Autore:
Lorenzo Centenari

DEMOCRAZIA Non c'è due senza tre, e così a ruota di Nissan Qashqai, dopo inoltre che Renault Scénic aveva in estate inaugurato la rassegna, anche Dacia Duster riceve come omaggio il nuovo 1.3 TCe turbo benzina. Le logiche di Alleanza non fanno figli e figliastri: che Duster sia il socio "povero" della gamma crossover del Gruppo Renaut-Nissan, non significa non meriti di viaggiare con le più moderne tecnologie.

QUATTRO PER DUE Proprio come per Qashqai, anche sul Suv value for money il nuovo 4 cilindri a iniezione diretta sovralimentato (un gioiello di termodinamica che fa dell'efficienza una missione) si divide in due livelli di potenza, 130 cv a 5.000 giri (240 Nm di coppia) e 150 cv a 5.250 giri (250 Nm). Per due mini-turbo, a casa Dacia non c'è spazio: in soffitta il "vecchio" 1.2 TCe a 3 cilindri, sempre al suo posto invece l'aspirato 1.6 SCe, abbinato anche all'alimentazione GPL.

TURBO INTEGRALE In concessionaria probabilmente già entro la fine di ottobre, nuova Dacia Duster 1.3 TCe esisterà inizialmente solo in configurazione 4x2. A partire dalla metà del 2019 sarà invece possibile associarla anche alla trazione 4x4. La premiére? Al Salone di Parigiça va sans dire.


TAGS: dacia duster parigi 2018 dacia parigi 2018 dacia duster 1.3 TCe