5° Rally di Roma Capitale: ecco cosa è successo alla fine di gara1
CIR 2017

5° Rally di Roma Capitale: ecco cosa è successo alla fine di gara1


Avatar di Andrea Minerva , il 17/09/17

4 anni fa - Andreucci in difficoltà nelle prime prove di gara2: rotto il leveraggio del cambio

Andreucci in difficoltà nelle prime prove di gara2: rotto il leveraggio del cambio

Benvenuto nello Speciale RALLY DI ROMA CAPITALE, composto da 13 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario RALLY DI ROMA CAPITALE qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

CRONO IMPAZZITO  Mentre è in corso di svolgimento la seconda tappa, o se preferite, la gara 2 del 5° Rally di Roma Capitale, penultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally 2017, ne approfittiamo per qualche precisazione in merito a quello che è accaduto ieri sera, nelle convulse fasi finali di gara 1. Prima di tutto, il clamoroso pasticcio del cronometro, e del tempo errato assegnato a Simone Campedelli e Pietro Elia Ometto, in gara con la Ford Fiesta R5 del team Orange1 racing, nel corso della penultima prova speciale, divenuta poi l’ultima per la sospensione e l’annullamento della conclusiva prova numero 6. Campedelli si accorge che il tempo assegnatogli dalla classifica ufficiale è più alto di quello fatto registrare dal cronometro all’interno della macchina. Da qui, i messaggi e la telefonata al team, le verifiche con i cronometristi e la correzione dell’errore che era costato a Campedelli ben due secondi. La svolta è decisiva, la nuova classifica vede Campedelli e Ometto ritornare al comando e conquistare così un successo fondamentale in gara 1 su Umberto Scandola e Guido D’Amore con la Skoda Fabia R5 di Skoda Motorsport Italia. Non una cosa da poco in un campionato così tirato e incerto.

CONSANI BLOCCA L’ULTIMA PROVA  Lo ricordiamo, il 5° Rally di Roma Capitale è valevole sia per il Campionato Italiano che per quello Europeo, anche se con due classifiche distinte. Gli equipaggi della Serie Continentale partono davanti a quelli della Serie Tricolore. Torniamo quindi a ieri sera, al via della prova “Greci-Pico” di ben 26km e 440 metri. Il leader della gara dell’Europeo, il russo Alexey Lukyanuk incappa in un incidente, si stacca una ruota e la Ford Fiesta R5 rimane pericolosamente in traiettoria. Bandiera rossa e gara sospesa. I commissari risolvono la situazione e la prova può ripartire, ma non la pensa allo stesso modo il francese Robert Consani che pretende un nuovo passaggio dell’apripista, il quale si trova però a 26km di distanza, al termine della prova. Impossibile farlo tornare indietro, ma Consani non ci sta, si discute animatamente ma la Ds3 R5 del pilota francese rimane in mezzo. Non c’è niente da fare, la prova viene annullata, sia per l’Europeo che per il Campionato Italiano e gara1 finisce cosìRobert Consani viene penalizzato di 30 minuti, in attesa di probabili futuri provvedimenti disciplinari. Tutto ciò non è un fatto di poco conto, un’ultima prova disputata con il buio e la pioggia, e lunga 26km, avrebbe potuto dare uno scossone significativo alla classifica del Cir.

VEDI ANCHE



ANDREUCCI IN DIFFICOLTA’ IN GARA 2  Dopo le prime tre prove speciali di gara2, quindi a metà del programma della seconda giornata del Rally di Roma Capitale, Campedelli prosegue nella lotta con Scandola mantenendo la prima posizione con un vantaggio di 2 secondi e 1 decimo, si trova invece in grave difficoltà Paolo Andreucci a causa del blocco del leveraggio del cambio.  Il pilota di Peugeot Sport Italia ha perso nelle prime tre prove 2 minuti e 17 secondi da Campedelli e Scandola ed è ora quarto alle spalle di Kalle Rovanpera. In questo momento, gli equipaggi si stanno dirigendo verso il Parco Assistenza di Fiuggi e i meccanici di Peugeot Sport Italia avranno sicuramente molto lavoro da fare. La disavventura tecnica patita da Paolo Andreucci e Anna Andreussi  è un colpo di scena pesante e sfortunato che in ogni caso tiene viva più che mai questa stagione del rally tricolore.

CLASSIFICA DOPO LE PRIME TRE PROVE DI GARA 2: 1) Campedelli/Ometto – Ford Fiesta R5  2) Scandola/D’Amore – Skoda Fabia R5 a 2.1  3) Rovanpera/Pietilainen- Peugeot 208 T16 R5 a 1.14  4) Andreucci/Andreussi-Peugeot 208 T16 R5 a 2.17    


Pubblicato da Andrea Minerva, 17/09/2017
Gallery
rally di Roma Capitale
Logo MotorBox