Pubblicato il 11/11/20

CUPRA FORMENTOR, CHI È, E COME VA

Se soltanto azzardi a pronunciare la frase proibita, se soltanto affermi che Cupra Formentor è un SUV coupé che nasce da una costola di Seat, lei semplicemente non ti fa manco salire a bordo. Ci ero cascato pure io, all'inizio. Ma ora che con Formentor ho appuntamento, mi guarderò bene dall'esprimere giudizi che si basino sulle mie Cupra-conoscenze, a quanto pare inutili. Perché in realtà, nessuno ancora la conosce, Formentor, tranne chi l'ha pensata, progettata, costruita. Nessuno la conosce, perché solo ieri l'altro, il marchio Cupra nemmeno esisteva. Poi nel 2018 l'operazione più coraggiosa nella quale, in tempi come questi, il Gruppo Volkswagen potesse avventurarsi. Cioè la creazione, da zero, di un brand tutto nuovo. Di lingua spagnola come Seat, ma dall'identità completamente separata. Dopo i ricognitori Cupra Ateca e Cupra Leon, Formentor primo modello nativo di una marca che è già trendy ancora prima che aprano i negozi a tema (o Cupra Garage). È il gran giorno della prova e sono emozionato come se cenassi insieme a una fotomodella (vuoi vedere il video? Clicca qui). Si è tirata a lucido, la star: Formentor 2.0 TSI 4Drive DSG 310 cv, allestimento VZ. Prima di prenderla per mano, un po' di eye contact...

CUPRA FORMENTOR: GLI ESTERNI

CAPI ORIGINALI Arriva a passo svelto da lontano, il primo lato che mi mostra è il lato A, cioè il frontale. In effetti i parallelismi estetici coi SUV più anziani di Volkswagen Group, per quanto esistano, sorgono deboli, non sono poi così immediati. Formentor un SUV coupé 100% nuovo, che in comune con altri modelli Seat, Volkswagen, Skoda e Audi ha solo la piattaforma modulare (MQB Evo). Le dimensioni? Da C-SUV, cioè SUV taglia M in senso stretto. 4,45 metri di lunghezza, 1,84 metri di larghezza, 1,52 metri di altezza. Il suo sguardo ti trafigge al primo istante: fari a LED ultraespressivi, la calandra esagonale con reticolato a maglie larghe, presa d'aria larga quanto il cofano motore. Che è pulito e longilineo, ma anche muscolare. Un effetto ottico al quale contribuisce in larga parte l'affascinante tinta opaca Petrol Blue, un colore esclusivo che dell'esperienza Formentor è parte integrante.

NOMEN OMEN Spendo due parole per il logo Cupra: rappresenta due C incrociate, si ispira alla simbologia dei popoli tribali ed esprime il senso di appartenenza ad un vero e proprio clan. Il colore Cup Copper, una sfumatura del rame, è invece un messaggio di ricercatezza e cura dei particolari. Il nome Formentor? Come il pittoresco promontorio sull'isola di Maiorca. Riprendiamo l'esplorazione.

SUV+COUPÈ La fiancata corre via fluida (sexy i cerchi in lega da 19 pollici Sport Black Matt) e si sviluppa attorno alle direttrici classiche dei SUV coupé, ovvero tetto dolcemente discendente (e con mini-alettone, of course) e linea di cintura, viceversa, che si impenna e che con la cornice superiore dei cristalli va come ad intersecarsi. La soluzione dei gruppi ottici di coda orizzontali ''coast-to-coast'' è una soluzione sempre più collaudata, ma che Formentor interpreta anche in questo caso in modo personale. Il design sportivo è infine completato, in basso, dall’estrattore integrato con 4 terminali di scarico.

CUPRA FORMENTOR: GLI INTERNI

La Formentor in prestito è in allestimento top di gamma VZ, sigla che sta per Veloz. E una volta a bordo, vengo avvolto da un ambiente e colpito da dettagli che solo i SUV ad alte prestazioni hanno l'audacia di mostrare: sedili sportivi avvolgenti, volante racing con pulsante di avviamento e selezione della modalità di guida Cupra integrati, touchscreen panoramico da 12 pollici incernierato a sbalzo con sistema di navigazione, radio DAB, connessione wireless, piastra per ricarica a induzione dello smartphone, app dedicate e comandi vocali (''Hola Hola'' la parola d'ordine), inoltre quadro strumenti interamente digitale con display TFT da 10,25 pollici (Cupra Virtual Cockpit), plancia in tonalità Petrol Blue con doppie impunture color rame. La qualità dei materiali è elevata e sfiora standard premium. Le scelte stilistiche, in generale, sofisticate e originali, vedi ad esempio le finiture in alluminio dark. L’illuminazione interna ''smart wraparound'', con le sue vivaci combinazioni cromatiche, completa un arredamento nel contempo sportiveggiante, ma anche elegante. Per la categoria, lo spazio è buono sia davanti, sia in seconda fila (il passo è di 2,68 metri), mentre il bagagliaio misura 450 litri. La soglia di carico è però un po' stretta e fa scalino.

CUPRA FORMENTOR: MOTORE E TRASMISSIONE

Il 2.0 TSI turbo benzina da 310 cv è il propulsore di lancio, tuttavia Cupra Formentor è già ordinabile anche equipaggiata col più tranquillo 1.5 TSI da 150 cv. Ma torniamo al nostro gioiellino: rappresenta la quarta generazione del due litri turbo by Volkswagen, e rispetto all'edizione precedente è stato aggiornato sotto vari aspetti. L’impianto di sovralimentazione introduce un nuovo turbocompressore e un nuovo circuito di ricircolo dei gas di scarico, mentre anche il sistema di iniezione diretta si avvale ora di una nuova pompa ad alta pressione in grado di raggiungere i 350 bar. In termini pratici: accelerazione 0-100 km/h in 4,9 secondi, accelerazione 0-1.000 metri in 24,5 secondi, velocità massima di 250 km/h. Alla faccia del carattere sportivo: qui si sfiorano i valori di una supercar. Il cambio automatico doppia frizione DSG a 7 rapporti passa alla tecnologia shift-by-wire: significa che il selettore delle marce non è collegato meccanicamente al cambio, ma è comandato da impulsi elettronici. Il motore top di gamma è inoltre dotato della trazione integrale 4Drive, un sistema che trasmette la coppia motrice alle ruote posteriori quando necessario, ovviamente in modo completamente automatico.

CUPRA FORMENTOR: L'ALLESTIMENTO TOP DI GAMMA

L'equipaggiamento standard, al momento solo su Formentor 1.5 TSI, include - tra le altre dotazioni - cerchi in lega da 18 pollici, indicatori di direzione posteriori dinamici, vetri posteriori oscurati, clima trizona, display capacitivo da 10 pollici (senza navigatore), e tra i sistemi di assistenza alla guida, Adaptive Cruise Control, frenata di emergenza (Front Assist), abbaglianti automatici (High Beam Assist), mantenimento attivo di corsia (Lane Assist), sensori di parcheggio posteriori e il differenziale elettronico XDS. Formentor 2.0 TSI è invece associata esclusivamente all'allestimento VZ: di serie, e al netto di accessori già citati, la pedaliera in alluminio, lo sterzo progressivo, e poi Dynamic Chassis Control, Park Assist (sensori anteriori e posteriori e retrocamera), Adaptive Cruise Control predittivo, Exit Warning (avvisatore acustico e luminoso all’uscita dalla vettura, in caso di pericolo), Exit Assist (avvisatore acustico e frenata di emergenza in caso di pericolo all’uscita dal parcheggio), Lane Assist plus con mantenimento del centro corsia, Side Assist con Blind Spot Detection, Traffic Sign Recognition e Traffic Jam Assist (Adaptive Cruise Control + Lane Assist Plus). Ciliegina sulla torta, il braccialetto e la cover per chiave in fibra di carbonio.

CUPRA FORMENTOR: IL PREZZO

In attesa di introdurre, nel 2021, la gamma completa di motorizzazioni, che includerà nuovi propulsori benzina (2.0 TSI da 204 cv e 245 cv), diesel (2.0 TDI 150 cv) e ibridi plug-in (1.4 TSI e-Hybrid da 190 cv o 245 cv), il listino di Cupra Formentor VZ con motore 2.0 TSI 310 cv DSG 4Drive parte da 46.250 euro chiavi in mano. Programma finanziario con rate da 429 euro al mese. Dedicata ai clienti business con partita IVA, invece, la formula del noleggio a lungo termine: rate da 469 euro al mese. Ancora in vendita anche Cupra Formentor VZ Launch Edition (49.500 euro), riservata tuttavia ai clienti che in estate hanno effettuato il pre-booking. Cupra Formentor 1.5 TSI 150 cv con cambio manuale (e trazione anteriore) a partire infine da 31.250 euro, mentre la versione con cambio automatico DSG è ordinabile a partire da 32.850 euro. Tramite la formula del finanziamento, rate da 275 euro al mese. Ora, fuoco alle polveri.

CUPRA FORMENTOR: LA PROVA SU STRADA

DEEP IMPACT Sono in smania e un po' distratto, e anziché il pulsante Start, per avviare il quadro premo il tasto Cupra. Riprova, e sarai più fortunato. Il 2 litri turbo si risveglia dal letargo con un verso da bestia feroce, come se i cilindri non fossero quattro, bensì il doppio. Ma sul timbro di voce ci torniamo tra un momento. Perché ancor prima che un'auto sportiva, Formentor è un SUV coupé da vivere pure nel casa-ufficio. La posizione di guida? Rialzata, ma non troppo, tra berlina e SUV. Il sedile sportivo avvolgente fa sentire un pilotino anche chi un pilota non lo è. La visibilità? Bene davanti e ai lati, meno bene in senso opposto, col lunotto diagonale e dalla superficie striminzita. Poco male, i sensori di parcheggio posteriori sono in dotazione anche sulla versione base. Leva del cambio shift-by-wire in posizione D, e si parte.

ALLA CARICA Ad andatura cittadina, Formentor passeggia senza strappi, comoda di sospensioni, isolata dall'esterno in modo quasi ermetico, inoltre agile nell'imboccare curve strette. I consumi? Tra 8,2 e 9,0 l/100 km (ciclo combinato WLTP). Qualcosa tuttavia mi dice che non è in città, che devo mettere alla prova questo toro iberico che tutti osservano curiosi, come appartenesse ad una razza extraterrestre. E così l'istinto mi dirige in automatico sulle colline, senz'altro un contesto più adatto. Un contesto, inoltre, dove - ora che il motore è acceso - posso finalmente divertirmi con il tasto Cupra. Cinque sono i driving mode: della configurazione standard (''Comfort'') si è già detto che è un buon compromesso tra virilità e senso di disciplina, del programma ''Offroad'' per il momento mi disinteresso, in fuoristrada (non il suo habitat naturale) mi cimenterò semmai quando proverò l'auto per un tempo prolungato. Ne restano tre. 

CHE VOCIONA In ''Sport'', Formentor si sbottona e indossa gli abiti del macho, ma di quelli che conoscono le arti marziali. Lo sterzo progressivo si indurisce e si fa più preciso, il pedale destro acquista sensibilità, l'elettronica del DCC stringe i bulloni dell'assetto, infine il cambio passa obbligatoriamente alla funzione sequenziale tramite i due paddles al volante. Posso così spremere il motore fino al limite delle sue proprietà anaerobiche, cioè facendolo cantare fino a quasi 7.000 giri. In scalata, ecco la riproduzione acustica della vecchia ''doppietta'': nulla da dire, Formentor è una sorpresa dietro l'altra. E a proposito di abilità canore: modalità ''Cupra'', e l'acuto del 4 cilindri turbo cresce di un'ottava. In abitacolo penetra un sound ipnotico, un sound in parte artificiale (è generato dagli altoparlanti), ma ugualmente emozionante. Sia quando al propulsore tiri il collo, sia anche al minimo: il borbottio di chi si annoia a camminare in fila come gli altri.    

LA SCOMMESSA Esiste poi la modalità ''Individual'': tramite il display centrale (grande come una tv, strapieno di funzioni e dalle grafiche 3D molto curate ed intuitive), posso calibrare addirittura 15 parametri. Per chi non ha pazienza, logico sia ''Sport'', il driving mode che meglio si combina con i cromosomi bellici di un SUV coupé che tra le curve è stabile, ben maneggevole, niente rollio. In grado sempre - grazie alla tonicità di assale McPherson anteriore e Multilink al retrotreno - di comunincare dove sono e cosa stanno calpestando le ruote là sotto. Adeguata alla potenza è anche la frenata, specie se si è disposti a versare altri 2.250 euro per le opzionali pinze Brembo. Formentor, in definitiva, un prodotto moderno nell'aspetto e nelle soluzioni tecnologiche, ma anche strumento di piacere di guida ''2.0'', cioè da sportiva sovralimentata senza turbo-lag. L'esame del mercato è dietro l'angolo e l'elettrificazione scalpita; nel frattempo, lei si sbronza di benzina. Ed è una sbronza allegra.


TAGS: cupra prove su strada suv coupé cupra formentor