Anteprima

Ford Escape (Kuga) 2013


Avatar Redazionale , il 16/11/11

9 anni fa - La Ford Escape anticipa le forme della Kuga prossima ventura

Il nome Escape non deve trarre in inganno: quella che sfila sulla passerella di Los Angeles è in effetti la nuova Ford Kuga. In Europa debutterà al Salone di Ginevra per arrivare poi su strada nel corso del 2012.

ECCEZIONE ALLA REGOLA Solitamente le novità che vengono presentate nei saloni americani non hanno grande interesse per noi europei. I modelli a stelle e strisce restano spesso confinati Oltreoceano e agli automobilisti del Vecchio Continente conviene quasi guardare dall’altra parte per evitare un travaso di bile vedendo a che prezzi stracciati sono vendute le auto agli elettori di Obama. Anche questa regola, però, ha la sua brava eccezione, perché al Salone di Los Angeles debutta la Ford Escape, che anticipa le forme del profondo restyling che sarà introdotto sulla nostra Ford Kuga al prossimo Salone di Ginevra.

CITTADINA DEL MONDO Nei panni di Esacpe o Kuga, questa Ford sarà una world car, venduta anche in Cina, una cosa non comune per una Suv compatta, specie all’ombra dell’Ovale blu. Lunga 452 cm e larga 184, la nuova arrivata presenta novità importanti a livello del frontale e della coda, ispirate alla concept Ford Vertrek, mentre la vista laterale resta più o meno quella nota, con in evidenza il taglio a cuneo e i passaruota carnosi come dei salvagente. Il muso vede scomparire la presa d’aria inferiore trapezoidale e ha ora fari più sottili e allungati. Anche le luci di coda si danno una stiracchiata, arrivando quasi a lambire il terzo finestrino alterale.

VEDI ANCHE



NIENTE SPIFFERI Su alcune versioni la nuova griglia si annuncia attiva, capace cioè di chiudersi quando non ci sono problemi di raffreddamento, a tutto vantaggio dell’aerodinamica. E l’attenzione per l’ambiente della Ford Escape tocca anche altri ambiti, oltre all’aerodinamica, con largo uso di materiali naturali o riciclati e una gamma motori composta da sole unità a quattro cilindri, una vera primizia per il mercato americano.

PRIMADONNA La primadonna della famiglia è il nuovo 1.6 EcoBoost a iniezione diretta di benzina e turbo, capace di circa 175 cv. A fargli da scudieri in America sono chiamati un 2.5 aspirato da 170 cv e un due iltri EcoBoost con una potenza massima nell’ordine dei 240 cv. In Europa si può dare per scontata la presenza anche di alternative a gasolio, nelle classiche cilindrate 1.600 e 2.000. Anche sul lato trasmissione è lecito aspettarsi differenze sui due lati dell’Oceano Atlantico: solo cambi automatici SpeedShift a sei marce negli USA e offerta standard di cambi manuali invece in Europa. Alcune versioni della Ford Escape, come già accade per la Kuga attuale, sono concepite a trazione anteriore, mentre altre sono proposte con una trazione integrale permanente, utile a migliorare stabilità e motricità.

HIGH-TECH Molto interessante è anche la dotazione di gadget elettronici di questa Ford. In attesa di capire cosa sarà standard e cosa invece a richiesta, si può annotare la presenza di un navigatore a comandi vocali e con schermo touch screen. Meno tecnologico ma di grande utilità è il sistema di apertura del portellone che non richiede l’uso delle mani, permettendo di accedere al bagagliaio semplicemente muovendo il piede sotto il paraurti posteriore e tenendo la chiave elettronica in tasca. Per chi non ha grande dimestichezza con la retromarcia c’è anche l’assistenza al parcheggio che vede la macchina muovere lo sterzo da sola, mentre in autostrada è una benedizione il terzo occhio fornito dal BLIS, il dispositivo che vigila sugli angoli ciechi della macchina.


Pubblicato da Paolo Sardi, 16/11/2011
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox