CACCIATORI DI NICCHIE Ricordate la BMW X6 prima maniera? Quando iniziò a popolare le strade di mezzo mondo (e i garage di facoltosi imprenditori), sulla scena non vi era ancora nulla di simile. Senonché, visto il rapido successo dell'esperimento, il mercato prese spunto. Oggi un Suv coupé nemmeno fa notizia, tanto questo genere di carrozzeria è diffuso ad ogni livello di prezzo, marchi generalisti inclusi. Esploratrice per eccellenza di nuove frontiere, vuoi vedere che ora BMW estrae dal cilindro il Suv cabriolet? Non sarebbe un'invenzione vera e propria. A meno che a Monaco non declinino l'idea a modo loro.

SUV CABRIO? WHY NOT Interrogato dal magazine Digital Trends, il direttore product planning & strategy di BMW Ralph Mahler lascia la porta aperta. "Un Suv decappottabile è proprio ciò che manca alla nostra gamma sport utility. Abbiamo discusso a lungo sull'opportunità di realizzarlo, e su una eventuale domanda da parte del pubblico. L'argomento è ancora di massima attualità". Sibillino, ma non troppo, Herr Mahler: vista la propensione BMW a riempire nicchie e sottonicchie, non ci sarebbe da stupirsi se nel volgere di un anno o due, sulle promenade di Montecarlo, Miami e Dubai prenderanno a passeggiare stravaganti X6 Cabriolet.

UNA X4 APERTA IN DUE Già: anche quando BMW sciogliesse le riserve e desse il via al progetto cabrio-Suv, quale il modello di partenza? Più che l'ammiraglio X6, troppo imponente e poco armonioso come base per un modaiolo Suv en-plen-air, il candidato più credibile sembra essere il più discreto X4. Un'edizione a tettuccio apribile del "Sac" su piattaforma X3 rivaleggerebbe tra l'altro proprio con l'odierna monopolista del segmento, Sua Maestà Range Rover Evoque Convertible. Altro prodotto rimasto incerto fino all'ultimo. Sappiamo tutti, BMW compresa, com'è andata a finire.


TAGS: bmw bmw x4 bmw suv bmw suv cabrio bmw sac