Autore:
Giulio Scrinzi

HONDA ALLA RISCOSSA Il fine settimana del secondo round del Mondiale di MotoGP 2018, che darà il via domenica al GP di Argentina, è iniziato sotto il segno dell’ala dorata del team Repsol Honda. Sul circuito Termas de Rio Hondo le RC213V ufficiali hanno fatto il bello e cattivo tempo, prima con Daniel Pedrosa, bravo a centrare il miglior tempo nelle FP1, e poi con il Campione del Mondo Marc Marquez, autore di un ottimo 1’39’’395 con il quale ha bruciato la concorrenza nonostante il meteo nelle FP2 abbia versato qualche pericolosa goccia di pioggia sull’asfalto.

DISTACCHI PESANTI Con il secondo tempo Cal Crutchlow si è confermato particolarmente a suo agio sul circuito argentino, ma mentre nelle FP1 era staccato solamente di 42 millesimi dal numero 26 della Honda, nella seconda sessione di libere ha pagato ben quattro decimi dal numero 93 del team Repsol. Lo ha seguito in terza posizione virtuale lo spagnolo Tito Rabat, il quale ha incassato quasi un secondo netto dalla vetta della classifica.

IANNONE QUARTO, ROSSI SETTIMO A seguire troviamo la Suzuki GSX-RR di Andrea Iannone, già competitiva nelle FP1 e che si è confermata anche nel secondo turno di libere davanti allo spagnolo Daniel Pedrosa, il quale stavolta ha dovuto cedere al ritorno del compagno di squadra da cui ha pagato oltre un secondo di distacco. In scia alla Honda numero 26 si sono piazzate le due Yamaha ufficiali, quella di Vinales (sesto) e del nostro Valentino Rossi, solamente settimo.

DUCATI IN DIFFICOLTÀ E le Ducati? Le Desmosedici ufficiali non hanno brillato sul Termas de Rio Hondo argentino: contando anche la GP18 di Danilo Petrucci (13esimo), in questo momento tutte e tre le Rosse sarebbero fuori dalla Q2, visto che Jorge Lorenzo è scivolato in 17esima piazza e Andrea Dovizioso addirittura al 24esimo posto, con il quale ricopre il ruolo di fanalino di coda dello schieramento della classe regina.

CLASSIFICA DI GIORNATA Ecco la classifica del venerdì del GP di Argentina 2018.

PILOTA TEAM TEMPO GAP
1. Marc Marquez Honda 1'39''395  
2. Cal Crutchlow Honda 1'39''799 +0.404
3. Tito Rabat Ducati 1'40''346 +0.951
4. Andrea Iannone Suzuki 1'40''455 +1.060
5. Daniel Pedrosa Honda 1'40''494 +1.099
6. Maverick Vinales Yamaha 1'40''510 +1.115
7. Valentino Rossi Yamaha 1'40''577 +1.182
8. Alex Rins Suzuki 1'40''592 +1.197
9. Alvaro Bautista Ducati 1'40''766 +1.371
10. Aleix Espargarò Aprilia 1'40''800 +1.405
11. Scott Redding Aprilia 1'40''839 +1.444
12. Jack Miller Ducati 1'40''842 +1.447
13. Danilo Petrucci Ducati 1'40''863 +1.468
14. Johann Zarco Yamaha 1'40''974 +1.579
15. Bradley Smith KTM 1'41''198 +1.803
16. Hafizh Syahrin Yamaha 1'41''257 +1.862
17. Jorge Lorenzo Ducati 1'41''334 +1.939
18. Takaaki Nakagami Honda 1'41''357 +1.962
19. Karel Abraham Ducati 1'41''784 +2.389
20. Franco Morbidelli Honda 1'41''832 +2.437
21. Pol Espargarò KTM 1'41''867 +2.472
22. Thomas Luthi Honda 1'41''898 +2.503
23. Xavier Simeon Ducati 1'42''242 +2.847
24. Andrea Dovizioso Ducati 1'42''973 +3.578

TAGS: motogp valentino rossi jorge lorenzo andrea dovizioso cal crutchlow marc marquez maverick vinales daniel pedrosa andrea iannone motogp 2018 motogp argentina 2018