Autore:
Simone Valtieri

PARLA L'EX PRESIDENTE Con Hamilton la Ferrari avrebbe vinto il mondiale già quest'anno. Il concetto non è stato espresso da un qualunque fan della Formula 1, bensì dall'ex presidente della casa di Maranello, Luca Cordero di Montezemolo, che intervistato per il programma "La Politica nel Pallone" su GR Parlamento, ha parlato del Mondiale conclusosi il mese scorso ad Abu Dhabi. 

CON LEWIS FERRARI IRIDATA "Quest'anno Hamilton ha fatto la differenza, disputando la migliore stagione da quando corre" - ha spiegato Montezemolo - "Anche lui ha dei momenti di debolezza e va un po' in crisi, però quest'anno con la Ferrari avrebbe vinto. E non lo dico per sminuire Vettel, che ha tutte le possibilità di rifarsi con una macchina competitiva. "

SERVE LA ZAMPATA "Da questo mondiale esce una Ferrari molto diversa da quella che lasciai a ottobre 2014, negli uomini e nella mentalità" - ha poi proseguito il manager italiano - "La Ferrari quest'anno ha fatto una buona macchina, in alcune situazioni anche superiore alla Mercedes, ma è mancata la zampata finale. Ha rincorso spesso il mondiale negli ultimi quattro anni, in certi momenti c'è stata la sensazione che potesse anche vincere ma non è avvenuto e la cosa mi è dispiaciuto di più è vederla battuta già a due-tre gare dalla conclusione."

VETTEL COME SCHUMI Tornando a Sebastian Vettel, Montezemolo ha aggiunto: "Ha fatto degli errori decisivi per il mondiale, ma bisogna fare di tutto per tenerlo carico. Vettel è un pilota di primissimo ordine e sempre vicino alla squadra, sta vivendo un momento di frustrazione e bisogna sostenerlo, a maggior ragione con l'arrivo di un ragazzo molto forte (Leclerc) e con un grande futuro. In questi casi bisogna tenere la squadra unita, si vince e si perde tutti insieme. Ne parlavo con Jean Todt, anche Schumacher fece degli errori nei primissimi tempi, ma è sempre importante parlare chiaro nello spogliatoio e sostenere il team in pubblico."

SCHUMACHER & ALONSO Montezemolo ha anche dedicato un pensiero ai due piloti più forti che abbiano corso con la rossa sotto la sua gestione. "Schumi è un gran lottatore, voglio bene a lui e alla sua famiglia. Fernando è stato un po' condizionato dal suo carattere non semplice, ma in gara è ancora oggi tra i migliori in pista. Peccato che non abbia avuto una macchina all'altezza per le mani negli ultimi anni." Infine una domanda lecita. Quante possibilità ci sono che una persona così avvezza al mondo del motorsport, torni in futuro a occuparsi di Formula 1? "Da zero a cento? Meno di zero..." ha concluso Montezemolo.


TAGS: ferrari montezemolo vettel alonso schumacher Hamilton f1 2018 luca cordero di montezemolo Hamilton Ferrari