Autore:
Giulio Scrinzi

PALESTRA PER GIOVANI TALENTI La Toro Rosso è una scuderia con base a Faenza nata nel 2006 dalle ceneri della storica Minardi in seguito all'acquisto di quest'ultima da parte dell'austriaca Red Bull. L'obiettivo di questo reparto corse è essenzialmente uno: fornire ed allevare quel bacino di giovani talenti che poi andranno a gareggiare sotto le insegne del team madre, appunto la Red Bull Racing.

NOMI IMPORTANTI Ha esordito in Formula 1 nel 2006 portando in pista le vetture austriache dell'anno precedente motorizzate Cosworth V10 e depotenziate per aderire ai nuovi standard regolamentari che prevedevano l'utilizzo di propulsori V8, messe nelle mani dei collaudatori Vitantonio Liuzzi e Scott Speed. Ma è stato con il fenomenale Sebastian Vettel che questa scuderia ha visto la luce, grazie alla vittoria in quel di Monza nel 2008. Dopo di lui, altri nomi importanti che ora corrono in Red Bull sono stati Daniel Ricciardo e Max Verstappen, il quale ha sostituito proprio l'anno scorso il russo Daniil Kvyat a partire dal GP di Spagna.

CAMBIAMENTI IMPORTANTI L’anno scorso la line-up della Scuderia Toro Rosso prevedeva la coppia Kvyat – Sainz, ma verso la fine della stagione nel team di Faenza è cambiato praticamente tutto. A causa dei suoi scarsi risultati il pilota russo è stato sostituito dal promettente Pierre Gasly, mentre lo spagnolo ha lasciato il sedile della sua STR12 in favore di quello da ufficiale sulla Renault RS17. Questo ha lasciato campo libero al neozelandese Brendon Hartley, che assieme a Gasly definirà la formazione della Toro Rosso 2018, che oltre a tutto schiererà una nuova monoposto dotata di propulsori Honda.

Piloti 2018 Scuderia Toro Rosso

Pierre Gasly
Pierre Gasly
Brendon Hartley
Brendon Hartley

TAGS: toro rosso scuderia toro rosso pierre gasly 2018 brendon hartley 2018 toro rosso 2018 f1 2018 toro rosso