Autore:
Marco Rocca

IL CANTO DEL CIGNO Prima che l’Audi R8 levi definitivamente le tende per lasciar posto al nuovo modello, al Salone di Las Vegas 2014 la Casa dei Quattro Anelli porta sotto i riflettori l’R8 Competition, vale a dire l'Audi stradale più potente di sempre. Ovviamente si tratta di una tiratura super limitata: solo 60 esemplari, tutti destinati al mercato statunitense, purtroppo.  

MORE POWER Al centro dell’attenzione c’è il motore, il noto V10 da 5,2 litri, questa volta però in grado di scaricare a terra ben 570 cavalli. In effetti, chi è di buona memoria si ricorderà che una R8 con la stessa potenza si era già vista. Si trattava della R8 LMX (che inaugurava i fari laser) declinata in 99 esemplari. Sulla stessa base, ma con modifiche marginali, nasce ora la Competition. Anche per lei riconfermate la trasmissione S-tronic a sette rapporti e l’immancabile trazione integrale permanente quattro. Disponibile solo in versione coupé, la Competition brucia lo 0 a 100 km/h in 3,2 secondi per una punta massima di 320 orari.

COME LA VEDO Se parliamo di styling, questo modello - come detto - si ispira alla R8 LMX, che a sua volta traeva spunto dalla R8 LMS per via delle numerose appendici aerodinamiche in fibra di carbonio mutuate dalla vettura impegnata nel mondiale endurance. Davvero suggestivi lo spoiler anteriore, le side-blade laterali, le calotte degli specchietti retrovisori, il diffusore posteriore e la generosa ala aerodinamica montata sul cofano motore. Non mancano poi cerchi in lega in nero lucido e un impianto di scarico sportivo con terminali bruniti per liberare nell’aria tutte le tonalità di cui è capace il V10 di origine Lamborghini. Immancabili, come i bicchieri di spumante al compleanno, i freni in materiale carboceramico. Audi inizierà ad accettare gli ordini dell’R8 Competition a partire da novembre. Le prime consegne sono tuttavia previste per l'inizio del prossimo anno, solo ed esclusivamente in America. 


TAGS: audi r8 competition edition