Autore:
Simone Dellisanti

L'INVASIONE DEI SUV Se sei appena tornato sulla Terra dopo aver trascorso gli ultimi anni abitando su Marte, ti avverto:  i SUV, Sport Utility Vehicle, hanno conquistato il mercato automotive. Vuoi per le caratteristiche ibride tra un fuoristrada (altezza da terra, possibile trazione integrale, dimensioni maggiorate) e una berlina (comfort di guida, assenza di ridotte) vuoi per la grande disponibilità di modelli sul mercato, se ora non hai un SUV non sei trendy, rischi il trash, sei out, insomma, sei tagliato fuori dalla società.

FALLO VEDERE Butta caso che, magari hai una famiglia numerosa, tua moglie si lamenta di non aver spazio a sufficienza per portare con sé il suo guardaroba quando devi raggiungere la casa al mare, oppure devi scegliere tra la suocera e il tuo cane per andare a fare una gita fuori porta poiché sulla station non ci state tutti, allora è il caso di scegliere un SUV. Ma mica un SUV qualunque nè. Per te ci vuole la Volkswagen Tiguan Allspace. Così si che potrai dimostrare a tutti quanto ce l'hai grosso! Il SUV.

CI STA ANCHE LA SUOCERA Certo che sei proprio fortunato, proprio settimana scorsa ho avuto la possibilità di testare la variante a sette posti e a passo lungo della Tiguan, la Volkswagen Tiguan Allspace e, che dirti, sicuramente lo spazio a lei non manca. Lo si capisce bene dall'esterno: la Tiguan All Space è larga 184 cm e alta 167 ma soprattutto è davvero lunga: 470 cm, ben 20 centimetri in più della Tiguan normale. Queste generose dimensioni vanno a vantaggio dell'abitabilità interna, sia per il guidatore che per i suoi ospiti, c'è spazio a sufficienza per testa e gambe ma gli ultimi due posti sono un po' sacrificati. Certo se l'intenzione è quella di portarci dei bimbi, allora staranno benissimo. Se invece pensate di stivarci la Signora Pina, vostra suocera, difficilmente sopporterà lunghi viaggi senza sentire la necessità di sgranchirsi un po' le gambe. A meno che… non riusciate a distrarla un po' con il panorama. Questo è possibile grazie ai finestrini posteriori ridisegnati e resi più ampi per permettere a tutti i passeggeri, anche quelli sugli ultimi due sedili, di poter godere di una maggior luminosità e di un pozzetto di luce che, di certo male, non fa.

TUTTO LO SPAZIO CHE VUOI Se invece la Pina continuerà a infastidirvi per fare una sosta, potrete pensare di sistemarla nel bagagliaio, dalla capacità davvero elevata ma, vi avverto, potreste andare contro a qualche legge del codice penale. Se l'intenzione, invece, è quella stiparvi il guardaroba della moglie più bagagli annessi, non avrete problemi invece. C'è tutto lo spazio necessario vista la capacità del bagagliaio che in modalità 5 posti, con gli ultimi due sedili abbassati, arriva a quota 760 litri. Con tutti e sette posti occupati la capacità scende a 230 litri. Se tutto questo non ti basta e il guardaroba della tua dolce consorte non ne vuole comunque sapere di entrare nella Volkswagen Tiguan Allspace, non ti resta che abbassare tutti i sedili posteriori e guadagnare uno spazio utile di circa 1.655 litri.

IN MARCIA Dai che finalmente puoi partire. Se sei un papà racing, dalla guida sportiva, troverai nella Tiguan All Space una fedele compagna per il tuo divertimento. Come detto il passo è aumentato, così come i chilogrammi che si deve portare dietro (80 chilogrammi rispetto ad una analoga versione di Tiguan standard) ma l'assetto è studiato per non togliere nulla al piacere di guida. Durante la mia prova ho guidato sia in città sia sulle strade extraurbane. Va detto, nella metropoli la stazza della Tiguan Allspace si fa sentire e più di una volta ho ricontrollato bene gli angoli per essere sicuro che non toccassi gli specchietti delle altre vetture, nelle viuzze più piccole. Ho invece apprezzato le sospensioni morbide e confortevoli che mi hanno fatto superare di slancio ogni buca o pavé di Milano, quasi senza accorgermene. Unica nota negativa: nella marcia a singhiozzo tipica della Metropoli, la Tiguan è meno reattiva di quanto vorrei. Qualsiasi sia la modalità di guida impostata, il cambio automatico a 7 rapporti DSG non brilla per fluidità nei passaggi di marcia e quando scalo marcia per avere un po' di brio dal motore c'è sempre un fastidioso  turbo lag. Il parcheggio? Con le dimensioni così generose della Volkswagen Tiguan Allspace non è facile trovare parcheggio, ma una volta individuato lo spazio necessario, entrarvici è un gioco da ragazzi grazie ai sensori di parcheggio frontali e alla retrocamera.

ASSETATA Alla guida, la Tiguan da il meglio di sé sulle strade extra urbane e in autostrada dove si è dimostrata una grande passita. Sulle strade sgombre dal traffico è fluida nei cambi di direzione e precisa nelle traiettorie. Mi ha sorpreso come nei cambi di marcia più repentini non ci sia un trasferimento di carico troppo enfatizzatato nelle accelerazioni o nelle frenate più brusche. Anche la potenza non manca: la Tiguan All-Space brucia lo 0-100 km/h in 9.9 secondi e raggiunge una velocità massima di poco meno di 200 km/h. Stai attento però, con la guida sportiva puoi arrivare a consumare anche 10 litri per 100 km, se hai il piede felpato invece, il tuo consumo si fermerà ai 6 litri per 100 km. Insomma il motore Diesel 2.0 da 150 CV in prova è brioso ma assetato, se non si fa attenzione.

QUANTO MI COSTA? Il prezzo? Per portarsi a casa la Volkswagen Tiguan Allspace in prova, nell'allestimento Advanced che comprende Cerchi in lega “Nizza” da 18” con pneumatici 235/55 R18 PJE, vernice metallizzata, sensori di parcheggio frontali e camera posteriore Park Assist, Safety Pack e sette posti, l'assegno da staccare deve aver su scritto 44.300 euro.


TAGS: volkswagen volkswagen tiguan suv prova su strada Volkswagen Tiguan Allspace