Volkswagen T-Roc 1.0 TSI: prova, immagini, listino, prezzo
Test-Drive

Volkswagen T-Roc 1.0 TSI: non è uno dei tanti SUV urbani


Avatar di Luca Cereda , il 02/03/18

3 anni fa - Il SUV lillipuziano ha tante forme e facce. La T-Roc ha una formula azzeccata

Tra le tante facce e forme del SUV lillipuziano, la T-Roc ha una formula particolarmente azzeccata: ecco perché

PICCOLO E' BELLO Ora che i piccoli SUV si sono moltiplicati, c'è l'imbarazzo della scelta per chi cerca un'auto comoda e versatile in città. Sin da subito la Volkswagen T-Roc mi è sembrata una delle proposte più convincenti, sin da quando ho avuto modo di vederla dal vivo, il giorno stesso in cui si è svelata in anteprima mondiale, l'estate scorsa. Mi ha convinto perché ha due delle caratteristiche fondamentali che normalmente si cercano in un SUV urbano: immagine e praticità. E non ho cambiato parere dopo averla provata, nella fattispecie una T-Roc Style con con motore benzina a tre cilindri da 1.0 litri TSI: certamente più adatta al ruolo di seconda auto di famiglia, in questa configurazione.

INCONFONDIBILE Ha stile, la T-Roc. Non solo perché gioca con i colori combinando carrozzeria e tetto in 24 modi diversi. Una soluzione non così originale per un suv ma che sulla T-Roc è proposta di serie. La vera differenza la fanno altri dettagli, come la cromatura che attraversa la fiancata da montante a montante, il montante posteriore obliquo, largo alla base, e il lunotto inclinato, quasi da suvcoupé. Vero e proprio marchio di fabbrica, infine, le luci diurne a LED con frecce integrate, che però si pagano a parte.

RIGOROSA E DURA Finché ci si ferma all'immagine è altrettanto riuscito l'abitacolo della Volkswagen T-Roc. Arredato senza sbavature, con accostamenti delle superfici precisi e uniformi e un colpo d'occhio high tech regalato dall'infotainment e dalla strumentazione digitale (500 euro di optional). Ma i polpastrelli posano sempre sul duro, sia sulla plancia sia sui pannelli porta. E la solfa non cambia sulle T-Roc più ricche. Questo non me l'aspettavo da Volkswagen, che negli anni ci ha abituato a una estrema cura della qualità percepita.

ACCOGLIENTE Si riscatta con lo spazio, chiaramente non abbondante viste le dimensioni della T-Roc (423 cm di lunghezza, 182 di larghezza e 157 di altezza, ovvero pochissimi centimetri di differenza da una Golf, con la quale condivide il pianale MQB) ma molto ben organizzato. Accorciando un filo la seduta e sfruttando al massimo il girovita di questa auto, i progettisti Volkswagen sono riusciti a ricavare più centimetri rispetto alla media del segmento per spalle e gambe dei passeggeri. Va da sé che, benché omologata per cinque, sulla T-Roc è sempre meglio viaggiare in quattro al massimo.

VEDI ANCHE



SU IL VOLUME Il vero plus, però, è il bagagliaio, che ha un fondo regolabile per livellare la soglia di carico o massimizzare il volume, a seconda di quel che serve. Soprattutto, sempre relativamente alle dimensioni della T-Roc, è largo, profondo e capiente: con tutti i posti in ordine fa 445 litri dichiarati, a schienali posteriori ripiegati si arriva a 1290 litri. Non ha una presa da 12V, casomai pensaste di portarvi un mini-frigo, ma è rivestito in moquette anche sui fianchi, in modo che, alla lunga, i colli trasportati non vadano a rovinarne le pareti.

INFOTAINMENT Ragionamenti da anziano? Forse sì, ma sono accortezze da non sottovalutare. Così come il fatto che, se siete il genere di automobilista sempre connesso, l'integrazione tra smartphone e il sistema multimediale di serie, il Composition Media, è ottimale: l'App Connect (una centralina di serie sulla T-Roc) permette all'infotainment di supportare sia Apple CarPlay sia Android Auto sia Mirrorlink. Sullo schermo, qui da 8'', vengono quindi riprodotte alcune app che abbiamo installate sul telefonino, che sia un iPhone o altro.

NAVIGA COL CELL Il navigatore però non è di serie. Per navigare si deve usare la connessione del cellulare e le relative app (Maps o Waze, ad esempio) oppure metter mano al portafogli e passare al sistema multimediale Discover Media (optional da oltre 1000 euro). Per costruirsi un ufficio a bardo non mancano le prese USB (due), ma si pagano a parte i comandi vocali (215 euro), così come la ricarica induttiva del telefonino (475 euro).

COME VA Meno sollevata di tante altre crossover, sono 16 i cm di luce a terra, la Volkswagen T-Roc si fa guidare quasi come una berlina, grazie anche alle generose regolazioni del sedile-guidatore. Non ti obbliga a stare come su un trespolo ma allo stesso tempo ti dà la sicurezza e il controllo sulla strada tipici di una crossover. Nelle manovre, invece, dal lunotto si vede pochino e diventa difficile fare a meno dei sensori o addirittura della telecamera posteriore, optional da 500 euro.

BEN ASSISTITA E' sempre prevedibile e confortevole, ben isolata dai rumori esterni e immune alle vibrazioni. Lo sterzo è progressivo, preciso e piuttosto pronto: prendere qualche curva in maniera allegra si può, ma senza esagerare. La T-Roc è maneggevole e assorbe bene le sconnessioni, ed è anche molto ben assistita dall'elettronica. Cruise adattivo, frenata d'emergenza con riconoscimento del pedone, mantenitore di corsia e sensore di fatica del conducente sono di serie.

RILASSANTE Il mille tre cilindri turbo da 115 cv e 200 Nm di coppia abbinato a un cambio a 6 marce è la scelta giusta per chi non fa troppi km. E' molto silenzioso, rotondo, anche se non è certo un mostro di accelerazione e ripresa. E' un tre cilindri, ma davvero farete fatica a sentirlo vibrare.

BEVE IL GIUSTO I consumi? Si arriva a una media 14 con un litro senza fare l'economy run, in città qualcosina meno. Alternative al millino che apre il listino T-Roc ce ne sono. Per adesso un 1.5 turbo da 150 cv, ordinabile anche col DSG, e un 2.0 TDI da 150 cv abbinato alla trazione integrale 4Motion. Mancano, per ora, le vie di mezzo che fanno della T-Roc una buona prima auto di famiglia senza spendere una fortuna, ma arriveranno presto. Si aggiungeranno al listino dei motori il 1.6 TDI da 115 cv (dopo l'estate) il 2.0 da 150 cv a trazione solo anteriore , il 2.0 TDI 190 cv 4Motion.

IL PREZZO La T-Roc che vedete nella gallery, in allestimento Style più qualche optional, come il clima bizona, questi cerchi, il cockpit digitale e i fari full led costa circa 26.000 euro.


Pubblicato da Luca Cereda, 02/03/2018
Gallery
Listino Volkswagen T-Roc
Allestimento CV / Kw Prezzo
T-Roc 1.0 TSI 110 CV Style 110 / 81 25.500 €
T-Roc 1.0 TSI 110 CV Business 110 / 81 26.050 €
T-Roc 1.5 TSI ACT 150 CV Style 150 / 110 27.950 €
T-Roc 1.5 TSI ACT 150 CV Business 150 / 110 28.500 €
T-Roc 1.6 TDI 115 CV SCR Style 116 / 85 29.550 €
T-Roc 1.5 TSI ACT 150 CV Advanced 150 / 110 29.950 €
T-Roc 1.6 TDI 115 CV SCR Business 116 / 85 30.100 €
T-Roc 1.5 TSI ACT 150 CV Style DSG 150 / 110 30.150 €
T-Roc 1.5 TSI ACT 150 CV Sport 150 / 110 30.250 €
T-Roc 1.5 TSI ACT 150 CV Business DSG 150 / 110 30.700 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Style 150 / 110 31.550 €
T-Roc 1.6 TDI 115 CV SCR Advanced 116 / 85 31.550 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Business 150 / 110 32.100 €
T-Roc 1.5 TSI ACT 150 CV Advanced DSG 150 / 110 32.150 €
T-Roc 1.5 TSI ACT 150 CV Sport DSG 150 / 110 32.450 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Advanced 150 / 110 33.550 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Style DSG 150 / 110 33.750 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Sport 150 / 110 33.850 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Business DSG 150 / 110 34.300 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Style 4Motion DSG 150 / 110 35.450 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Advanced DSG 150 / 110 35.750 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Business 4Motion DSG 150 / 110 36.000 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Sport DSG 150 / 110 36.050 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Advanced 4Motion DSG 150 / 110 37.450 €
T-Roc 2.0 TDI SCR 150 CV Sport 4Motion DSG 150 / 110 37.750 €
T-Roc R 2.0 TSI 300 CV DSG 4Motion 300 / 221 46.450 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Volkswagen T-Roc visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Volkswagen T-Roc
Vedi anche
Logo MotorBox