Autore:
Simone Dellisanti

LA LETTERA John Elkann ha inviato una lettera alla Gazzetta dello Sport per chiarire particolari argomenti e situazioni che stanno tenendo banco sulla Scuderia Ferrari, specificando che non ci saranno altri ribaltoni in Scuderia, come avvenuto per la promozione di Mattia Binotto a team manager e il licenziamento di Maurizio Arrivabene. Dunque, Camilleri continuerà a fare l’Amministratore Delegato.

LE PAROLE Ecco le sue parole: “Ho letto con sorpresa, parole e opinioni attribuitemi a proposito di Ferrari, ma che in realtà non sono mai state pronunciate e non rispecchiano il mio pensiero. Ritengo doveroso chiarire alcuni punti, a beneficio dei lettori e nel rispetto della verità dei fatti. Più in generale respingo qualunque voce o fantasia che ipotizza ritorni al passato e ulteriori cambi nella nostra struttura. Il mio impegno per assicurare stabilità e concentrazione alla Ferrari è totale, cosi come lo è quello dell’AD Louis Camilleri: insieme, e con il contributo di tutte le donne e gli uomini della Ferrari, raggiungeremo i traguardi che abbiamo presentato pubblicamente pochi mesi fa da Maranello. Ai nostri clienti e ai nostri tifosi in tutto il mondo garantiamo massima determinazione e responsabilità: lo stesso pretendiamo da chi vivrà e racconterà le tappe di questo nostro viaggio entusiasmante”.


TAGS: ferrari scuderia ferrari John Elkann luis carey camilleri