Autore:
Marco Rocca

VENT’ANNI DI CARRIERA Sembra ieri, eppure non era ancora iniziato il ventunesimo secolo quando ha debuttato in Italia la prima generazione della Toyota Yaris. Con il suo milione di unità vendute qui da noi, la piccola giapponese ha sempre riscosso un notevole successo nel settore delle piccole. 

PIATTAFORMA NUOVA Il progetto della Yaris 2020, rivisto da cima a fondo, si basa sulla nuova piattaforma TNGA-B di Toyota, concepita per i modelli più compatti del marchio. In controtendenza con le altre vetture del segmento B, che gonfiano le dimensioni di ogni nuovo modello, la nuova Yaris si accorcia di 5mm. Praticamente identica alla vecchia generazione. A fare davvero la differenza sono i 5cm in più in larghezza e nel passo, a tutto vantaggio dello spazio a bordo per i passeggeri.

PROPORZIONI TUTTE NUOVE Se vogliamo ancora dare i numeri ci sono 40mm in meno in altezza, ma lo spazio per la testa è invariato, grazie alla posizione ribassata dei sedili, che sono anche stati spostati 6 cm in avanti. Una rivoluzione importante che per finire ha visto anche un abbassamento del baricentro di 15mm per un piacere di guida piu elevato. La scocca è stata irrigidita per ridurre rumori e vibrazioni, e migliorare il comfort di marcia.

COM’È FUORI Completamente nuova anche all’esterno, la nuova Yaris segue il nuovo look sportivo inaugurato dalla Corolla qualche mese fa. Fari taglienti full led, enorme bocca spalancata sull'asfalto e due grosse nervature sul cofano. La fiancata muscolosa, mossa da tre lunghe scalfature, sale decisa verso il montante posteriore. A condire il tutto pensa il tetto nero che alleggerisce la linea. Al posteriore gli occhi sono tutti per la lunga fascia in nero lucido che congiunge i fanali posteriori. L'effetto non è niente male ma a prima vista ricorda un po' la T- Cross di VW. 

TRE STRUMENTI DIGITALI La nuova generazione di Yaris porta una ventata di aria fresca anche in abitacolo. Non ci sono particolari effetti Wow, il rigore Toyota è sempre al primo posto in fase di progettazione, ma ora è tutto più moderno. Ci sono un head up display a colori da ben 10 pollici, lo schermo del sistema infotainment a sbalzo come va di moda ora, e una strumentazione totalmente digitale. Mica male! D'eccellenza anche la dotazione di ausili alla guida con l'ormai famoso Toyota Safety Sense, di serie per tutti gli allestimenti che comprende fra gli altri sistemi il mantenimento in corsia attivo che lavora a braccetto con il regolatore di velocità adattativo con funzione di arresto e ripartenza nel traffico, per una guida autonoma di livello 2, per usare un termine tecnico. 

ARRIVA L'AIRBAG CENTRALE Ma la vera novità la nuova Yaris la porta in ambito sicurezza: debutta il nuovo airbag frontale fra i sedili anteriori che si gonfia in caso di impatto laterale per evitare che la testa del guidatore sbatta violentemente contro quella del passeggero seduto al suo fianco. 

SEMPRE PIU' HYBRID La tecnologia ibrida Toyota di quarta generazione esordisce come powertrain principale della nuova Yaris: un sistema Hybrid Dynamic Force 1.5 litri che deriva dai più grandi 2.0 l e 2.5 l introdotti sulle nuove Corolla e RAV4. Un modernissmo benzina 3 cilindri con fasatura variabile e ciclo di funzionamento Atkinson per migliorare la resa energetica, che infatti raggiunge il 40% (un valore di riferimento per un benzina).

MOTORE ELETTRICO La parte elettrica è affidata a un motore elettrico alimentato da nuove batterie, più leggere del 27% e del tipo agli ioni di litio, tecnologia più moderna rispetto alle vecchie pile al nichel-metallo idruro. Il cambio, ovviamente sempre automatico a variazione continua di rapporto, è stato reso più compatto del 9%. Oltre alla Yaris Hybrid ci saranno anche due versioni a benzina da proposte da un 3 cilindri da 1.0 o 1.5 litri. Queste per il momento sono tutte le informazioni attualmente diffuse da Toyota su Yaris. Vi terremo aggiornati. 


TAGS: toyota nuova toyota yaris hybrid nuova yaris 2020 tokyo 2019