Porsche Taycan Sport Turismo 4S e Turbo S: opinioni dopo la prova
Prova su strada

Porsche Taycan Sport Turismo, In Nomen Veritas. Ne provo due gusti


Avatar di Mario Cornicchia , il 17/07/22

4 settimane fa - Tanto veloce, quanto riposante. Al volante della 4S e della Turbo S

Tanto veloce (velocissima), quanto riposante. E pazienza se anziché il sound del "flat six"... Al volante della 4S e della Turbo S

Le Porsche sono da sempre le sportive per tutti i giorni, sono sempre state affidabili e anche adatte a far divertire tutti i giorni, anche quando le altre sportive dovevano spesso ricorrere al meccanico, o il loro pilota all’osteopata. La Porsche Taycan Sport Turismo ha questa propensione già nel nome, tanto Sport e anche altrettanto Turismo. La trazione elettrica esalta lo Sport ma, viaggiando nel silenzio, esalta ancora di più l’aspetto Turismo. E poi, con il portellone da wagon sportiva si presta anche ad accompagnare in tante occasioni in cui la Taycan sedan si deve fermare. Per esempio, se volete caricare una bicicletta o partire per lunghe vacanze, la Sport Turismo rende le cose un poco più facili. Più di così c’è la sorella più avventurosa, la Cross Turismo, adatta anche ad affrontare sterrati con più tranquillità.

Porsche Taycan Sport Turismo, nomen omen Porsche Taycan Sport Turismo, nomen omen

PRIMO: LA CAPACITÀ DI CARICO

Non vi aspettate però un bagagliaio da vera wagon, è profondo ma abbastanza basso, in compenso ha un vano sotto al piano per riporre i cavi, così lo spazio si sfrutta al 100% al contrario di altre elettriche che ingombrano di cavi il bagagliaio. Ha un volume dichiarato va da 405 a 446 litri a seconda del tipo di batteria, da 1.171 a 1.212 litri con i soli posti anteriori operativi, a cui si aggiungono gli 84 litri che, come per tutte le Taycan, sono disponibili sotto al cofano anteriore.

Un bagagliaio da wagon. O quasi Un bagagliaio da wagon. O quasi

TAYCAN SPORT TURISMO FAMILY

La Taycan Sport Turismo è una variante di carrozzeria e offre tutte le declinazioni di potenza e capacità delle batterie comuni a tutte le Taycan. Si parte dal modello entry level, con potenza fino a 408 CV, per 0-100 km/h in 5,4 secondi e 230 km/h di velocità massima, l’unica con la sola trazione posteriore e autonomia dichiarata nel ciclo WLTP da 358 a 562 km a seconda del tipo di batterie. Per Taycan 4S Sport Turismo, fino a 530 CV per lo 0-100 in 4 secondi e 250 km/h, autonomia da 358 a 603 km. Per passare poi a Taycan GTS Sport Turismo, fino a 598 CV per lo 0-100 in 3,7” e 250 km, autonomia da 424 a 615 km. Fino a Taycan Turbo Sport Turismo, fino a 680 CV per lo 0-100 in 3,2” e 260 km/h, autonomia da 424 a 619 km, e al super bombardone Taycan Turbo S Sport Turismo, con 761 CV per 0-100 in 2,8” e 260 km/h, autonomia da 430 a 564 km.

Porsche Taycan Sport Turismo: quale gusto preferisci? Porsche Taycan Sport Turismo: quale gusto preferisci?

TAYCAN SPORT TURISMO DAL DI DENTRO

Con questi numeri di potenza e valori di coppia massima da 345 a 1.050 Nm, la Taycan Sport Turismo si merita una posizione di guida che riproduce quella della 911: una 911 con più spazio, cinque posti e un bagagliaio con portellone. Si sta comodi, sdraiati ma non troppo, con il bel cruscottino digitale che riproduce la forma dei classici cinque strumenti della 911. I comandi sul tunnel centrale sono tutti touch e, oltre ai portabottiglie, non ci sono altri vani e vaschette. E lo smartphone dove lo metto? C’è uno spazio nel bracciolo centrale con ricarica a induzione: lo lasciate lì dentro e ve ne dimenticate una volta collegato all’auto, anche Android Auto e Apple Car Play si collegano wireless. E non vi distraete.

Porsche Taycan Sport Turismo: gli interni Porsche Taycan Sport Turismo: gli interni

STEREO DISPLAY Il pulsante di accensione è a sinistra del volante come su tutte le Porsche, eredità delle 24 Ore di Le Mans con partenza in corsa (del pilota), mentre a destra, per selezionare le marce (o, meglio, la direzione di marcia) c’è una strana levetta sulla plancia per selezionare D, N o R, affiancata dal pulsante P per la posizione Parking. Sulla plancia, i display per l’infotainment sono due, uno al centro e uno davanti al passeggero, così può collaborare più facilmente, per esempio nella gestione del navigatore o nella scelta della musica, per informarsi sul meteo o per visualizzare velocità e accelerazione.   

ENGINES: START

Su tutte le Porsche, per prima cosa premo il pulsante che apre lo scarico sportivo, anche prima di avviare il motore. Forse, però, non attiverei il sound elettronico della Taycan con la stessa frequenza. È come se un V8 suonasse in un tubo, con eco elettronica che non sempre appaga. Quando premo a fondo, il sound cambia e diventa quello di un’astronave aliena. Meglio quattro bei tubi di scarico veri.

Piace il sound elettronico? Dipende.. Piace il sound elettronico? Dipende..

DUE FACCE Sportività analogica e digitale, sono ormai due modi di guidare che raggiungono il medesimo risultato, prestazioni e divertimento, ma in maniera differente. La prima, quella a cui siamo stati abituati finora, ha tra i fondamentali una colonna sonora fatta da scarichi ben accordati e da un comportamento del motore non lineare, un vero e proprio carattere che bisogna capire per ottenere il massimo. La seconda è invece la sportività silenziosa, con il motore, o i motori, che sono sempre pronti a dare il massimo, sempre e comunque. Mi chiedo, se da bambini giocavamo con le automobiline imitando il rumore del motore che entra in coppia, i bambini di domani giocheranno con le automobiline sibilando come gatti infuriati?

VEDI ANCHE



AL VOLANTE DELLA TURBO S

Provando la Porsche Taycan Sport Turismo mi sono immedesimato nel Porscista moderno ed elettrificato, quello che la sua Porsche la usa tutti i giorni e percorre tanti chilometri. Della sportiva, alla Taycan non manca assolutamente nulla, anzi, i suoi numeri fanno impallidire le sue sorelle a benzina con cofani pieni di tubi, cilindri e turbine. La Taycan Sport Turismo Turbo S ha 760 cavalli e 1000 Nm di coppia, accelera da 0 a 100 in 2,6 secondi, what else? Sì va veloci, anzi velocissimi, se appena si preme un poco di più sull’acceleratore. Non ha il rombo del sei cilindri boxer, non produce il benefico frullare della 911? Dalla sua, però, ha prestazioni silenziose e se, chilometro dopo chilometro, le sue batterie si scaricano, quelle di chi ospita si scaricano meno grazie al suo comfort silenzioso. Quale sportività preferisco? Sound e carattere di un bel motore termico producono sempre delle belle vibrazioni che fanno bene allo spirito, mi gratificano come una carezza, la sportività silenziosa mi diverte molto e, devo dire, non stanca.

Porsche Taycan Sport Turismo Turbo S: 760 cv Porsche Taycan Sport Turismo Turbo S: 760 cv

G-TEST Bassa, con il baricentro tenuto ancora più in basso dalle batterie, la Taycan Turbo S Sport Turismo sembra l'auto di Automan quando affronto le curve, precisissima e capace di curvare con tanti g laterali da schiacciare la faccia dell’ospite sul finestrino. Provo a utilizzare una rotonda come uno steering pad, continuando ad accelerare per vedere quando il muso inizia a tendere all’esterno: a un certo punto dichiaro vincitrice la Taycan, insistendo oltre avrei superato i limiti di sicurezza su strada.

GRANDE, GROSSA E AGILE La Taycan Turbo S Sport Turismo è lunga 496 centimetri e pesa 2.400 kg a vuoto. Già, proprio l’ideale sulle strade della Sardegna, penserete. Su queste strade sembra più corta e più leggera, non perde mai il filo della corda in curva e anche sulle curve più strette è agilissima, sembra che abbia quattro ruote sterzanti. Anche in manovra sembra che sterzino tutte e quattro le ruote: senza un grande motore termico tra le ruote anteriori, Taycan si può permettere un raggio di sterzata minimo in rapporto alle dimensioni che mi ha consentito di fare inversione su una stretta sterrata sarda.

TENETEVI FORTE A proposito di g, dopo tante auto provate, sportive e supersportive, non mi era mai capitato che il mio passeggero, in piena (ma non pienissima) accelerazione, arrivasse a sollevare addirittura le gambe. È una accelerazione a cui non siamo (ancora) abituati, quella della Taycan Turbo S Sport Turismo: è immediata come una esplosione, ed è una esplosione silenziosa, non c’è un rombo che ci avverte, come un lampo ci avvisa del tuono imminente. Sport nel suo nome è ampiamente giustificato.

Taycan Turbo S, l'accelerazione è da elettroshock Taycan Turbo S, l'accelerazione è da elettroshock

COMFORT PORSCHE Anche Turismo trova piena giustificazione. Del silenzio che regna in abitacolo ve ne ho già parlato, si va veloci in silenzio, con il rumore di rotolamento delle supergomme e dell’aerodinamica come colonna sonora. Rimango sempre stupito, poi, da come le sospensioni adattive PASM cambino lo scenario al tocco di un pulsante (rigorosamente touch, sul cruscottino, a destra degli strumenti). La regolazione Sport e, ancor più la regolazione Sport Plus, creano quasi una sensazione tattile con la strada, si percepiscono tutte le irregolarità quasi le si toccassero con mano. Comfort, al contrario, le smorza completamente, malgrado le supergomme super ribassate.

AL VOLANTE DELLA 4S

Porsche Taycan Sport Turismo 4S: pur sempre 490 cv Porsche Taycan Sport Turismo 4S: pur sempre 490 cv

La Turbo S è un attrezzo esagerato, anche nel prezzo, voglio provare anche la Taycan 4S Sport Turismo, che credo sia il giusto compromesso tra prestazioni, trazione e prezzo di acquisto. 490 cavalli (571 con l’overboost del Launch Control) e 650 Nm con la batteria Performance Plus, mi sembra anche più di un buon compromesso. Anzi, la Taycan 4S perde davvero poco delle sensazioni che ho provato al volante della Taycan Turbo S: l’accelerazione rimane impressionante (non avevo la stessa cavia a disposizione per verificare il sollevamento delle gambe in accelerazione), la prontezza e la guidabilità pure. La vera differenza la trovo quando mi presento prima delle curve e devo frenare. Certo, la Turbo S aveva i freni carboceramici…

CAPITOLO AUTONOMIA

La Taycan Sport Turismo è una vera Porsche in tutto e per tutto, ma elettrica. È una differente filosofia di guida sportiva, digitale e non analogica, con i limiti odierni che hanno tutte le auto spinte dalle sole batterie. A partire dalle ricariche, grande ostacolo oggi al divertimento elettrico che rende meno spensierato premere sul gas (anche l’attuale prezzo della benzina, comunque, oggi può costituire un freno). Uno Sport e un Turismo che devono fare i conti con una programmazione degli spostamenti. È vero che Taycan è pronta a ricevere una carica in corrente continua fino a 270 kW che le consente di ricaricarsi dal 5 all’80% a 50 kW in 93 minuti, o di ottenere 100 km di autonomia in 5 minuti. Ma, se si rimane a secco, non basta una tanichetta per tornare a casa. Per evitare questa spiacevole evenienza vengono in aiuto il Porsche Intelligent Range Planner, che ottimizza tutti i parametri di viaggio, dal climatizzatore ai limiti di velocità, e il Charging Planner, che pianifica le soste lungo l’itinerario.

Ricarica, un pensiero che non ti abbandona mai Ricarica, un pensiero che non ti abbandona mai

VENIAMO AI PREZZI

Tra la Taycan Sport Turismo entry level e la Turbo S la differenza supera i 100.000 euro, con prezzi a partire rispettivamente da 91.230 euro e da 193.520 euro. Per una Taycan 4S Sport Turismo i prezzi partono da 111.650 euro, da 138.207 euro per la GTS e da 159.360 euro per la Turbo. Questi sono i prezzi base, con accessori estetici, funzionali e prestazionali, oltre alla scelta di differenti pacchi batteria, il prezzo può variare molto.


Pubblicato da Mario Cornicchia, 17/07/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox