Autore:
Giulio Scrinzi

UN ANNO DI DIGIUNO La sua ultima vittoria era datata 2016 in quel di Barcellona: un successo dopo il quale Valentino Rossi ha portato a casa ottimi risultati, ma mai un altro gradino più alto del podio. Poi ecco che succede di nuovo: circuito di Assen, al traguardo il Dottore arriva ancora una volta davanti a tutti, dopo una gara praticamente perfetta anche quando ha cominciato a piovere. Con questo suo ultimo successo Rossi ha raggiunto 115 vittorie in carriera segnando l'ennesimo record: 20 anni di distanza (più precisamente 20 anni e 313 giorni) dalla sua prima vittoria. Insomma: nonostante le 39 primavere sulle spalle Vale ha dimostrato che in MotoGP chiunque deve ancora fare i conti con lui.

STAGIONE IN CRESCENDO La stagione di Valentino Rossi è iniziata sotto i migliori auspici con un ottimo terzo posto all'esordio in Qatar seguito da due medaglie d'argento in Argentina e ad Austin. Ci sono stati poi i due passi falsi di Jerez, terminato in decima posizione, e Le Mans: scivolone durante una bagarre con il compagno di squadra Maverick Vinales e un pesante 0 in classifica. Un accenno di ripresa lo si è avuto al Mugello con un quarto posto stoico dopo l'incidente in allenamento sulla pista di Cavallara, al quale purtroppo è seguita l'ottava piazza al Montmelò. Colpa di uno scarso feeling con la Yamaha M1. Ma il Dottore non si arrende mai e, complice anche il nuovo telaio, ecco superato alla grande l'esame dell'Università delle Moto: vittoria e terza posizione nella classifica mondiale a soli 7 punti dal leader iridato Andrea Dovizioso. Diciamolo sottovoce: il decimo alloro iridato non sembra più un'impresa così impossibile...

IL COMMENTO DI VALENTINO Il commento del fenomeno di Tavullia è sul GP d'Olanda 2017 è fatto di parole dolci come il miele: “Sono molto contento di essere tornato a vincere proprio qua ad Assen, dove sono arrivato a dieci successi in tutta la mia carriera. È il primo trionfo di questa stagione: penso di meritarmelo dopo il grande lavoro che ho fatto nelle gare precedenti. Per il momento una gara siamo riusciti a vincerla, e ora in Campionato sono terzo a soli 7 punti da Dovizioso. Ora ci attende l'appuntamento del Sachsenring. L'unico problema? Che da una domenica all'altra può cambiare praticamente tutto”.


TAGS: motogp valentino rossi motogp 2017 valentino rossi 2017