Dupasquier. Bagnaia e Rossi contro la Dorna: "Non aveva senso correre"
MotoGP 2021

Morte Dupasquier, Bagnaia e Rossi: "Non aveva senso correre"


Avatar di Simone Valtieri , il 31/05/21

3 mesi fa - Bagnaia e Rossi critici su come è stata trattata la scomparsa di Dupasquier

Pecco Bagnaia e Valentino Rossi uniti nel criticare le modalità con cui è stata trattata la scomparsa di Jason Dupasquier
Benvenuto nello Speciale ITALIANMOTOGP 2021, composto da 12 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario ITALIANMOTOGP 2021 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

IL SENSO DELLO SHOW ''A volte ti chiedi che senso abbia correre...''. Se lo chiede tanta gente in questi giorni, ma in primis se l'è chiesto Valentino Rossi, a cui appartengono queste parole. Uno che di fine settimana difficili come quello del Mugello ne ha vissuto qualcuno nella sua lunga carriera, su tutti quello di Sepang di 10 anni fa quando perse la vita Marco Simoncelli. Lo show must go on non è stato certo inventato ieri, ma ciò che non è andato giù a molti sono state le modalità con cui è stata trattata la tragica scomparsa del 19enne svizzero Dupasquier. ''Non è mai semplice correre dopo certe notizie'' - ha dichiarato Rossi - ''Sapevamo che le sue condizioni erano disperate, in questi casi ti  domandi se abbia senso fare la gara ma poi capisci che una situazione simile non cambierebbe la situazione. Tanto è stato fatto per la sicurezza negli anni ma non basta, alcuni rischi non sono semplici da azzerare perché corriamo comunque tutti insieme, spesso in scia l'uno all'altro''.

VEDI ANCHE



LE TEMPISTICHE La notizia della morte di Jason è giunta nel paddock con un compunicato ufficiale Dorna arrivato proprio nell'esatto momento in cui Dennis Foggia tagliava il traguardo vittorioso in Moto3, tanto che al ragazzo romano l'hanno detto in diretta i colleghi di Sky, dopo che aveva appena dedicato la vittoria al pilota svizzero invitandolo a lottare (pilota che correva tra l'altro con i colori del suo vecchio team Prustel). Poi la gara della Moto2, con i piloti ancora ignari di tutto e con i primi tre classificati (Gardner, Fernandez e Bezzecchi) a commettere la stessa incolpevole gaffe di Dennis nelle interviste, gioendo legittimamente per i propri risultati ma senza sapere nulla di Dupasquier. Gliel'hanno riferito poco prima che salissero sul podio. A quel punto la notizia era impossibile da tenere nascosta anche ai campioni della MotoGP, così si è organizzato ''in fretta e furia'' un minuto di silenzio corredato di un bel tabellone con il volto di Dupasquier e la scritta in inglese ''sempre nei nostri cuori'', che sicuramente non era stato stampato e realizzato nell'ultima ora...

IL RESTO NON CONTA ''Non è una bella pagina del nostro sport'', come l'ha definita, sempre ai microfoni di Sky, Pecco Bagnaia, non volendo neanche affrontare le tematiche della gara da poco conclusa. E in effetti è chiaro ai più ciò che è accaduto in questo triste fine settimana: si è voluto correre a tutti i costi (probabilmente per non annullare un secondo GP del Mugello consecutivo), e farlo velocemente, senza dare una legittima possibilità di scelta ai piloti. C'è chi non se l'è sentita, come Tom Luthi, connazionale di Jason, che evidentemente ha saputo prima degli altri e deciso di non prendere parte alla gara Moto2, mentre in MotoGP hanno corso tutti, ma alcuni - tra cui lo stesso Bagnaia - non se la sarebbero sentita. ''La cosa principale di oggi è che abbiam perso un ragazzino di 19 anni, non è stata gestita nel modo giusto la diffusione della notizia'' - ha affermato Pecco - ''Era già difficile accettarlo ieri, oggi non è stato bello, il minuto di silenzio prima della gara mi ha scosso parecchio e non ero per niente sereno e concentrato. Non mi frega niente sinceramente se sono caduto oggi, pensiamo alla prossima a Barcellona ma oggi è andata così. Penso che se fosse successo a un pilota di MotoGP probabilmente oggi non avremmo corso, diciamo che non è stata una bella pagina per il nostro sport oggi, anche fare troppe parole a riguardo, o riguardo alle gare che ci sono state, non hanno proprio senso''. E come dargli torto.


Pubblicato da Simone Valtieri, 31/05/2021

Gallery
ItalianMotoGP 2021
Logo MotorBox