Listino prezzi Harley-Davidson Pan America 1250 (MY 2021)

Harley-Davidson Pan America 1250

Prima maxi enduro per la Casa di Milwaukee. Design caratteristico, soluzioni tecnologiche interessanti e un motore tutto nuovo, il Revolution Max, che ben si sposa a questo tipo d'utilizzo. Prezzi interessanti per il segmento e il blasone del marchio

MY 2021 A partire da 16.300 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloHarley-Davidson Pan America 1250
Prezzi a partire da: 16.300 €
Omologazione: Euro5
PRO

Prezzo: sia la ricca Special, sia la standard, sono molto competitive a livello di prezzo, anche considerando la pur ottima dotazione

Motore: il Revolution Max ben si sposa con la tipologia di moto, ricco di coppia dove serve e potente in alto

CONTRO

Dotazione: alcune pecche come la mancanza di quickshifter e un indicatore di consumi

Calore: i collettori a vista sono scenografici, ma tra Euro 5 e posizionamento non aiutano a tenere lontane le vampate di calore provenienti dal motore

Quale versione scegliere

La standard se volete una moto dalle alte prestazioni al prezzo di una media "full optional", ma la Special è quella che consigliamo per avere anche luci cornering e sospensioni semi-attive davvero ben tarate. Il sistema che abbassa la moto al semaforo e i cerchi a raggi sono optional in tutte le versioni

Quale colore scegliere

Le colorazioni e le grafiche della Special sono più appariscenti, quella arancione Mojave è quella che consigliamo

Listino Harley-Davidson Pan America 1250
Com'è la Pan America 1250?

Non è la solita Harley, questo è chiaro. Ma non è neanche la solita enduro. È qualcosa di sfumato, che strizza l'occhio anche alle crossover. Fin dal primo momento capisci che l'ergonomia è stata tenuta in gran conto. Il design prende spunto da forme iconiche per H-D, come il serbatoio a goccia o il frontale prominente, ma il motore gioca comunque un ruolo fondamentale. Il bicilindrico raffreddato a liquido da 1250 cc, 150 CV e 127 Nm viene sfruttato come elemento stressato per il telaio a traliccio in acciaio scomponibile, soluzione che permette di contenere il peso in 253 kg con il pieno di benzina. La tecnologia è una parte fondamentale di questa moto, ci sono la piattaforma inerziale, un display TFT Touch, riding mode e nella versione più accessoriata, la Special, non mancano nemmeno le luci cornering e le sospensioni semi-attive. A proposito di ciclistica, la ruota anteriore è da 19 pollici, quella posteriore da 17 con sospensioni a lunga escursione per non fermarsi nemmeno quando l'asfalto finisce. Due le opzioni per i cerchi: in lega o a raggi con pneumatici tubeless. 

Come va la Pan America 1250?

La Pan America 1250 offre un’esperienza di guida sorprendente. La prima sorpresa è quella delle vibrazioni, praticamente assenti ,la seconda è quella del motore, il Revolution Max, pur essendo nato da poco, è già al livello dei competitor in quanto a piacere di guida e trattabilità. Tra le curve, anche a causa del manubrio piuttosto stretto è quella che richiede una guida più impegnata, specialmente nei cambi di direzione più repentini, in compenso, però, la stabilità dell’avantreno è quasi da vertice della categoria. Adeguate le prestazioni dell’impianto frenante, che non è il più performante nella guida sportiva, ma si difende a dovere in tutti gli altri contesti. Un capitolo a parte lo meritano le sospensioni, le Showa a controllo elettronico della Pan America Special non fanno una piega davanti a qualsiasi scenario le poniate davanti: dalla città con buche e pavé alle strade rovinate del nostro Belpaese. A proposito di città, va detto che il doppio collettore di scarico in bella vista è una soluzione sicuramente scenografica… ma con il caldo in vista il calore è un problema. Il suo habitat ideale sono i viaggi, frangente in cui mette in mostra una buona ergonomia, sia per il pilota, sia per il passeggero. Utile dunque sapere quanto consuma il bicilindrico americano: in un percorso misto affrontato senza particolare attenzione al risparmio di carburante il dato rilevato è di 15,6 km/l. 

Logo MotorBox