN ID.4 GTX

Powertrain Doppio motore elettrico
Potenza (picco) 299 CV
Coppia massima 472 Nm
Prestazioni Vel. max. 180 km/h | da 0 a 100 km/h in 6,2 secondi
Trazione Integrale 
Dimensioni 4,58  x 1,85 x 1,61 m
Passo 2,77 m
Posti 5
Massa complessiva 2.211 kg
Bagagliaio Da 543 a 1.575 litri
Batteria Ioni di litio da 77 kWh
Autonomia (misto WLTP)  480 km
Potenza max. ricarica 125 kW in DC (20-80% in 35 minuti)
Prezzo A partire da 56.850 euro

Pubblicato da Dario Paolo Botta, 13/12/2021
Tags
Gallery
Listino Volkswagen ID.4
Allestimento CV / Kw Prezzo
ID.4 ID.4 Pure Performance (52 kWh) - / - 44.950 €
ID.4 ID.4 Pro Performance (77 kWh) - / - 50.750 €
ID.4 ID.4 GTX (77 kWh) - / - 56.850 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Volkswagen ID.4 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Volkswagen ID.4
Vedi anche
Logo MotorBox