TRIS D'ASSI Da qualche gara a questa parte sono loro i protagonisti delle qualifiche nella classe MotoGP: Marquez, Quartararo e Vinales in rigoroso ordine alfabetico. I tre più veloci al sabato della classe MotoGP lo sono stati anche oggi a Buriram, dove domani si correrà il Gran Premio della Thailandia. Davanti a tutti scatterà Fabio Quartararo, che con il compagno di moto Maverick Vinales, secondo, proverà sin da subito ad alzare il ritmo della gara. A fianco a loro scatterà Marc Marquez, caduto anche oggi ma senza conseguenze rispetto allo spettacolare volo di venerdì, a cui basta arrivare davanti a Dovizioso per vincere il suo ottavo titolo mondiale.

FABIETTO VOLANTE Il primo a parlare è stato il giovane francese Fabio Quartararo: "In questa qualifica sono andato al limite" - ha spiegato nel parco chiuso ai microfoni di Sky - "Anche l'ultimo giro lo ho fatto in 29"7, ho provato a seguire Jack ma per farlo sono caduto. Va bene così, è positivo sentire il limite e questa caduta non porta conseguenze. Mi sono sentito a mio agio con la moto e sono molto contento del lavoro svolto dal team. Questa pole è speciale, arriva su una pista veramente ottima per noi, sono contento del lavoro fatto oggi e ieri. Anche nel giro in cui sono caduto avevo acceso casco rosso nel secondo settore, ma sono caduto. Se posso vincere? Sin dai primi giri dovrò dare tutto per creare un gap e portare via un gruppetto, poi devo provare a fare un buon ritmo. Vinales vuole fare la stessa strategia? Beh, vuol dire che è ottima."

MAV CONTENTO E INCA... E in effetti Quartararo ha spoilerato quanto detto da Maverick Vinales, anch'esso a suo agio con la moto, ha dichiarato che proverà a portare via un gruppetto di piloti tirando sin da subito. "Sono contento ma anche un po' incazzato perché alla curva 1 sono andato lungo e ho perso tanto tempo" - ha esordito senza mezze parole lo spagnolo - "Dobbiamo continuare a lavorare, siamo sulla strada giusta. Nelle FP4 mi sono sentito bene in sella e sono felice di come abbia lavorato la moto, domani cercherò di fare gara di fronte. Qui è difficile capire le gomme ma sono molto contento del mio tempo. Con l'errore alla prima curva, ho perso almeno un decimo altrimenti avrei fatto la pole. Vittoria? Marc è andato molto forte sul passo gara, ma domani penserò solo ad andare al massimo, sono fiducioso del passo e del feeling che ho con l'anteriore. Questo è molto positivo, cercherò di fare una gara spinta sin dall'inizio, di rompere il gruppo e poi giocare alla fine con quelli con cui devo giocarmi la gara."

MARQUEZ DOLENTE E in piena lotta per la pole c'era, ovviamente, anche Marc Marquez, che comunque non si dispera. "Sono contento del bilancio di questa giornata, abbiamo fatto un grandissimo lavoro." - ha spiegato il pilota della Honda - "Le FP4 sono andate molto bene, mi sentivo forte ma sapevo anche che le Yamaha andavano forte. Sono un po' indolenzito devo dire, mi fa male un po' tutto, ma tutto il resto è a posto e non ho nessuna scusa per domani. La caduta di oggi? Si spinge sempre al massimo... la caudta è iniziata in curva 4, sono uscito con la moto che si muoveva e alla 5 il freno era aperto, e quando stacchi è più difficile staccare, così sono arrivato fuori controllo. Le due Yamaha davanti vanno forte ma non voglio dimenticare Dovi, sembra che non ci sia ma è sempre là, ha fatto due giri alla fine delle FP4 molto forti con gomma usata, sarà là tutta la gara, vedremo. Se proverò a vincere o mi accontenterà di arrivare davanti a lui? Ovviamente ci provo perché non è l'ultima gara, se non succede qui ci proviamo a Motegi, in Australia ecc... l'obiettivo non è stare davanti a Dovi ma vincere la gara."


TAGS: motogp marc marquez maverick vinales motogp 2019 Fabio Quartararo ThaiGP 2019 MotoGP Thailandia 2019 MotoGP Buriram 2019 Qualifiche MotoGP Buriram 2019