Pubblicato il 24/07/20

CALDO E PASSI GARA Con Marc Marquez fermo ai box in attesa di provare domani a salire in sella e affrontare il Gran Premio dell'Andalusia, la giornata è scorsa via liscia nel caldo torrido di Jerez. Il miglior tempo delle due sessioni è stato realizzato da Maverick Vinales, che ha preceduto Valentino Rossi nelle FP1, con Fabio Quartararo che non ha provato il time attack ma è sembrato quello più preparato in ottica gara. Nel pomeriggio i tempi si sono alzati a causa del caldo e della pista più scivolosa (si è vista anche qualche caduta) e i migliori hanno preferito lavorare per domenica, lasciando il campo agli outsider come Taka Nakagami e Johann Zarco. Di seguito i commenti dei protagonisti del venerdì di libere in pista a Jerez de la Frontera.

MAVERICK VINALES ''Sono contento della mia giornata, sia per la velocità mostrata al mattino, sia per il passo costruito nel pomeriggio. Quando ho girato con gomme usate sono riuscito anche a migliorare alcune cose, lavorando soprattutto sul primo e sul terzo settore e riuscendo a ottenere ottimi risultati. La media al posteriore potrebbe essere l'opzione migliore per la gara, devo capire come usarla quando la moto inizia a scivolare. Rispetto al primo venerdì di Jerez mi sento più in forma, ho migliorato il passo e sono andato forte facilmente. Ho seguito Fabio (Quartararo) qualche giro a inizio FP2 per capire dove fosse più forte, è sempre utile fare così, credo sia l'uomo da battere, la mia strategia sarà semplice: essere primo alla prima curva e tenere la posizione fino alla fine''.

MotoGP Andalusia 2020, Jerez: Maverick Vinales (Yamaha)

VALENTINO ROSSI ''È stata una buona giornata perché sono stato più veloce della scorsa settimana. Abbiamo fatto qualche modifica nell'assetto della moto e ora mi sento più a posto, ho migliorato il mio ritmo e anche le gomme ora laorano meglio. Alla fine il tentativo di time attack con la gomma morbida è andato a buon fine, quindi speriamo di proseguire così il weekend''.

FABIO QUARTARARO ''Oggi ho lavorato sul'elettronica perché so di avere già un buon passo su questa pista, l'avevo visto la scorsa settimana, mi trovo bene con la moto e domani proverò gli assetti in FP4 per provare a migliorare, mentre in FP3 sarà la giornata del time attack. L'aderenza è migliore rispetto alla settimana passata, anche con le gomme usate sono stato abbastanza veloce e il miglior giro è arrivato all'ultimo tentativo. Sono solo 14° nella classifica combinata? Lo scorso venerdì ero 15°, quindi sto messo meglio... Domenica ho vinto la gara, quindi so che quelle gomme sono la scelta giusta, ma in FP4 proverò anche la media perché oggi era davvero costante e veloce''.

JACK MILLER ''Oggi è stata una giornata impegnativa, siamo però riusciti a venire a capo di alcuni problemi che ho avuto domenica scorsa e che hanno coinvolto la mia mano. A tal proposito ho dovuto trovare un modo per lavorare al meglio e stamani faticavo un po' più del previsto, soprattutto nelle curve veloci, ma sono convinto che per le FP3 saremo pronti''.

MotoGP Andalusia 2020, Jerez: Jack Miller (Ducati) e Fabio Quartararo (Yamaha)

FRANCO MORBIDELLI ''Non sono mai stupito divedere Valentino che va forte, Sappiamo tutti che ha vinto 9 mondiali e sa come andare veloce. Lo scorso weekend ha sofferto l'assetto, ma oggi ha lavorato bene e fatto le scelte giuste. Per quanto mi riguarda ho migliorato le mie sensazioni rispetto a 7 giorni fa, sono venuti fuori altri problemi però e spero di poterli risolvere domattina, visto che dovrò dare l'assalto alla Q1. La mia prestazione la scorsa settimana è stata troppo legata alla temperatura dell'anteriore, che domenica era altissima. Per fare meglio dovrò semplicemente qualificarmi meglio, e non avere tante moto davanti a me''.

POL ESPARGARO ''Oggi ho perso tempo con Zarco, durante le FP1 io arrivavo da dietro e lui non si è interessato della mia presenza, poteva farmi passare ma ha preferito ostacolarmi e rovinare il mio giro veloce intenzionalmente. Nel pomeriggio invece lui era fuori traiettoria ed è stato un mio errore. Sinceramente non ho avuto abbastanza spazio per fermare la moto in tempo, ma lui poteva anche essere in un altro posto piuttosto che lì. Ho un passo da 1'38 basso e sono davvero veloce con le gomme usate, probabilmente è la prima volta da quando sono in KTM che mi sento abbastanza forte per lottare per qualcosa di importante''.

MotoGP Andalusia 2020, Jerez: Andrea Dovizioso (Ducati)

ANDREA DOVIZIOSO ''Sono soddisfatto di questa prima giornata di lavoro. Siamo riusciti a migliorare molto il mio feeling soprattutto in frenata e in inserimento di curva, ma ancora non riesco ad essere fluido come vorrei in uscita. Guardando i tempi si vede che anche i nostri avversari sono riusciti a fare dei passi avanti rispetto allo scorso weekend, perciò sarà prioritario continuare a migliorare e trovare un buon ritmo per la gara. Domani sarà molto importante fare una buona qualifica per riuscire a partire dalle prime file in gara''.

DANILO PETRUCCI ''Purtroppo con questo caldo riuscire a migliorare i tempi nel pomeriggio è sempre molto complicato. Le mie sensazioni stanno migliorando pian piano, ma oggi ho faticato soprattutto a curvare e su questo aspetto dovremo quindi lavorare ancora. Il turno di domani mattina sarà fondamentale perché riuscire ad entrare in Q2 può davvero fare la differenza in vista della gara. Il mio obiettivo ora è riuscire ad essere subito veloce in FP3 e ottenere un buon risultato in qualifica''.

MotoGP Andalusia 2020, Jerez: Alex Rins (Suzuki)

FRANCESCO BAGNAIA ''Questo venerdì siamo arrivati sicuramente più preparati rispetto allo scorso, ho avuto la possibilità di fare qualche long run e all'ultimo giro del secondo sono riuscito persino a fare lo stesso tempo del mattino. Questo mi sembra un fattore positivo dal quale ripartire in vista della gara. Ovviamente domenica sarà un'altra cosa, ma al momento sono addirittura un secondo più veloce sul passo rispetto allo scorso weekend. La qualifica sarà incandescente, secondo me ci vorrà un 36''8 per entrare in Q2, mentre la scorsa settimana bastava un 37''.

ALEX RINS ''Oggi è stata dura, mi aspettavo di sentirmi meglio in sella ma ho sentito parecchio dolore alla spalla, specialmente quando frenavo. nelle FP1 ho corso senza antidolorifici, ma ne ho dovuti prendere alcuni prima delle FP2. Nonostante il dolore, la cosa positiva è che dopo due sessioni la mia spalla non sembra essere peggiorata o più infiammata, perciò domani continueremo a lottare e lavorare. Ho provato a gestire diversi assetti e considerare più opzioni per le gomme, vedremo se riuscirrò a essere un po' più veloce domani''.


TAGS: yamaha honda suzuki ducati rossi motogp dovizioso marquez vinales Miller Rins FP1 fp2 Morbidelli Jerez de la Frontera Quartararo MotoGP 2020 AndaluciaGP 2020 MotoGP Andalusia 2020