Novità auto

Nuova Mercedes EQS, l’ammiraglia tedesca diventa elettrica


Avatar di Claudio Todeschini , il 15/04/21

7 mesi fa - Nuova Mercedes EQS 2021: tutto quello che c’è da sapere sull'ammiraglia EV

La casa della stella a tre punte lancia il guanto di sfida a Porsche Taycan e Tesla Model S: 513 CV, 770 km di autonomia. Eccola, anche in video

L’ACCENDIAMO Dopo le anticipazioni dei mesi scorsi, i teaser che mostravano solo l’auto di profilo, le foto spia che l’hanno pizzicata durante i test invernali, Mercedes ha finalmente alzato il sipario sulla sua nuova ammiraglia elettrica, che va a ingrossare le fila della famiglia EQx, quella delle vetture 100% elettriche, che già vede in gamma il SUV compatto EQA e quello più grande EQC

COM’È FATTA FUORI MERCEDES EQS

Nuova Mercedes EQS: madrina alla presentazione Alicia Keys Nuova Mercedes EQS: madrina alla presentazione Alicia Keys

La prima berlina completamente elettrica di Mercedes, progettata fin dall’inizio per essere solo a emissioni zero, nasce su una piattaforma dedicata e modulare, che verrà  utilizzata per tutti i prossimi veicoli elettrici di alta gamma della casa tedesca. Di lato, l’auto disegna una linea curva praticamente senza soluzione di continuità, con i montanti molto spostati verso le estremità della carrozzeria: gli sbalzi sono ridotti, a tutto vantaggio dell’abitabilità interna, la più generosa mai vista in una berlina Mercedes. Particolare il muso molto basso, che rafforza la linea aerodinamica dell’auto. Muscolose le fiancate, con passaruota marcati.

Nuova Mercedes EQS: visuale di 3/4 anteriore Nuova Mercedes EQS: visuale di 3/4 anteriore

BLACK PANEL Il frontale si caratterizza per quello che Mercedes definisce Black Panel, che integra la grande calandra chiusa di colore nero (e con i motivi della stella a tre punte all’interno, su richiesta) dietro cui sono nascosti i numerosi sensori per gli aiuti alla guida, tra cui telecamera, radar e lidar (radar luminoso). I gruppi ottici affusolati sono collegati tra loro da una linea di LED che disegna un’unica, inconfondibile firma luminosa. Di serie i fari Full LED, su richiesta quelli a matrice attiva Digital Light.

Nuova Mercedes EQS: visuale di 3/4 posteriore Nuova Mercedes EQS: visuale di 3/4 posteriore

A GUARDARE LE STELLE Di serie per tutte le versioni le maniglie a scomparsa a filo della carrozzeria, mentre su richiesta si può avere il tetto panoramico a tutta lunghezza. Anche i gruppi ottici posteriori sono collegati tra loro da una striscia luminosa, questa volta di colore rosso. La telecamera è nascosta dietro il logo sul portellone, che termina con un cenno di spoiler. Le feritoie laterali del paraurti servono per far defluire l’aria delle ruote posteriori. I cerchi in lega possono essere da 19” o 20”, a seconda dell’allestimento e della versione.

DIMENSIONI Quando parlano di grande berlina, a Stoccarda non scherzano mai: Mercedes EQS è lunga 5,216 metri, larga 1,926 metri (specchietti esclusi) e alta 1,512 metri. Altrettanto importante il passo: 3,21 metri. 

AERODINAMICA RECORD

Nuova Mercedes EQS: visuale laterale Nuova Mercedes EQS: visuale laterale

La forma così particolare (e che non convincerà tutti, ma a me piace moltissimo) dell’auto serve soprattutto a migliorare l’aerodinamica, e ci riesce molto bene: Mercedes EQS vanta un Cx record di 0,20, un record tra le vetture di serie. Ne beneficia l’autonomia, ma anche il comfort acustico di chi siede in auto. Per ottenere un simile risultato gli ingegneri tedeschi hanno lavorato su ogni aspetto dell’auto, dal fondo piatto al radiatore chiuso, passando per gli spoiler e i cerchi dal design ottimizzato.

INTERNI DI LUSSO

Nuova Mercedes EQS: gli interni con MBUX Hyperscreen Nuova Mercedes EQS: gli interni con MBUX Hyperscreen

La lettera “S” non è una di quelle che Mercedes usa con leggerezza, ed è riservata alle auto che nascono con l’obiettivo di superare le aspettative dei clienti più esigenti. EQS, da questo punto di vista, promette grandi cose. All’interno l’atmosfera è sontuosa, specialmente nella versione con Hyperscreen (vedi sotto). Tutto è ricoperto in pelle o materiali pregiati (tra cui il legno), le finiture da prima della classe, e le comodità più di quante se ne possano umanamente desiderare. E per ricordare l’attenzione alla sostenibilità sposato da ogni marchio automobilistico, premium e non, sono disponibili anche rivestimenti ottenuti tramite materie prime riciclate.

VEDI ANCHE



A FORMA DI TURBINA Di serie il climatizzatore bizona, su richiesta a quattro zone (con filtro HEPA che depura l’aria proveniente dall’esterno), in grado di pre-climatizzare l’auto da remoto tramite app. Moderne le bocchette di aerazione nella parte alta della plancia, accoppiate a quelle a tonde ai lati. Sotto il generoso tunnel centrale c’è un enorme vano portaoggetti, che ospita anche la ricarica wireless degli smartphone. Il pacchetto AMG Line prevede sedili sportivi con poggiatesta integrati. Infinite le combinazioni di materiali, colori, pellami e rivestimenti.

Nuova Mercedes EQS: gli interni con MBUX Hyperscreen Nuova Mercedes EQS: gli interni con MBUX Hyperscreen

UN’ORCHESTRA IN AUTO Sempre su richiesta, è possibile arricchire il già imponente impianto stereo con uno realizzato dallo specialista Burmester, con quindici altoparlanti, altrettanti canali di amplificazione, cancellazione attiva del rumore e una potenza complessiva di 710 Watt. Per i più esigenti, in collaborazione con l’esperto di suoni nella natura Gordon Hempton, sono disponibili tre programmi sonori che riproducono la brezza oceanica, il fruscio delle foglie e il canto dei gabbiani.

DISCO VOLANTE Il cruscotto, interamente digitale, prende spunto da quello di Classe S, con due grandi strumenti circolari ai lati, al cui interno possono essere richiamate informazioni e contenuti relativi alla guida. Nella modalità di visualizzazione Sport, al centro dello schermo compare un oggetto a forma di disco che si muove nello spazio in base alle sollecitazioni dell’auto. L’head-up display in realtà aumentata è disponibile in due diverse grandezze.

Nuova Mercedes EQS: i sedili posteriori Nuova Mercedes EQS: i sedili posteriori

PORTIERE AUTOMATICHE Su richiesta saranno disponibili le portiere Comfort, sia anteriori che posteriori: le maniglie a sfioramento si aprono quando ci si avvicina all’auto, entro i sei metri; quando la distanza si riduce a circa un metro e mezzo, la portiera si apre automaticamente. Una volta a bordo, premendo il pedale del freno, la portiera si chiude da sola. I numerosi sensori di parcheggio e perimetrali si assicurano che, aprendosi, non vadano a toccare qualche ostacolo. Dal posto di guida è possibile anche comandare l’apertura e la chiusura delle portiere posteriori. Autisti e genitori che accompagnano i figli a scuola sono avvertiti!

A TUTTO SCHERMO

Il vero pezzo forte della nuova ammiraglia Mercedes, almeno all’interno: EQS è l’auto che porta al debutto il nuovo MBUX Hyperscreen, un display da 56” che copre praticamente l’intera larghezza della plancia. Disponibile solo su richiesta, si estende dal quadro strumenti del pilota fino al passeggero. Presentato al CES di Las Vegas qualche mese fa, ne abbiamo parlato in maniera più approfondita qualche settimana fa: qui trovate il nostro speciale (anche video).

TRE IN UNO Lungo un metro e quarantuno centimetri, l’Hyperscreen è in realtà composto da tre display inseriti in un’unica lastra di vetro: il quadro strumenti da 12,3”, il display centrale per l’infotainment con tecnologia OLED e dalla diagonale di 17,7”,  e il display per il passeggero, sempre OLED, da 12,3”. Ben dodici gli attuatori sotto le superfici touch, per garantire una risposta immediata e un feedback aptico al tocco. Nella versione “base” la EQS monterà un più tradizionale cruscotto digitale con tecnologia 3D da 12,3” abbinato a uno schermo centrale disposto in verticale da 12,8”.

Mercedes EQS: il sistema MBUX adatta le schermate dell'infotainment alle luci ambiente Mercedes EQS: il sistema MBUX adatta le schermate dell'infotainment alle luci ambiente

INTELLIGENZA ARTIFICIALE A prescindere dalla scelta della plancia, il software MBUX che gestisce l’impianto avrà il supporto di un’intelligenza artificiale che lavora con l’assistente digitale di bordo (e che si attiva con la frase “Ehi Mercedes”), capace di rispondere ai comandi impartiti in linguaggio naturale, e di migliorarsi con l’uso, imparando anche a riconoscere - così sostiene Mercedes - anche l’umore di chi è al volante, adeguando di conseguenza il colore della luce ambientale. Tra le altre tecnologie di bordo, telecamere per il riconoscimento biometrico e la regolazione automatica degli specchietti e lo scanner di impronte digitali per autenticare il conducente.

LEI NAVIGA DA SOLA Il software dell’auto interverrà anche nella navigazione, pianificando sempre il percorso più efficiente tenendo conto di colonnine, topografia, condizioni di traffico, temperatura e costi di ricarica. Gli aggiornamenti software saranno over-the-air: questa caratteristica permette di aggiungere funzionalità anche dopo l’acquisto dell’auto: per esempio, attivando (leggasi “acquistando”) l’attivazione dell’asse posteriore sterzante di 10 gradi (di serie sterzano di 4,5°).

MOTORI E BATTERIA

Nuova Mercedes EQS: serie di lancio Edition One Nuova Mercedes EQS: serie di lancio Edition One

Mercedes EQS punta a battere un altro record: quello dell’auto elettrica con maggior autonomia. Le batterie monstre da 107,8 kWh alloggiate nell’enorme pianale assicurano infatti un raggio d’azione di ben 770 km (omologati nel ciclo WLTP). L’auto sarà inizialmente disponibile in due modelli: EQS 450+ con motore e trazione posteriore, ed EQS 580 4Matic con secondo motore all’anteriore e trazione integrale. Le potenze vanno da 333 CV (245 kW) a 523 CV (385 kW), con una coppia rispettivamente di 568 e 855 Nm. Se queste cifre non vi bastano, sappiate che è già in cantiere una versione Performance da 762 CV (560 kW).

Nuova Mercedes EQS: visuale di 3/4 anteriore Nuova Mercedes EQS: visuale di 3/4 anteriore

KERS Sofisticato, e non poteva essere diversamente, il recupero dell’energia in frenata e in rilascio disponibile in tre diversi livelli di decelerazione richiamabili dalle palette dietro il volante. C’è poi un livello automatico che permette di arrivare a decelerazioni fino a 3 m/s2 tramite il recupero di energia. Nella modalità Eco l’auto sfrutta ogni opportunità per ricaricare le batterie, e può di fatto essere guidata con il solo pedale dell’acceleratore. 

SI ALZA DA SOLA L’assetto è gestito da un asse anteriore a quattro bracci e uno posteriore tridimensionale, riprendendo lo schema della Classe S. Di serie le sospensioni pneumatiche AirMatic che abbassano la vettura automaticamente da 120 km/h. Fino ai 40 km/h la carrozzeria può essere sollevata di 25 mm, per esempio per superare i dissuasori lungo la strada. La trazione integrale 4Matic è gestita da una centralina che ripartisce la coppia tra i due motori (e quindi i due assi) monitorando lo stato della trazione 10mila volte al secondo.

RICARICA

Nuova Mercedes EQS: un anno di Ionity illimitato Nuova Mercedes EQS: un anno di Ionity illimitato

Con il programma Mercedes me Charge è possibile accedere a 200.000 punti di ricarica in tutta Europa con un solo contratto. I primi tre anni di canone sono gratuiti. E se abitate vicino a una colonnina Ionity, Mercedes offre il primo anno di ricariche gratuite e illimitate presso la rete di ricarica rapida in corrente continua. La funzione Plug & Charge (nelle stazioni di ricarica abilitate) demanda all’auto il “dialogo” con la colonnina, occupandosi di autorizzare la ricarica e l’eventuale pagamento, lasciando al proprietario solo l’onere di infilare il cavo di ricarica.

IN QUANTO TEMPO? Viste le dimensioni della batteria, occorre dotarsi di un impianto adeguato, o appoggiarsi alle colonnine pubbliche: con una normale Shuko di casa da 2,3 kW occorrerebbero infatti due giorni esatti per una ricarica completa! Di serie Mercedes EQS supporta la ricarica in corrente alternata fino a 22 kW, e in continua fino a 200 kW: con questa potenza, è possibile incamerare 300 km di autonomia in circa 15 minuti.

SICUREZZA E ADAS

A controllare la vettura e ciò che la circonda sono disponibili fino a 350 sensori. Con una simile dotazione a bordo, la dotazione legata ai sistemi di assistenza alla guida - di serie o a pagamento - è tra le più complete al mondo. Si va dalla “base” guida autonoma di Livello 2 in autostrada alla limitazione di velocità a 50 km/h nelle aree di sosta, dal sistema attivo antisbandamento alla sterzata automatica in caso di ostacoli in avvicinamento. 

PARCHEGGIA DA SOLA La tecnologia viene in soccorso anche nei parcheggi: oltre all’assistenza nelle manovre che hanno anche le auto guidate dai comuni mortali, qui c’è la possibilità di controllare l’auto da remoto tramite il proprio smartphone. Mercedes EQS è inoltre in grado di memorizzare le manovre di parcheggio, e ripeterle quando necessario, per esempio uscendo dal box di casa. Su richiesta, laddove disponibile, anche l’Intelligent Park Pilot già visto su Mercedes Classe S, che porta l’auto da sola nelle aree di sosta predisposte.

SCHEDA TECNICA

  EQS 450+ EQS 580 4Matic
Dimensioni 5.216 x 1.926 x 1.512 mm
Passo 3.210 mm
Diametro di sterzata 11,9 metri
Bagagliaio 610 /1.770 litri
Peso 2.480 kg 2.585 kg
     
Potenza 333 CV (245 kW) 523 CV (385 kW)
Coppia 568 Nm 855 Nm
Trazione Posteriore Integrale
Batteria (capacità netta) 107,8 kWh
     
Autonomia (WLTP) 770 km
Consumi (NEDC) 20,4 kWh/100 km 21,8 kWh/100 km
Capacità di ricarica AC/DC 11 kW/200 kW
     
Velocità massima 210 km/h 210 km/h
0-100 km/h 6,2 secondi 4,3 secondi

Pubblicato da Claudio Todeschini, 15/04/2021
Gallery
Listino Mercedes-Benz EQS
Allestimento CV / Kw Prezzo
EQS 450+ - / - 129.836 €
EQS 580 4Matic - / - 154.236 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Mercedes-Benz EQS visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Mercedes-Benz EQS
Vedi anche
Logo MotorBox