Daniele Zeri
Pubblicato il 08/12/20

SI RIPARTE La sua stagione inaugurale è stata un successo clamoroso, ma la crisi del coronavirus aveva costretto il primo campionato interamente femminile ad un anno di stop forzato nel 2020, un ostacolo che avrebbe potuto seriamente minare il futuro della startup guidata da Catherine Bond-Muir. La CEO britannica aveva invece promesso un 2021 ''più grande e migliore''. E non si può certo dire che la promessa non sia stata fin qui mantenuta, dopo l'annuncio di una partnership con Formula 1 per diventare categoria di supporto della più importante serie automobilistica globale. Un mese dopo l'annuncio, la W Series finalmente comunica il calendario provvisorio, che prevede 8 eventi a partire dalla data di giugno di Le Castellet, Francia. Così come la poi cancellata stagione 2020, sei round si terranno in Europa, mentre gli ultimi due weekend si svolgeranno dall'altra parte dell'Atlantico in supporto di Gran Premi di Stati Uniti e del Messico.

W-Series 2019, la CEO Catherine Bond-Muir al Norisring

LA SODDISFAZIONE DELLA  CEO ''La prospettiva di vedere la W Series - ha commentato Bond-Muir - gareggiare insieme alla Formula 1, la principale serie di corse automobilistiche al mondo, è diventata ancora più eccitante in seguito all'annuncio del nostro calendario 2021. Le otto gare permetteranno ai nostri piloti di mostrare le loro abilità su alcuni dei circuiti più iconici del mondo, in Europa e in America, e di seguire letteralmente i più grandi protagonisti delle corse di oggi. La missione della W Series sarà sempre quella di promuovere gli interessi e le prospettive delle donne nel motorsport e di ispirare ragazze. Il nostro calendario per il 2021 in collaborazione con Formula 1 aumenterà in modo significativo la nostra visibilità, impatto e influenza globali, posizionando la categoria sul più grande palcoscenico delle corse automobilistiche nel mondo e permettendoci di raggiungere pubblico e territori nuovi''.

Catherine Bond-Muir è la CEO della categoria per sole donne, W-Series

IL CALENDARIO Saranno tutti nuovi i circuiti su cui i piloti della W Series si sfideranno nel 2021 rispetto la stagione inaugurale: dopo la prima gara in Francia a giugno, il campionato si sposterà quindi in Austria una settimana più tardi. Seguiranno poi altri back-to-back a Silverstone e Budapest. Il GP del Belgio a Spa Francorchamps - uno dei circuiti preferiti dai piloti e fan - ospiterà il quinto round e anche il ritorno della F1 in Olanda sul rinnovato circuito di Zandvoort vedrà le Tatuus della W Series impegnate in pista. Come per il programma 2020 poi cancellato, la campionato si concluderà quindi ad Austin e Città del Messico per la lotta finale per il titolo a fine ottobre. I dettagli del format degli eventi di gara, comprese le prove libere, le qualifiche e gli orari delle gare saranno annunciate in seguito. È prevista anche una dichiarazione sulla line-up dei piloti 2021: 18 ragazze avrebbero dovuto prendere il via del campionato nel 2020, inclusa la campionessa in carica Jamie Chadwick.

W-Series, la griglia di partenza dell'appuntamento di Misano 2019

W-SERIES 2021, IL CALENDARIO PROVVISORIO

26 giugno - Le Castellet, Francia
3 luglio - Spielberg, Austria
17 luglio - Silverstone, Regno Unito
31 luglio - Budapest, Ungheria
28 agosto - Spa-Francorchamps, Belgio
4 settembre - Zandvoort, Paesi Bassi
23 ottobre - Austin, USA
30 ottobre - Città del Messico, Messico


TAGS: f1 W-Series Calendario W-Series W-Series 2021 Catherine Bond-Muir