Autore:
Luca Cereda

L'EVENTO Alla premiere ufficiale dello scorso dicembre, partecipò persino l'allora Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Al Salone di Ginevra 2018, invece, c'è tutto l'automotive che conta. La Lamborghini Urus è il primo super Suv costruito da un brand di supercar. E probabilmente, alla luce delle dichiarazioni di Marchionne circa un Suv Ferrari, non sarà nemmeno l'ultimo. Guarda il video live dal Salone.

INCROCIO GENETICO Progettare un'auto come Urus non è stato affatto semplice. Lamborghini, abituata ad altro genere di auto, e soprattutto ad altri volumi, ha dovuto raddoppiare la sua fabbrica. Ne è uscito il SUV più veloce del mondo: tocca i 305 km/h di velocità massima. Un incrocio genetico che avrebbe fatto impallidire Mendele. Con quel frontale rabbioso, completamente aperto come quello di una Aventador o di una Huracàn, e un corpo spigoloso – sì -, sexy – anche – ma non troppo lontano dall'ordinario. Almeno guardando ciò che va per la maggiore nei garage del jet-set.

4 O 5 POSTI La Lamborghini Urus è un bel barcone. Pesa 2.200 chili, è lunga 511 cm e larga 2 metri, anche se a vederla non sembra: il design, insieme a un passo di tre metri, le dà un bello slancio. Gli interni si possono avere da SUV più convenzionale, a tre posti con schienale, oppure da SUV sportivo, con le sedute separate. In ogni caso, dietro rimangono 616 litri di bagagliaio, espandibili fino a 1596.

TI COCCOLA Fa strano ragionare in questi termini per una Lamborghini, ma tant'è. Un colpo al cerchio e un colpo alla botte, alla ricerca della sintesi migliore tra sportività e comfort. La seduta, ad esempio, si può regolare elettricamente in 12 posizioni. E i sedili, molto scolpiti, stilizzati ma più cicciotti del solito, sono climatizzati e massaggianti.

APPAGA L'EGO Al centro della plancia della Urus ci sono ben due schermi, entrambi touch. E il tamburo, o strumento per selezionare le varie modalità di guida. Sono quattro di base: Neve, Corsa, Sport e Strada. Cui si aggiungono Terra e Sabbia se si opta per il pacchetto offroad, che prevede anche rinforzi sottoscocca. Ogni parametro è poi personalizzabile nella modalità Ego.

BUON HARDWARE Modificando i parametri di guida cambia il piglio della Urus, che può contare su sospensioni pneumatiche multilink all'anteriore e al posteriore; sull'asse posteriore sterzante e su una altezza da terra variabile: da 156 a 248 mm; su ruote da 21'' o 23'', calzanti pneumatici Pirelli Pzero marcati; e su freni da record, da 44 cm di diametro all'anteriore e 37 al posteriore.

QUANTO COSTA Sotto il cofano c'è un V8 biturbo da 650 cv e 850 Nm che spinge il SUV Lamborghini da 0 a 100 in 3,6 secondi e da 0 a 200 km/h in 12,8 secondi, con una cambio a 8 marce con convertitore a dettare i tempi della progressione. Va da sé, cotanta esuberanza non è proprio l'emblema dell'understatement, parlando di consumi e di emissioni: 12,7 l/100 km e 290 g/km di CO2. Ancora meno politicamente corretto il prezzo, che per l'Italia è di 168.852 euro più Iva.  


TAGS: lamborghini lamborghini urus automobili lamborghini lamborghini urus interni lamborghini urus velocità massima lamborghini urus scheda tecnica lamborghini urus prestazioni lamborghini urus uscita lamborghini urus costo detroit 2018 salone di detroit 2018 ginevra 2018 lamborghini ginevra 2018