Pubblicato il 02/05/21

PODIO ITALIANO Il Gran Premio di Spagna si tinge di rosso Ducati, con la vittoria meritatissima di Jack Miller davanti a Pecco Bagnaia, al terzo podio su quattro gare e ora in testa alla classifica iridata grazie al crollo radicale che Fabio Quartararo ha dovuto affrontare nella seconda parte di gara, dopo aver condotto a lungo. Sul podio sale invece Franco Morbidelli, che ha la Yamaha più vecchia di tutti ma che la fa andare più forte, mentre ai piedi del podio termina il bravo giapponese Taka Nakagami, davanti al campione del mondo Joan Mir e all'Aprilia di Aleix Espargaro. Continua il processo di crescita di Marc Marquez, che dopo la caduta di ieri e quella di stamattina nel warm up, termina nono con la Honda, mentre Valentino Rossi non trova la quadra neanche in gara e termina in 17° posizione, alle spalle del fratello Luca Marini. 14° Danilo Petrucci, 19° Lorenzo Savadori mentre cade Enea Bastianini.

TRE SUBITO FUORI Scattano benissimo le Ducati al via con Jack Miller che si catapulta in testa dalla terza posizione, davanti alla Yamaha di Franco Morbidelli e all'altra Ducati di Pecco Bagnaia. Il poleman Fabio Quartararo scivola in quarta posizione ma resta ovviamente lì, mentre subito dietro si mettono Aleix Espargaro e Joan Mir. Cadono nel corso del primo giro sia Alex Marquez che Brad Binder, con quest'ultimo che si rimette in sella. Fabio Quartararo comincia la sua rimonta già al secondo giro, rimettendosi dietro Bagnaia in due tentativi e tornando sul podio virtuale. Al terzo giro Alex Rins arriva lungo alla staccata nel tentativo di passare il compagno Mir, e si sdraia in curva 1, salutando le possibilità di giocarsela anche stavolta (era caduto in Portogallo quando era secondo e in lotta con Quartararo).

FABIO SHOW Fabio Quartararo passa presto anche Franco Morbidelli e si mette a dar subito fastidio a Jack Miller, mentre dietro Pecco Bagnaia perde una posizione su Aleix Espargaro e deve guardarsi le spalle da Taka Nakagami, che nel frattempo ha superato Mir. Alla fine del quarto giro c'è subito l'attacco di Quartararo a Miller con il francese che torna primo e comincia a fare il suo imprendibile ritmo. Nelle retrovie Marc Marquez prosegue la sua personale battaglia contro il dolore e diventa 11° superando il collega di marca Stefan Bradl, mentre Valentino Rossi è appena 17°. Le posizioni si cristallizzano per qualche giro, fino a quando Bagnaia non torna davanti ad Espargaro riportandosi in quarta piazza. Nella top ten dietro ai primi cinque ci sono Nakagami, Mir, Vinales, Zarco e Pol Espargaro, mentre scivola e si ritira anche Enea Bastianini.

YAMAHA VS DUCATI Nei primi dieci giri Fabio non riesce a fare un gap enorme, ma resta sempre con un margine sopra il secondo su Miller, mentre dietro di loro iniziano a darsi fastidio Morbidelli e Bagnaia. Marc Marquez nel frattempo sale in decima posizione passando il compagno Pol Espargaro, mentre scivola per la seconda volta e si ritira Brad Binder. Pecco decide di rompere gli indugi e sale sul podio virtuale a 11 giri dal termine passando facilmente in rettilineo la Yamaha 2019 del Morbido, mentre davanti Quartararo commette un piccolo errore e Miller si riavvicina e passa il francese al giro successivo, quando ne mancano ancora 10 al termine.

CRISI FABIO Quartararo ha un crollo importantissimo (forse un problema fisico) e anche Pecco Bagnaia riesce facilmente a tornare sotto e sorpassarlo. Con due Ducati davanti a otto giri dal termine, anche Franco Morbidelli avanza al terzo posto superando il francese in totale crisi, e che diventa facile preda nel giro di due giri anche di Taka Nakagami, Joan Mir, Aleix Espargaro, Maverick Vinales, Johann Zarco, Marc Marquez e Pol Espargaro: incredibile. A cinque giri dalla fine Franco Morbidelli torna a essere minaccioso dietro a Bagnaia, mentre Miller ha poco meno di 2 secondi di margine da difendere sul compagno, e il distacco cala...

FINALE ROSSO! Il distacco tra Bagnaia e Morbidelli torna a salire negli ultimi passaggi, ma anche quello tra Miller e Bagnaia che era sceso fino a 1'', non va oltre, e così sul traguardo i primi tre passano ben distanziati e tutti molto soddisfatti! Miller vince la sua seconda gara in MotoGP, la prima con la Ducati! Pecco Bagnaia è il nuovo leader della classifica iridata, grazie al terzo podio stagionale: doppietta Ducati! E dietro di loro completa la festa italiana il Morbido, che con la Yamaha vecchia è stavolta il più veloce del team di Iwata! Ottimo il quarto posto di Nakagami davanti a Mir (Suzuki), Aleix Espargaro (Aprilia), Vinales (Yamaha), Zarco (Ducati) e alle due Honda di Marc Marquez e Pol Espargaro. Quartararo alla fine è solo 13°, Rossi 17° dietro al fratello Luca Marini.

Clicca qui per tutti i risultati del weekend del Gran Premio di Spagna


TAGS: gara motogp MotoGP 2021 SpanishMotoGP 2021 GP Spagna 2021 MotoGP Spagna 2021 SpanishMotoGP