Prova video

Volkswagen ID.4: 100% elettrico, 100% Sport Utility. Video


Avatar di Dario Paolo Botta , il 17/01/22

4 giorni fa - Volkswagen ID.4: prova su strada dell'allestimento 1ST Max. Video

Spaziosa e accogliente nuova Volkswagen ID.4 abbina un carattere brillante e un confort di guida da vero SUV. Il video

Nel secondo dopoguerra a motorizzare l’Europa ci pensò il mitico Maggiolino, nel terzo millennio la rivoluzione green ha costretto Volkswagen a ripartire da zero e a ripensare da cima a fondo il modo d’intendere l’automobile. La risposta elaborata dai cervelloni di Wolfsburg è stata la nascita della sigla ID: una gamma di modelli elettrici che spazia dalla compatta ID.3 fino al SUV coupé ID.5. Volkswagen ID.4 è la secondogenita di questa famiglia allargata. Un crossover che strizza l’occhio alle famiglie - offrendo spazio a volontà - ma che non per questo sacrifica il suo carattere da vivace Sport Utility.

NUOVO CORSO

Forme robuste, frontale massiccio! Volkswagen ID.4 si presenta con un aspetto in forte rottura col lo stile VAG del passato. I riferimenti a ID.3 (qui la nostra provasono evidenti: striscia LED che corre sul cofano e griglia traforata sotto il paraurti. Lo sbalzo anteriore è ridottissimo, sotto il cofano infatti non ci sono ingombri. Il motore è sul retro, ma manca il frunk per sistemarci borse o cavi di ricarica; Peccato!  Il posteriore è più originale, con i fari coast-to-coast e il lunotto piccolo che segue la geometria discendente del tetto. Il tocco di classe arriva però con le maniglie a filo carrozzeria e con gli enormi cerchi da 21 pollici Narvik con pneumatici differenziati per i due assi. Appariscenti e vistosi non passano inosservati, ma attenzione a buche e avvallamenti, si notano più facilmente!

Volkswagen ID.4 1ST Max: 3/4 anteriore Volkswagen ID.4 1ST Max: 3/4 anteriore

UN COMODO SALOTTO

ID.4 misura 4,58 metri in lunghezza, il metro e ottantacinque in larghezza e i 161 centimetri in altezza. Sono dimensioni in linea con quelle di Volkswagen Tiguan, e di Audi Q4 e-tron, di poco inferiori a quelle di Hyundai Ioniq 5. L’abitacolo accoglie 4 passeggeri in gran scioltezza. Sul retro di spazio per testa e ginocchia ce n’è in abbondanza, anche per chi supera il metro e ottanta, con il plus del pavimento piatto e delle bocchette del clima trizona subito dietro il bracciolo centrale. La capienza del bagagliaio è notevole, si passa da 543 a 1.575 litri reclinando gli schienali. Il vano è ben sfruttabile ha un’imboccatura ampia, ma il piano di carico è un po’ affossato. Per alloggiare gli oggetti lunghi e ingombranti c’è poi l’apertura sul retro del divanetto, ottima per sistemarci scii e quant’altro. Rispetto a ID.3, gli interni di ID.4 mi appaiano fin da subito più ricercati. La plastica rigida che sulla hatchback era abbondante, qui ha lasciato il posto a simil-pelle e materiali soffici. Un po’ di economia la si ritrova solo nella parte bassa dei pannelli porta e nei tasti degli alzacristalli, che sono solo due e comandano anche i vetri della seconda fila.

Volkswagen ID.4 1ST Max: interni Volkswagen ID.4 1ST Max: interni

VEDI ANCHE



COMANDI A SFIORAMENTO

Ben riuscita la penisola centrale con tanti vani portaoggetti e tappetino a induzione per lo smartphone. Lascia una discreta libertà di movimento alle gambe di chi guida. A bordo di questa 1ST Max ci sono anche il tetto panoramico ad apertura elettrica e l’efficientissimo Climatronic 3 zone, che adegua la temperatura in un batter d’occhio! Mi convince il layout della plancia, ho tutto a portata di mano e il display principale da 12 pollici a sbalzo è orientato verso il guidatore, mi aiuta a staccare lo sguardo il meno possibile dalla strada. Un po’ meno funzionale la logica che gestisce il sistema d’infotainment. Comandi del clima, volume della radio e tasti al volante sono infatti tutti a sfioramento: per un millennial è una figata assurda ma per qualche boomer la cosa può risultare un tantino complicata. Io preferisco usare i comandi vocali, la risposta dell’assistente virtuale è sempre rapida e senza tentennamenti. Minimal il quadro strumenti, è da 5,3 pollici e riporta in maniera spartana le principali indicazioni di marcia ed è coadiuvato da un Head-Up Display con realtà aumentata. In posizione insolita al fianco dello schermo, il selettore di marcia.

Volkswagen ID.4 1ST Max: la plancia Volkswagen ID.4 1ST Max: la plancia

IL MOTORE STA DIETRO

Il powertrain di Volkswagen ID.4 1ST Max conta su motore elettrico posteriore in grado di sviluppare una potenza di picco di 204 CV e 310 Nm di coppia. La velocità massima è di 160 km/h, mentre lo 0-100 è coperto in 8,5 secondi. La modularità della piattaforma MEB ha consentito di ''spalmare'' la batteria da 77 kWh lungo tutto il pianale, ribassando così il baricentro. Quest’ultima garantisce un’autonomia complessiva ottimale di oltre 500 km nel ciclo WLTP. Nel mio caso, con la batteria al 95% il computer di bordo mi indica che posso percorrere all’incirca 435 chilometri. Con il clima che impostato a 21,5° si succhia all’istante 1,35 kW/h. Le ricariche fast in corrente continua alle colonnine Ionity da 125 kW consentono di passare dal 20 all’80% di batteria in circa 35 minuti (qui l'approfondimento sulla ricarica). Da una presa di corrente alternata da 11 kW invece per il pieno tocca aspettare più o meno 7 ore.

Volkswagen ID.4 1ST Max: cosa c'è sotto il vestito? Volkswagen ID.4 1ST Max: cosa c'è sotto il vestito?

IMPRESSIONI DI GUIDA

Al posto di guida sono a mio agio, i sedili si regolano elettricamente e mi consentono di trovare fin da subito la giusta triangolazione fra pedaliera, seduta e volante. Le imbottiture ergonomiche sono abbastanza contenitive, ma ciò che più mi colpisce sono i grandi specchi laterali. Le dimensioni generose mi aiutano a prendere subito le misure alla ID.4 nelle manovre impegnative. Nonostante la coppia sia poderosa, l’erogazione risulta molto delicata. Nelle ripartenze lo spunto è rapido e scattante, ma non è così fulminante da incollarti al sedile. È fuor di dubbio che ID.4 nasca per assecondare uno stile di guida rilassato e progressivo. Tuttavia se seleziono la modalità di guida Sport, la spinta si fa più decisa e l’auto riacquista vitalità. Durante la prova scelgo però il profilo Eco. La frenata rigenerativa non è regolabile e interviene sempre senza dare strattoni o colpi bruschi, nel complesso è abbastanza modulabile nonostante i freni posteriori a tamburo.

Volkswagen ID.4 1ST Max per le strade di Milano Volkswagen ID.4 1ST Max per le strade di Milano

GUIDA RELAX La dote più spiccata di ID.4 è senza dubbio il comfort. La silenziosità a bordo è sensazionale! Viaggiando in souplesse apprezzo anche sospensioni morbide che filtrano egregiamente le imperfezioni. Lo sterzo invece mi sembra un tantino leggero, ma è più che dignitoso per districarsi nel centro città. D’altro canto quando alzo il ritmo, ID.4 non si rivela una campionessa di agilità, il rollio si sente, ma penso che sia comunque il giusto dazio da pagare per un’auto che sulla bilancia supera agevolmente le due tonnellate. I consumi si rivelano coerenti con i dati forniti da Volkswagen: 20,9 kWh/100 km in città, 25,8 kWh/100 km a 130 orari in autostrada e 21,9 kWh/100 km nel misto. Come prevedibile la città si rivela il terreno di caccia di un’elettrica come ID.4.

Volkswagen ID.4 1ST Max: la prova Volkswagen ID.4 1ST Max: la prova

ADAS, VERSIONI E PREZZI

La suite di sistemi di assistenza alla guida è completa e funzionale, su questa versione 1ST Max ho a disposizione: l’Adaptive Cruise Control, la frenata automatica d’emergenza, il Lane Assist, il monitoraggio angolo cieco, il riconoscimento segnaletica stradale e i sensori con telecamera anteriore/posteriore di parcheggio. Volkswagen ID.4 1ST e 1ST Max sono disponibili solo da stock, con la versione in prova che vale 59.100 euro. Il listino ID.4 attualmente prevede gli allestimenti Pure Performance da 43.800 euro, Pro Performance da 49.900 euro e la top di gamma GTX (qui la nostra prova) da 55.500 euro.

Volkswagen ID.4 1ST Max: nulla sotto il cofano! Volkswagen ID.4 1ST Max: nulla sotto il cofano!

VOLKSWAGEN ID.4 1ST MAX 77 KWH

Powertrain Motore elettrico sincrono a magneti permanenti posteriore 
Potenza (picco) 204 CV
Coppia massima 310 Nm
Prestazioni Vel. max. 160 km/h | da 0 a 100 km/h in 8,5 secondi
Trazione Posteriore
Dimensioni 4,58  x 1,85 x 1,61 m
Passo 2,77 m
Posti 5
Massa complessiva 2.124 kg
Bagagliaio Da 543 a 1.575 litri
Batteria Ioni di litio da 77 kWh
Autonomia (misto WLTP)  520 km
Potenza max. ricarica 125 kW in DC (20-80% in 35 minuti)
Prezzo Solo esemplari in stock

Pubblicato da Dario Paolo Botta, 17/01/2022
Tags
Gallery
Listino Volkswagen ID.4
Allestimento CV / Kw Prezzo
ID.4 ID.4 Pure Performance (52 kWh) - / - 44.950 €
ID.4 ID.4 Pro Performance (77 kWh) - / - 50.750 €
ID.4 ID.4 GTX (77 kWh) - / - 56.850 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Volkswagen ID.4 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Volkswagen ID.4
Vedi anche
Logo MotorBox