DAL GIAPPONE CON FURORE A poco più di tre anni dal lancio avvenuto in occasione del Salone dell’Auto di Ginevra 2016, Toyota ha svelato una versione aggiornata del suo crossover di successo C-HR. Fermo restando le misure compatte (lunghezza 436 cm/larghezza 179,5 cm/altezza 155,5 cm) il model year 2020 avrà uno stile leggermente diverso, un nuovo sistema di infotainment, un inedito propulsore mild-hybrid e una serie di miglioramenti a livello di autotelaio. Partiamo dallo stile, che adesso è caratterizzato nella parte frontale dalla presenza di fari a Led ridisegnati, di una calandra dal design più moderno e di un paraurti anteriore con nuove prese d'aria e fendinebbia. Dietro, invece, c'è un diffusore perfezionato nello stile con ulteriori dettagli cromati e una coppia riveduta di luci a Led, che si inseriscono in un nuovo spoiler nero lucido.

COME È FATTO L’ABITACOLO La cellula abitativa è stata aggiornata con interventi mirati sul sistema di infotainment, che offre supporto per gli aggiornamenti over-the-air delle mappe di navigazione e le ultime versioni di Apple CarPlay e Android Auto. Oltre all'aggiornamento del sistema multimediale, poco altro è cambiato in abitacolo se non a livello di piccole finiture e di una migliore insonorizzazione grazie all’utilizzo di materiale fonoassorbente per isolare aree più ampie nella zona dei lamierati.

Toyota C-HR 2020: look più moderno in dimensioni compatte

MOTORE DUEMILA MILD-HYBRID L’attuale proposta di motorizzazione prevede l’unità ibrida da 1,8 litri da 122 CV con cambio automatico a variazione continua E-CVT, a cui si aggiungerà il propulsore ereditato dalla Corolla, quel quattro cilindri di 2,0 litri mild-hybrid capace di 184 CV e 202 Nm e con emissioni di CO2 di 118 g/km. I modelli equipaggiati con il più potente propulsore da 2,0 litri beneficiano di una serie di miglioramenti del telaio, tra cui un sistema di servosterzo elettrico evoluto e un aggiornamento delle sospensioni, che secondo Toyota migliora il comfort di marcia del crossover giapponese. 

VERSIONI, PREZZI E LANCIO La gamma in listino dovrebbe essere la stessa, fatto salvo uno semplificazione di quella attuale, con sei allestimenti: Active, Trend, Dynamic, Lounge, Style e Style+. Mentre è prevedibile la consueta versione di lancio che, visto il colore delle prime immagini stampa, potremmo chiamare "Orange Edition" e inizialmente si posizionerà al vertice. Il lancio del crossover giapponese è previsto entro la fine del 2019 con una entrata a regime di vendite nel 2020. I prezzi di Toyota C-HR per il mercato italiano non sono stati comunicati, ma visto il posizionamento attuale che varia da 24.550 euro della versione Active a 29.050 euro della Style+, è ipotizzabile un allineamento a questi prezzi o un leggero incremento.


TAGS: toyota toyota chr nuovo toyota chr toyota chr 2020 toyota chr ibrida toyota chr 2020 mild hybrid