Autore:
Andrea Rapelli

ALTRI TEMPI Il CES (Consumer Electronics Show) sembrerebbe tutto tranne che un'esposizione di automobili. Stavolta, però, in risposta alle consistenti prelibatezze tecniche di BMW, Audi coglie la palla al balzo per presentare gli interni della TT 2014. Corredati, naturale, da una valanga di chip.

DESIGN HI-TECH Il merito – o la causa, a seconda delle scuole di pensiero – dell'evento, per certi versi fuori dall'ordinario, è naturalmente da ricercarsi nell'elettronica, ormai indispensabile anche sull'utilitaria della nonna, figurarsi su una Audi TT 2014. Tra l'altro, grazie all'aggiornamento del sistema multimediale MMI è stato possibile risparmiare qualche kg e modellare una plancia più snella rispetto al passato ma anche classicamente geometrica. Non mancano le sempreverdi bocchette dell'aria circolari, che adesso permettono di regolare perfino temperatura e flussi.

GENERAZIONE SMARTPHONE Le novità non finiscono qui. I tradizionali quadranti analogici lasciano il posto ad un megaschermo da 12,3 pollici, con 2 modalità selezionabili: si può scegliere se visualizzare in grande tachimetro e contagiri oppure dare maggior spazio ai dati richiesti, come ad esempio il sistema di navigazione. Oltre alla già nota funzione di scrittura in punta di dita, il manopolone sul tunnel permette anche di zoomare o cambiare pagina, proprio come si fa con lo smartphone. Infine, l'immancabile freno a mano elettrico. Il futuro, piaccia o no, passa anche da qui.


TAGS: interni audi tt 2014 ces