Pubblicato il 02/11/2019 ore 14:00

QUALIFICHE MALESI Alle spalle dei tre arrembanti piloti della Yamaha in prima fila nel Gran Premio della Malesia a Sepang (Quartararo, Vinales e Morbidelli) si sono piazzati un nugolo di outsider per questa gara, a partire dai due freschi di podio in Australia, Cal Crutchlow e Jack Miller, che scatteranno domani in seconda fila. Discreta anche la sesta posizione di Valentino Rossi, che farà loro compagnia, mentre non è filato tutto liscio né per Andrea Dovizioso, preceduto anche dal compagno Danilo Petrucci, né per Marc Marquez, che nell'ostinarsi a prendere la scia di Quartararo, è stato proiettato in highside dalla sua moto e dovrà partire domani solo 11°. 

FRECCIATINA ROSSI Non a livello delle altre tre Yamaha - ma si sa, il suo punto forte non è certo la qualifica - si è piazzato sesto Valentino Rossi, al termine di una sessione comunque piuttosto lineare e consistente: ''Qui la domenica le condizioni sono diverse, io l'anno scorso partivo secondo e sono riuscito subito ad avere un buon passo e andare in fuga, abbiamo lavorato molto sulla partenza come in Australia, ma domani ci saranno tante Yamaha veloci davanti, e avrei potuto fare meglio. Sarà importante partire bene, un buon passo lo hanno Vinales, Quartararo, Dovizioso e Marquez.'' E a proposito di quest'ultimo, a domanda diretta sulla sua caduta, dovuta al voler seguire a tutti i costi Quartararo, Rossi ha risposto: ''Marc rompe le balle? Non ho nulla da aggiungere. Mi hanno raccontato cosa è accaduto e non ho ancora visto le immagini, ovviamente si è complicato la vita, ma non credo avrà problemi a risalire.''

MARQUEZ MEA CULPA Ed è stata la peggiore qualifica dell'anno per Marc Marquez, che da una vita non scattava fuori dalla top ten. Stavolta il tentativo di fare il furbetto, sfruttando la scia del più veloce di tutti (Quartararo), non ha pagato e lo ha portato alla rovinosa caduta della Q2: ''Sono più deluso per l'undicesimo tempo che per la caduta, peccato la qualifica sia finita anzitempo. Ho un po' di dolore in particolare al ginocchio sinistro, a parte quello sto bene. Stavo faticando con i cambi di direzione con una Honda non proprio stabile, sono stato troppo aggressivo e sono finito a terra. Perché ho aspettato Fabio? In realtà non volevo farlo, visto che era troppo veloce, ma alla fine mi sono ritrovato lui davanti e l'ho seguito. In alcune piste altri seguono me, qui ho provato a rimanere da solo ma giravo troppo lento, Quartararo era veloce e tutti volevano seguirlo per fare il tempo''. Da valutare anche la possibilità che il pilota di Cervera sia costretto a dare forfait per la gara: nella caduta il ventiseienne ha infatti riportato una contusione al braccio e una piccola lesione alla rotula che sono adesso sotto osservazione da parte dei medici.

DOVIZIOSO DELUSO Qualcosa non è andata come doveva per Andrea Dovizioso, che dopo il secondo posto di ieri partirà solamente decimo sulla pista dove ha vinto nel recente passato ben due volte, nel 2016 e 2017. ''È un vero peccato partire decimi, perché oggi siamo riusciti a migliorare ulteriormente il mio passo gara e quindi una buona posizione in partenza sarebbe stata davvero importante. Purtroppo in qualifica il mio feeling con la moto non era ottimo e quindi non sono riuscito ad essere abbastanza veloce. In ogni caso qui il rettilineo è molto lungo e, con una buona partenza, potremo recuperare molte posizioni all’inizio della gara''.

PETRUCCI SI ACCONTENTA E dopo un due giorni di difficoltà, Danilo Petrucci riesce nella sessione di qualifica di Sepang a sopravanzare il compagno Dovizioso, conquistando una ottava piazza che andrà necessariamente migliorata domani in gara: ''Sono contento di poter partire domani dalla terza fila, perché dopo le difficoltà incontrate questa mattina abbiamo lavorato bene e siamo riusciti a risolvere un po’ dei miei problemi. Domani la gara sarà sicuramente molto difficile, soprattutto a causa del grande caldo, e con le alte temperature la gestione delle gomme sarà piuttosto complicata. Vedremo che tempo farà domani e, anche se credo di non avere il passo per potermi giocare la gara, mi impegnerò al massimo come sempre per portare a casa un buon risultato.''

BAGNAIA RAMMARICATO Le prove libere avevano illuso che potesse fare anche qualcosina meglio, ma il 12° tempo per il ritrovato Francesco Bagnaia non è male, soprattutto dopo la scivolata della mattinata che ha semi-distrutto una delle sue due moto: ''Se devo essere onesto, c’è un po’ di rammarico per la qualifica perché potevo fare sicuramente meglio. Purtroppo ho trovato traffico in pista. Avrei dovuto andare da solo ed invece ho fatto la scelta sbagliata. Abbiamo lavorato bene con le gomme ed il feeling con la moto è davvero buono. Possiamo fare una buona gara domani''.

CRUTCHLOW AGGETTIVO Tornato con costanza nelle prime posizione, Cal Crutchlow sarà un brutto cliente per chiunque domani a Sepang. Con la conquista della quinta casella, è stato lui il migliore delle Honda quest'oggi, davanti a Zarco (9°) Marquez (11°) e Lorenzo (18°): ''Oggi abbiamo provato diversi setup e ne abbiamo trovato uno consistente, ma non abbastanza veloce sul giro. Ecco perché quest'anno ci siamo trovati a volte a lottare nella Q1, trovo difficile spingere questa moto su due o tre giri. Nelle FP4 abbiamo lavorato davvero bene con le gomme usate e il nostro ritmo era buono, quindi sapevo che avrei potuto fare un grande passo in avanti. Siamo contenti di essere in seconda fila''.

MILLER FIDUCIOSO Continua l'ottimo periodo di forma per Jack Miller, migliore delle Ducati quest'oggi. L'alfiere del team Pramac vuole continuare a stupire dopo il terzo posto ottenuto in gara a Phillip Island: ''Sono molto contento per il passo gara e la quarta posizione è un ottimo risultato. Devo ammettere, però, di essere un po’ frustrato perché pensavo di avere la possibilità per conquistare la prima fila. Tutti hanno visto cosa è successo nelle qualifiche. Sono comunque fiducioso per domani e abbiamo idee molto chiare sulla scelta delle gomme''.

RINS OTTIMISTA Infine Alex Rins, che si sta giocando la terza piazza iridata con Vinales, Quartararo e Petrucci e che dovrà tirare fuori qualcosa in più domani in gara per difendere i sette punti di margine che vanta sul connazionale della Yamaha: ''Sono stato in grado di fare un buon giro in qualifica e ottenere una posizione migliore rispetto alle ultime gare, girando soprattutto da solo. Ma più che il tempo sul giro, mi interessa il passo gara su cui penso di essere molto forte. Spero davvero di fare bene domani, soprattutto dopo la bella gara dello scorso anno, abbiamo un setup buono sia per l'asciutto che per il bagnato.''


TAGS: yamaha honda ducati motogp valentino rossi sepang andrea dovizioso danilo petrucci jack miller marc marquez francesco bagnaia motogp 2019 MalaysianGP 2019 MotoGP Malesia 2019 MotoGP Sepang 2019 FP3 MotoGP Malesia Qualifiche MotoGP Malesia