Test Drive

Honda Forza X


Avatar Redazionale , il 29/10/09

11 anni fa - Una linea di carattere e il fascino derivante dall'avere passaporto giapponese sono le qualtà che rendono il Forza un prodotto per intenditori. È nell'uso quotidiano, però, che si scoprono le sue vere qualità

Una linea di carattere e il fascino derivante dall'avere passaporto giapponese sono le qualtà che rendono il Forza un prodotto per intenditori. È nell'uso quotidiano, però, che si scoprono le sue vere qualità


ORIGINALITA' CERCASI Il mercato degli scooter – soprattutto in Italia – ha mostrato la tendenza a polarizzarsi su alcuni modelli particolari, pur a fronte di un'offerta decisamente ampia per tipologia e cilindrate. Chi vuole uno scooter, quindi, si trova spesso di fronte all'alternativa fra fare una scelta, diciamo così, conservativa - e buttarsi sui prodotti più apprezzati dalla massa - oppure cercare nelle pieghe dei listini qualche proposta originale.

VALUE FOR MONEY Le possibilità non mancano: c'è il prodotto low cost, oppure quello super accessoriato. C'è lo scooter che punta su un rapporto qualità/prezzo imbattibile e c'è quello che si presenta con un listino – quasi – fuori mercato. Di questa (ristrettissima) fascia fa parte l'Honda Forza X, che costa la bellezza di 4.850 euro, ma che per contro offre una qualità assoluta, adeguata a tale richiesta economica.

PRODOTTO DI SOSTANZA Honda, perciò, si presenta sul mercato non solo proponendo modelli trainanti come la famiglia SH o l'SW-T 400, ma anche importando dalla terra natia questo scooter di sostanza, che non insegue alcuna "moda” (e semmai la crea), ma che punta a fare quanto richiesto da uno scooter della sua fascia di cilindrata nel migliore dei modi. Per capire se l'obiettivo è stato raggiunto, quindi, non c'è niente di meglio che passare insieme un periodo sufficientemente lungo, cercando di utilizzarlo nelle condizioni più varie.


ORGOGLIO JAP L'attuale Forza X è l'evoluzione di uno scooter nato  nel 2005 e completamente riprogettato lo scorso anno. Il modello '08 ha, quindi, introdotto elementi nuovi e migliorie funzionali, mentre l'estetica si rifà a quella del Forza originario. Questo scooter, in ogni caso, fa della sua "giapponesità” il suo punto di … forza, proponendosi con una linea realmente sportiva e ammiccante, oltre che con la qualità costruttiva tipica dei prodotti Made in Japan.

MAI PIU' SENZA Il nostro esemplare è la versione X che, come detto, affianca la EX, dalla quale si differenzia per l'assenza del cambio sequenziale e dell'ABS abbinato alla frenata integrale CBS. Anche senza queste dotazioni raffinate, comunque, il Forza giustifica ampiamente quanto richiesto al momento dell'acquisto grazie a un allestimento completo e a qualche "coccola” esclusiva. Una su tutte, la chiave elettronica che – una volta fatta l'abitudine – diventa una di quelle comodità a cui è veramente difficile fare a meno.


APERTURA SCENOGRAFICA Lo stesso dicasi per i capienti vani disponibili nel retro scudo: la scenografica apertura "a tasto” di quello principale, oltretutto, per qualcuno potrebbe valere da solo l'acquisto, proprio perché il Forza nasce (e viene scelto) per farsi guardare. È impagabile, quindi, la comodità di non dover infilare chiavi per accenderlo, così come poter aprire la sella (sotto la quale è possibile riporre molto, grazie a 63 litri di capacità dichiarata) e il vano suddetto semplicemente schiacciando un tasto sulla "plancia”, proprio come si fosse a bordo di un'auto.

SOFFRIRE (POCO) PER APPARIRE Accoglienza a quattro… palmenti anche per quanto riguarda la sella, posta a soli 710mm da terra e dotata di un'imbottitura degna di questo nome. Lo spazio in sella, inoltre, è sovrabbondante, sia per chi guida, sia per chi viene ospitato, il quale può contare su ampie – e solide – pedane dedicate. La linea caratteristica del Forza, invece, non si preoccupa di offrire agli stessi passeggeri un'adeguata protezione all'aria. Sul mercato non mancano parabrezza più alti per ovviare al problema ma, alla fine, il risultato estetico che si ottiene non è il massimo.


BUONO AL TATTO Se la protezione alle intemperie per voi non è un problema, quindi, la convivenza con il Forza non potrà non essere soddisfacente. La qualità costruttiva è ottima e tutto quello che viene a contatto con le mani, con il corpo o con lo sguardo di chi è in sella non presta il fianco a critiche particolari, anzi mostra finiture di livello superiore. In termini di guida, poi il Forza permette di entrare in una dimensione difficilmente riscontrabile su prodotti similari, e non solo.

SOPRA LA MEDIA Prendiamo la posizione di guida: il manubrio scoperto in stile "naked” utilizzato sul Forza non è solo bello e particolare da vedere, ma offre anche un controllo assoluto dello scooter, perché è più largo della media e perché è a una distanza pressoché perfetta dal busto di chi guida (perlomeno per chi è di corporatura media) e dal piano sella. In ogni caso, non vi andasse bene è di fatto l'unico manubrio da scooter che allentando 4 viti si può regolare ruotandolo avanti o indietro personalizzando la posizione di guida. La stessa qualità si riscontra in tutti i comandi, che offrono sensazioni più vicine a quelle del mondo moto, piuttosto che alla media di quanto offerto nel settore scooter.


PROGRESSIONE SILENZIOSA Questo vale per le sospensioni, che sono soffici ma solide, ma vale anche per la trasmissione e per i freni, così come per il carattere del motore. Il mono 250 del Forza, infatti, non è il più potente del mercato, tantomeno il più tecnologico. Tuttavia, è difficile trovare sul mercato un'accoppiata fra motore e trasmissione altrettanto efficace e piacevole da utilizzare. Nonostante i cavalli dichiarati siano solamente 21 (o poco più, 16 kW), difficilmente il Forza viene lasciato indietro nelle partenze ai semafori, mentre è certo che nessun altro scooter è altrettanto silenzioso in progressione.

IL PESO NON PESA La cosa è ancor più significativa se si pensa che il Forza pesa quasi duecento chili in ordine di marcia (196 kg dichiarati), per cui si capisce quanto conti la capacità di sfruttare al meglio ogni singolo cavallo sviluppato dal motore. Tanta efficienza, inoltre, non va a discapito dei consumi, tanto è vero che è impossibile consumare meno di 23/24 km/l, anche usando in maniera scriteriata il gas, il che, di questi tempi, non è certo cosa da poco.


STANDARD DI RIFERIMENTO La frenata è sugli stessi standard: il comando è comunicativo e gli eventuali bloccaggi non arrivano mai in maniera inaspettata. Peccato solo che per avere l'antibloccaggio si debba passare alla versione più lussuosa del Forza, venduta a ben 5.750 euro, un prezzo veramente "da intenditori”. Il conclusione, però, è il prezzo l'unico tallone d'Achille di questo scooter ed è notizia di questi giorni, fra l'altro, che lo sfavorevole rapporto euro/yen potrebbe decretare la scomparsa del Forza dai listini di Honda Italia.
Pubblicato da Michele Losito, 29/10/2009
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox