MOVISTAR YAMAHA MOTOGP

TEAM STORICO La storia del team ufficiale Yamaha nel Motomondiale iniziò nel lontano 1999, stagione in cui Max Biaggi e Carlos Checa portarono in pista la YZR500 che, nel 2002, venne poi sostituita dalla prima versione della mitica YZR-M1. Nel 2003, in seguito, Checa ebbe come compagno di squadra Marco Melandri, mentre nel 2004 arrivò Valentino Rossi, capace di vincere con la quattro cilindri dei Tre Diapason fin dall’esordio sul circuito di Welkom, in Sudafrica. Dopo aver dominato con la Honda del team Repsol, per il Dottore era ora di mettere alla prova se stesso: quell’anno, infatti, riuscì nell’impresa di vincere il Mondiale all’esordio su una moto completamente differente, cosa che gli riuscì anche nella stagione successiva.

TRA ROSSI E LORENZO E mentre nel 2006 e nel 2007 Valentino venne battuto prima da Nicky Hayden e poi dalla formidabile Ducati di Casey Stoner, nel biennio 2008-2009 riuscì di nuovo ad imporsi davanti a tutti, diventando il pilota più vincente della storia del Motomondiale. L’arrivo di Jorge Lorenzo, però, creò qualche dissidio all’interno della squadra: il pilota spagnolo arrivò sul tetto del mondo in un 2010 passato ad erigere muri per evitare di essere copiato dal compagno di team, che nel 2011 decise di tentare la strada di Borgo Panigale. El Porfuera, invece, rimase in Yamaha, ma pagò la maggiore competitività delle Honda Repsol prima di Stoner e poi dell’astro nascente Marc Marquez.

GLI ULTIMI SUCCESSI Nel 2013 Rossi tornò nel reparto corse della Casa dei Tre Diapason, con l’intento di tornare al successo dopo due anni pieni di sfortuna con la Desmosedici. Da quell’anno il rapporto tra i due piloti diventò di nuovo neutrale e questo permise a Lorenzo di tornare al vertice nelle stagioni 2015 e 2016, in cui riuscì a mettere in bacheca altri due Titoli Mondiali. L’anno scorso, però, una M1 molto difficile da settare e con diversi problemi di gioventù a livello di gestione delle gomme non ha permesso a Rossi e al neo acquisto Maverick Vinales di poter ripetere le imprese di un tempo. Che il 2018 sia l’anno buono per riuscire a portare di nuovo al vertice la quattro cilindri di Iwata?

PILOTI 2018 TEAM MOVISTAR YAMAHA MOTOGP

Valentino Rossi
Valentino Rossi
Maverick Vinales
Maverick Vinales

TAGS: valentino rossi maverick vinales motogp 2018 motomondiale 2018 team motogp 2018 squadre motogp 2018 team yamaha motogp 2018 team movistar yamaha motogp 2018