F1 2018, Charles Leclerc tra passato, presente e futuro (in rosso...)
F1 2018

F1 2018, Charles Leclerc tra passato, presente e futuro (in rosso...)


Avatar Redazionale , il 17/07/18

3 anni fa - Charles Leclerc racconta la sua ascesa in Formula 1. Il ritratto di un pilota umile ma determinato come pochi altri

Charles Leclerc racconta la sua ascesa in Formula 1. Il ritratto di un pilota umile ma determinato come pochi altri a far bene e raggiungere i suoi obiettivi

SORPRESA MONEGASCA Charles Leclerc è il pilota del momento. Nell'ultimo Gran Premio di Germania solo una gomma fissata male gli ha precluso di terminare la sua gara in zona punti, sarebbe stata la sesta volta negli ultimi sette GP, e con una vettura come la Sauber, che non è esatatmente avvezza a lottare per quelle posizioni. Il giovane della Ferrari Driver Academy, vicinissimo a soffiare il posto di Kimi Raikkonen a Maranello, ha concesso una lunga intervista al sito internet ufficiale della Formula 1.

GRAZIE PAPÀ "È incredibile come stia andando sempre meglio, stiamo facendo un lavoro incredibile" - ha esordito il giovanissimo monegasco, 20 anni e con una possibilità molto concreta di proseguire la sua crescita in Ferrari la prossima stagione - "Non sento la pressione, sono concentrato su me stesso e penso solo a rendere felice il team." Dopo qualche errore fatto nelle prime tre gare, si può ben dire che Leclerc sia sulla strada giusta, anche grazie agli insegnamenti del compianto papà : "Ho rinfrescato il mio approccio, papà (Hervé) è sempre stato onesto con me, è importante esserlo per migliorare perché se accetti di aver sbagliato puoi lavorare affinché esso non si ripeta."

VEDI ANCHE



FILO DIRETTO Il clic nella mente di Leclerc è scattato con il sorprendente sesto posto di Baku, dove grazie a una Sauber più stabile, ha saputo trasformare in punti gli insegnamenti tratti dalle prime tre uscite stagionali. Ma il segreto del suo successo risiede soprattutto nell'etica professionale. Il giovane monegasco ha spiegato di essere costantemente in contatto con i suoi ingegneri: "Parlo con loro dopo la gara, lunedì o martedì, per fare il punto su cosa ha funzionato e cosa può essere migliorato. Gli chiedo cosa posso fare per migliorare, ed è importante per me sapere che la macchina funzioni."

PIOGGIA DI COMPLIMENTI. I risultati di Charles Leclerc hanno destato l'attenzione da più parti nel paddock: "Ha sfruttato al meglio tutte le possibilità avute, segnando punti con una macchina che non è abitutata a concludere nei dieci" - ha spiegato Vettel, mentre Hamilton ha aggiunto: "Ha veramente del potenziale per fare grandi cose, e non si può dire questa cosa di tutti." Il suo team principal, Frederic Vasseur, che nelle categorie giovanili ha lavorato con entrambi i due campioni menzionati, è quello che più di tutti può avere il polso della situazione: "Charles è in crescita, sono orgoglioso del lavoro che sta facendo, non è facile. Sono rimasto impressionato dalla sua calma e dalla sua abilità di fronteggiare i commenti negativi piovuti dopo le prime gare."

IDOLI E RIVALI Dal canto suo, Charles resta umile e focalizzato sul suo lavoro in Sauber in questo promettentissimo 2018: "Raramente dico cose positive su di me, credo che il mio manager mi abbia fatto fare buoni passi, sin dal 2012. Non ho mai fatto per più di un anno la stessa categoria, sono sempre salito di livello, e credo che questo abbia aiutato a spingermi e a sapermi adattare velocemente. Vettel mi ha detto che ho fatto un buon lavoro, Hamilton ha parlato bene di me con i media, Alonso ogni tanto viene a scambiare due parole. Per me è un immenso onore, mi rispettano. Li ammiro sin da quando ero un bambino..."

FUTURO ROSSO Da più fonti si da per certo l'approdo di Leclerc in Ferrari per la prossima stagione, come naturale evuluzione della sua inarrestabile ascesa, ma il ragazzino monegasco non si scompone: "Sono concentrato solo sul presente. Non voglio cambiare questo approccio perché non penso che sarebbe positivo per me farlo, mi distrarrebbe. Resto concentrato sul mio lavoro senza pensare al prossimo anno, spero solo di fare un buon lavoro qui, dopodiché si vedrà."


Pubblicato da Valerio Colombo, 17/07/2018
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox