Pubblicato il 16/10/2020 ore 09:45

SUPER YAMAHA La prima sessione di prove libere del Gran Premio di Aragona, cominciata con mezz'ora di ritardo a causa di una pista troppo fredda e pericolosa per i piloti della MotoGP, ha visto primeggiare gli yamahisti con Maverick Vinales che ha preceduto i due ragazzi del team Petronas, Franco Morbidelli e Fabio Quartararo, entrambi aduti a terra nel corso della sessione. Ma non sono stati i soli a patire la pista fredda, con tanti altri piloti nella ghiaia e con i ducatisti che hanno preferito non rischiare - almeno stando alle parole del team manager Davide Tardozzi - e hanno concluso tutti molto lontano la loro sessione di prove libere. Non c'era Valentino Rossi, positivo al Covid e dunque rimasto in Italia, su un tracciato sul quale - viste le premesse - poteva fare bene. 

Gli orari tv del weekend di AlcanizTutte le info e i risultati del GP Aragona 2020 | Classifica piloti e costruttoriCalendario MotoGP 2020

Sessione terminata. Rivivi le FP1 del GP di Aragona 2020 classe MotoGP con la nostra cronaca minuto per minuto.

11.15 - Chiudiamo qui questa lunga sessione LIVE, l'apputamento è dunque per le 14.05, quando comincerà la nostra diretta inerente le FP2 di Aragon! Ci si aspetta, ovviamente, il riscatto delle Ducati, che stamattina non hanno spinto con Jack Miller - migliore tra i piloti di Borgo Panigale - in 12° posizione. Grazie a tutti per averci seguito e a più tardi!

11.13 - Nel frattempo sono terminate le attività in pista, e nessun altro ha fatto miglioramenti di rilievo, possiamo dunque darvi la classifica finale di questa FP1, con Vinales che ha preceduto Morbidelli, Quartararo, Marquez, Nakagami, Mir, Pol Espargaro, Crutchlow, Rins ed Aleix Espargaro.

11.11 - Cade Fabio Quartararo! La sua moto si infila addirittura sotto ai materassi! La scivolata arriva appena inizia a piegare in curva 8 in discesa.

11.10 - Bandiera a scacchi! Intanto Joan Mir si mette in quarta piazza a circa mezzo secondo da Vinales, ma subito Beffato da Alex Marquez, che di decimi ne prende solo 3.

11.09 - A un minuto dalla bandiera a scacchi Maverick Vinales chiude con un tempo a un solo decimo dal suo miglior crono. Taka Nakagami quato a 560 millesimi.

11.08 - Ora la quinta posizione è invece appannaggio di Cal Crutchlow, che si fema a 732 millesimi dal tempo di Vinales. Il suo compagno nel team LCR, Taka Nakagami settimo ora a 864 millesimi.

11.06 - Quinto tempo ora per Alex Rins con la Suzuki, a 8 decimi e spicci da Vinales.

11.05 - Diamo un'occhiata alla top ten quando mancano poco più di 5 minuti al termine delle FP1: Vinales comanda con 85 millesimi su Morbidelli, 276 su Quartararo, 598 su Pol Espargaro e 918 su Nakagami. Mir è sesto a 940 millesimi, poi Lecuona a 1''375, Marquez a 1''643, Binder a 1''755 e Bradl a 1''794. Una situazione un po' anomala, fatta eccezione per le tre Yamaha davanti, sia come distacchi che come presenze nella top ten.

11.02 - Scivolato in uscita dal muro alla curva 14 anche Franco Morbidelli! La sua moto si è fatto tutta la discesa da sola, lasciando il pilota all'inizio del dirupo.

11.01 - Franco Morbidelli fa 1:49.951, Fabio Quatararo 1:50.142! Secondo e terzo rispettivamente dietro a Vinales (mentre cade Iker Lecuona). Questo dominio Yamaha fa sentire ancor di più l'assenza di Valentino Rossi.

10.59 - Migliora ancora Fabio Quartararo che si porta a 399 millesimi da Vinales. Vediamo distacchi oggi ai quali non siamo per niente abituati. Davide Tardozzi ai microfoni di Sky dà una risposta sulle contro-prestazioni Ducati: semplicemente non serve spingere perché non si riesce a fare un setup utile, per cui i centauri di Pramac e del team ufficiale, hanno deciso di non spingere.

10.58 - Grosso problema per la Ducati con queste temperature. Rabat 12° a 2'' da Vinales, Zarco 15° e gli altri sono tutti tra il 17° e il 20° posto, con nell'ordine Dovizioso, Bagnaia, Miller e Petrucci, vincitore lo scorso weekend a Le Mans.

10.56 - Il tempo di Vinales è arrivato con gomma nuova appena montata. Dietro di lui c'è ora Fabio Quartararo, che ha migliorato ma è a 547 millesimi dallo spagnolo, con 20 millesimi di margine su Morbidelli, scalato in terza posizione.

10.55 - Arriva ora il miglioramento di Maverick Vinales, 1:49.866! Primo a scendere sotto i 110 secondi netti ad Aragon.

10.52 - Vinales stava per migliorare il crono di Morbidelli, ma poi ha messo le ruote sul verde e gli è stato cancellato il tempo. Sta migliorando Joan Mir che si è inserito in sesta posizione. Non si vedono ancora Ducati nella top 10: il migliore è Tito Rabat in 12° piazza.

10.49 - A terra anche Alex Marquez, scivolato in curva 2 con danni importanti alla sua moto.

10.47 - Si inserisce in seconda posizione Maverick Vinales in 1.50.452: tre Yamaha ora davanti.

10.45 - A tutti i distacchi appena raccontati, aggiungete un decimo esatto, visto che Franco Morbidelli ha migliorato il suo crono scendendo a 1:50.433.

10.44 - Abbiamo un buon numero di giri ora nel pallottoliere, ha senso riassumere la top 10: Dietro a Franco Morbidelli c'è al momento Fabio Quartararo a 144 millesimi, poi Pol Espargaro a 347, Maverick Vinales a 408 e Iker Lecuona a 708. Yamaha-Yamaha-KTM-Yamaha-KTM dunque in queste fasi iniziali. Dietro di loro Nakagami (Honda), Marquez (Honda), Binder (KTM), Bradl (Honda) e Rins (Suzuki). Non ci sono al momento Ducati davanti.

10.41 - Ora invece è il suo compagno Franco Morbidelli a tornare in testa in 1:50.533.

10.39 - Si continua a migliorare intanto, Fabio Quartararo abbassa il suo tempo a 1:50.677.

10.37 - In testa balza ora Fabio Quartararo con la Yamaha in 1:51.005. Siamo dunque a 4''4 circa dal record... quasi una categoria di distanza.

10.36 - Per darvi un parametro, il record della pista è di Marc Marquez nel lontano 2015, ed è di 1:46.635. Intanto la prima caduta del weekend è di Johann Zarco, che con gomma fredda va giù al primo accenno di piega.

10.34 - E adesso il comando lo prende Pol Espargaro con la KTM in 1:51.032.

10.32 - I tempi scenderanno comunque in fretta, ora in testa è passato Franco Morbidelli con la Yamaha in 1:52.704.

10.30 - Dopo il primo run è Takaaki Nakagami a prendersi la vetta in 1:54.484 con la sua Honda.

10.27 - Primi giri in pista per i 21 piloti iscritti a questa gara, ovviamente manca Valentino Rossi, rimasto a Tavullia in quarantena.

10.25 - Semaforo verde! Si parte finalmente! 

10.23 - Sembra che tutto sia pronto per partire. I centauri della MotoGP saliranno a breve sulle loro moto per i prossimi 45 minuti!

10.20 - Eccoci di nuovo con voi, ora dovrebbero veramente mancare solo 5 minuti all'inizio della sessione di FP1 ad Aragon. La temperatura dell'asfalto era di 9° poco fa, al momento è salita di un paio di gardi. La Michelin raccomanda l'utilizzo della gomma morbida all'anteriore e media al posteriore, per generare maggiore grip. D'altra parte, andando a 350 kmh è il caso che lo si possa fare in sicurezza.

10.00 - Con la partenza posticipata alle 10.25, torneremo ad aggiornarvi tra una ventina di minuti, al netto di informazioni di servizio che vi saranno prontamente comunicate.

9.55 - Semplicemente la temperatura dell'asfalto è troppo bassa, e c'è il rischio che i piloti scivolino con le gomme che mal si adattano a temperature del genere.

9.53 - Rettifichiamo subito quanto scritto, poiché la Direzione gara ha appena comunicato un ritardo nell'inizio della prossima sessione di libere a causa delle condizioni del tracciato. La sessione è stata spostata di mezz'ora, è inizierà dunque alle ore 10.25.

9.50 - Buongiorno cari amici di Motorbox! Tra cinque minuti i piloti della MotoGP scenderanno in pista per la prima sessione di prove libere del Gran Premio di Aragona, dando così il via al quint'ultimo  fine settimana di questa folle stagione 2020. Non ci sarà, purtroppo, Valentino Rossi, risultato ieri positivo al Covid-19.


TAGS: yamaha suzuki ducati rossi motogp dovizioso motorland aragon marquez vinales Rins FP1 Bagnaia Morbidelli Quartararo MotoGP 2020 Alcaniz diretta MotoGP Live MotoGP AragonMotoGP 2020 GP Aragona 2020 GP Aragon 2020