Autore:
Lorenzo Centenari

COUNTDOWN Cerchiare sul lunario con matita rossa la scadenza del 25 febbraio. Se si abita o si frequenta la città di Milano, e se si guida un'auto o un furgoncino con qualche primavera di troppo alle spalle. Inizialmente prevista per il mese di gennaio, l'introduzione della famigerata Area B è slittata solo qualche settimana. Presto si metterà al lavoro, sbarrando la strada a migliaia di veicoli e punendo con severità coloro che trasgrediranno. Non è tutto: si parte "soft", per poi stringere a poco a poco le maglie fino al 2030. Milanesi, meglio mettersi al volante informati. Facciamo il punto.

I DIVIETI Area B è il nome della nuova Zona a Traffico Limitato di Milano che dal 25 febbraio 2019 vieta l’ingresso entro una determinata cerchia urbana alle vetture diesel dalla classe antinquinamento fino ad Euro 3. Per i veicoli commerciali, la soglia cresce invece fino ai diesel Euro 4 cosiddetti pesanti (N2-N3), senza filtro antiparticolato. Limiti anche per i mezzi a benzina pre Euro e per i veicoli a due ruote fino ad Euro 1. Il divieto è in vigore dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, esclusi i festivi. A ottobre 2019, il primo giro di vite: stop anche alle auto diesel Euro 4 senza Fap. Un anno dopo (ottobre 2020), fermi i benzina Euro 1. Ma è il gasolio, ad andare incontro al destino più amaro: dal 2022 stop agli Euro 5, dal 2030 stop agli Euro 6. E per il diesel, Milano sarà definitivamente off-limits.

LA MAPPA Al debutto, i confini dell'Area B saranno sorvegliati da 16 varchi elettronici, una pattuglia di telecamere destinata a crescere fino a 180 unità entro il 2020, così da sigillare il 72% del territorio cittadino. Qui sotto, la mappa della nuova Ztl, molto più estesa che non la preesistente Area C (ancora in funzione).

Area B Milano, la mappa

LE ECCEZIONI Per rafforzare il processo di conoscenza da parte degli automobilisti, il Comune di Milano riconosce ad ogni veicolo una deroga d'ufficio di 50 giorni di circolazione, anche non consecutivi. Non tutti i diesel Euro 3 sono comunque interessati dal divieto: esclusi dall'obbligo di stare alla larga dall'Area B sono i veicoli di interesse storico con più di 30 anni di età, quelli utilizzati per il trasporto di persone affette da gravi patologie e malattie rare, i lavoratori che effettuano il tragitto casa/lavoro e lavoro/casa nella fascia oraria o che operino in turni con ingresso al posto di lavoro in orario antecedente le 7 di mattina o uscita in orari successivi alle 21, i volontari di pronto soccorso e pubblica assistenza, autoscuole, agenti di commercio, artigiani, infine ambulanti in possesso di regolare permesso. Clicca qui per conoscere in dettaglio tutte le deroghe e qui per leggere la nostra guida pratica all'Area B di Milano.

LE SANZIONI Cosa rischia chi ignora il divieto di accesso all'Area B? La sanzione prevista consiste in una multa di 80 euro, la stessa cioè in vigore per qualsiasi accesso senza autorizzazione ad una Zona a Traffico Limitato. Come da Codice della Strada, non è prevista la decurtazione di punti patente. Buona Area B a tutti.


TAGS: inquinamento ztl diesel euro 3 varchi elettronici milano area b