Pubblicato il 12/11/20

SBARCO ATTESO Con un anno di ritardo rispetto ai piani iniziali, causa ovviamente pandemia di Covid-19, nel 2021 la W-Series approderà nel Circus come categoria di supporto alla F1. Il campionato tutto al femminile, che ha esordito nel 2019 gareggiando durante i weekend del DTM, scenderà in pista in otto gran premi della prossima stagione. Al momento non è ancora stato specificato in quali dei 22 appuntamenti già confermati nel calendario 2021 di Formula 1 vedremo in azione le ragazze. La notizia segue la riorganizzazione dei campionati di F2 e F3, che modificheranno il loro attuale format dei fine settimana.

OBIETTIVO RAGGIUNTO La prima edizione del campionato è stata vinta dalla britannica Jamie Chadwick, poi entrata a far parte della Diver Academy della Williams e divenuta protagonista nella F3 Asia. Catherine Bond Muir, CEO della W-Series, ha sottolineato così la crescita della categoria: ''Quando abbiamo promesso che la W-Series sarebbe stata più grande e migliore in futuro, la partnership con la F1 è sempre stata il nostro obiettivo finale. Non c'è dubbio che, ora che la W-Series sarà gestita insieme e in collaborazione con la F1, la nostra portata globale, l'impatto e l'influenza aumenteranno in modo significativo''.

WSeries Gala_Visser Chadwick Powell con montepremi

PARI OPPORTUNITA' L'iniziativa rientra in una più ampia operazione portata avanti da FIA e F1 per aprire maggiormente il mondo del motorsport alle ragazze, con l'obiettivo finale di portare nella massima categoria del motorsport un'esponente del gentil sesso. Ross Brawn, direttore sportivo della F1, ha commentato: ''Accogliere la W-Series come partner per otto gare rappresenta un momento davvero importante per noi. Sono stati un faro per molti da quando hanno iniziato a correre nel 2019. Crediamo che sia incredibilmente importante dare a tutti la possibilità di raggiungere il massimo livello del nostro sport e la loro partnership con la F1 nella prossima stagione mostra la nostra determinazione e il nostro impegno a dare visilità alle loro entusiasmanti gare e a costruire una maggiore diversità in questo sport''.


TAGS: f1 W-Series 2021