Autore:
Marco Rocca

QUESTIONE MOLTO PERSONALE Può essere di gusto e azzeccata, pacchiana e fuori luogo (gli sceicchi arabi ne sanno qualcosa), fatto sta che su auto di un certo prezzo e prestazioni la personalizzazione è quasi d’obbligo. Oltre al valore dell’auto quello che conta più di tutto è che sia unica. La bellissima Audi RS6, per esempio, è stata oggetto di una cura particolarmente amorevole da parte del programma Audi Exclusive che l’ha resa diversa da tutte le altre.

VETRINA SU RUOTE E’ una questione di dettagli, certo, ma sufficienti a rendere questa RS6 a tutti gli effetti una one-off, una sorta di vetrina su ruote che lascia intuire le potenzialità del programma Exclusive. A cominciare proprio dalla vernice grigia opaca e dagli enormi cerchi in lega neri (un must di questi tempi). Neri come i dettagli in fibra di carbonio per i listelli delle prese d’aria anteriori, gli specchietti e i terminali di scarico posteriori. Il design dal sapore sportivo prosegue anche all’interno dove sedili in pelle nera ad alto contenimento abbracciano gli occupanti, mentre finiture in fibra di carbonio e cuciture gialle a contrasto deliziano la vista.

BREVE RIPASSO Nulla da segnalare invece per ciò che concerne la parte tecnica e precisamente il motore, visto che sotto il cofano batte il "classico" V8 da 4.0 litri twin-turbo che sviluppa la bellezza di 560 cavalli e 700 Nm di coppia. Grazie alla trazione integrale, la sportiva travestita da station wagon accelera da 0-100 km/h in soli 3,9 secondi prima di fermare la sua corsa a 305 orari.


TAGS: one-off audi rs6 avant