Listino prezzi Kawasaki Versys 650 (MY 2021)

Kawasaki Versys 650

Sorella minore della 1000, la Kawasaki Versys 650 m.y. 2022 si è fatta più moderna anche fuori e assomiglia ancora di più alla versione di maggior cilindrata. Nuove sono le luci full LED, così come il cupolino

MY 2021 A partire da 8.390 €
Scheda tecnica
Marca / ModelloKawasaki Versys 650
Prezzi a partire da: 8.390 €
Omologazione: Euro5
Valutazione Media:
PRO

Facilità di guida La sella non è bassa in senso assoluto ma si tocca terra con facilità perché stretta e morbida di assetto. Col manubrio alto e largo e il busto eretto è come sedersi in poltrona

Prezzo Con un prezzo a partire da 8.390 Euro la Versys "seiemmezzo" costa il giusto. Una moto più che onesta, ottima per iniziare a viaggiare in totale comodità

CONTRO

Guida sportiva Quando ci si mette a spingere l'assetto morbido evidenzia qualche limite: meglio andare più dolci, oppure intervenire sulle sospensioni regolabili

Vibrazioni Quelle sul manubrio a 130 all'ora sono un po' fastidiose alla lunga, meglio andare un po' più piano o un po' più veloce

Quale versione scegliere

Va bene la base per chi non ha pretese, mentre chi vuole viaggiare in lungo e in largo farebbe bene a optare per la super accessoriata Grand Tourer

Quale colore scegliere

Verde e nera, ovviamente

Listino Kawasaki Versys 650
Com'è la Versys 650?

Confermato il bicilindrico parallelo da 67 CV per 61 Nm, così come la ciclistica, col telaio tubolare a diamante in acciaio rinforzato, la forcella da 41 mm regolabile in estensione e precarico e il mono con regolazione remota dal precarico. Una coppia di dischi da 300 mm davanti, uno da 250 mm dietro, sui quali vigila l'ABS a 2 canali, col peso in 219 kg in ordine di marcia. Sul fronte elettronica, con la nuova versione, arriva il KTRC, il controllo di trazione di Kawasaki, settabile su 2 livelli o escludibile. Nuova è anche la strumentazione, col display TFT da 4,3" che è dotato di connettività bluetooth. Optional la presa USB. 

Come va la Versys 650?

Non appena ingrani la prima, la fiducia che la baby-Versys ti trasmette cresce ancora di più. Perché sulla 650 giapponese si sta comodi e coccolati, con la guida che risulta davvero intuitiva. Il manubrio è un timone, che indirizza la ruota anteriore proprio dove pensi e non più in là, il comando del gas è burro, frizione e freni accompagnano invece che aggredire. I cilindri borbottano sornioni, senza strappare o gridare, ma offrono una buona spinta quando serve. Le sospensioni, infine, sono tarate soffici e copiano praticamente di tutto. Tutto facile e coerente con l'immagine, insomma. Molto buona la protezione offerta dalla carena, discreta anche quella del cupolino di serie, mentre per chi vuole viaggiare sul serio c'è la versione Grand Tourer. Un po' di vibrazioni fastidiose sul manubrio a 130 all'ora, ma poco più lenti o poco più veloci e tutto passa.

Logo MotorBox