Autore:
Luca Cereda

TRANCHANT Bye-bye diesel. Solo benzina e solo turbo. Il restyling di metà carriera della Suzuki Vitara di quarta generazione, su strada dal 2015, comincia sotto il cofano. Con una scelta radicale nella gamma motori, che rinuncia alle versioni a gasolio spinte dal 1.6 Multijet fornito da Fiat, aprendo, in compenso, all'arrivo di un piccolo 1.0 tre cilindri turbo da 112 cv e 170 Nm al posto del vecchio 1.6 aspirato.

IN TUTTE LE SALSE Tutto questo non cambia l'indole della Vitara, da sempre piuttosto versatile. Da un lato SUV urbano, nelle sue declinazioni a due ruote motrici. Dall'altro piccola tuttofare nelle varianti 4WD, sia con il piccolo 1.0 Boosterjet sia con il più performante 1.4 da 140 cv. Trazione integrale e cambio automatico si possono avere in tutte le versioni di motore e allestimento: una libertà di scelta che non tutti i SUV compatti, ancora oggi, offrono. La Vitara 2019 si può ordinare anche a GPL, con impianto installato aftermarket da BRC.

SEGNI PARTICOLARI Il motore è il cuore della novità. Tuttavia, non si parlerebbe di restyling se non ci fosse anche un aggiornamento estetico, per quanto lieve. Una nuova Vitara si riconosce dalla mascherina a listelli verticali, corti e cromati. Cambia anche la parte centrale del paraurti anteriore e il baffetto cromato che incornicia luci diurne e fendinebbia. Dietro, invece, ecco luci a effetto 3D. E grazie ai LED, la firma luminosa della Vitara diventa più riconoscibile.

Suzuki Vitara 2019 1.0 Boosterjet

GLI INTERNI Passando all'interno dell'auto la filosofia resta sempre la stessa: pochi fronzoli, si bada al sodo. Le plastiche sono solide, ma per lo più dure. Eppure in qualche dettaglio si scorge l'intento di nobilitare l'abitacolo della Vitara, soprattutto in questo allestimento Starview, che è il più completo e rifinito. Qualche esempio? I sedili in pelle scamosciata, la modanatura centrale argentata, gli inserti in tessuto dei pannelli porta. La strumentazione è più moderna, con un piccolo schermo a colori da 4,2 pollici. L'infotainment, compatibile con Apple Carplay, Android Auto e Mirror Link, è lo stesso di prima: ha uno schermo touch da 7'', una grafica semplice e chiara, ma il software non funziona sempre in modo fluido. C'è di buono, però, che questo sistema è di serie su tutte le Vitara, così come la telecamera di retromarcia.

COME SI STA Restando nell'abitacolo, la regolazione a scatti dello schienale del sedile guida è un po' macchinosa, l'abitabilità discreta. Ok lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori, tranne al centro dove il tunnel della trasmissione ruba qualcosa. Non abbondano, invece, i centimetri sopra la testa: chi è alto più di 1,80 metri potrebbe patire la presenza del tetto panoramico, di serie su una Vitara Starview come questa. Quanto al bagagliaio, che va da 375 a 1120 litri, i valori non cambiano con il restyling. E complessivamente non ci si può lamentare della capienza, per un SUV lungo solo 4,17 metri e largo 1,77.

Suzuki Vitara 2019: gli interni

COME VA Su strada il nuovo 1.0 Boosterjet porta un maggiore spunto e in generale una guida più rotonda alle andature cittadine rispetto al vecchio 1.6 benzina aspirato. 112 cv non sono tantissimi, eppure a tratti riescono a sembrare di più. Il motivo? La Vitara, come tutte le Suzuki, non pesa molto: 1230 chili in questa versione a trazione integrale e ben allestita.

MANO LESTA Il millino ha una discreta spinta ai bassi e un allungo non male, per un turbo. Mettete in Sport, se volete più prontezza. In ogni caso, questo tre cilindri vibra poco ed è rumoroso solo in piena accelerazione. Si abbina a un cambio manuale a cinque marce che ha rapporti abbastanza lunghi e innesti facili. Fortunatamente, mi vien da dire, perché va usato spesso: a velocità basse e marce alte, la Vitara con il mille fatica a riprendere verve se non si scala. Se non vi piace smanettare, c'è sempre la versione con l'automatico a sei rapporti.

INTEGRALE ON DEMAND Bene i consumi: entrando e uscendo dai centri urbani ho registrato percorrenze medie di 13, anche 14 km con un litro. In questo senso non deve spaventare la presenza del 4WD Allgrip. Aggiunge oltre 2.000 euro al prezzo, è vero, ma su strada ha un funzionamento intelligente, basato su un giunto a controllo elettronico. Viaggiando in “Auto”, la centralina privilegia l'economia nei consumi: quindi la Vitara va a due ruote motrici finché l'ESP non rileva uno slittamento, che chiama in causa quattro ruote motrici. Su neve e ghiaccio, invece, il SUV compatto va di default in modalità 4WD. E con il tasto Lock si può bloccare il giunto in modo da spartire la coppia erogata alla pari tra i due assi, per affrontare i passaggi più impegnativi.

Suzuki Vitara 2019 1.0 benzina: la prova su strada

ALZA IL QI Silenziosa nel traffico - meno a velocità autostradali - e tendente al comfort nel molleggio, per non patire troppo gli effetti di buche e dossi in città, la nuova Vitara è stata infarcita di tecnologie per la guida semiautonoma, i cosiddetti ADAS. Radar con tecnologia laser, combinati alla telecamera monoculare, fanno funzionare la frenata automatica d'emergenza con riconoscimento del pedone. Alla quale si aggiungono l'avviso di abbandono involontario della carreggiata, il monitoraggio dell'angolo cieco, il sensore di stanchezza, la lettura dei segnali stradali e un avviso di pericolo in manovra, funzionante in retromarcia fino alla velocità di 8 km/h. Il cruise control è anche adattativo e nelle Vitara automatiche ha anche la funzione Stop&Go, preziosa nella marcia in colonna.

PREZZI E PROMO Tutti questi sistemi di sicurezza sono di serie a partire dagli allestimenti appena sopra il base, cioè una Vitara 2WD Cool, manuale o automatica che sia. I prezzi? Salvo promozioni in atto, si parte appena sotto i 21.000 euro di listino e da poco più di 26.600 euro per un esemplare come questo: una Vitara 1.0 Boosterjet Starview 4WD. Il cambio automatico aggiunge 1.500 euro al conto, il GPL 1.700 euro e il Bicolor 1.300 euro. Fino al 31 gennaio è in vigore una promozione che sforbicia il preventivo di oltre 3.000 euro.


TAGS: suzuki vitara 2019 prove su strada 2019