Tra Alpine, Williams e Red Bull: De Vries è l'uomo del mercato F1
F1 2022

È Nyck De Vries l'uomo cardine del mercato piloti F1


Avatar di Salvo Sardina , il 19/09/22

1 settimana fa - L'olandese è tornato sotto le luci dei riflettori dopo il debutto nel GP Monza

Il 27enne olandese, con un passato da campione F2 e Formula E, è tornato sotto la luce dei riflettori dopo il debutto in F1 a Monza. L'intrigo di mercato tra Williams, Alpine e Red Bull...

Il caso di Oscar Piastri, annunciato dall’Alpine dopo l’uscita di Fernando Alonso in direzione Aston Martin, ma intanto già promesso sposo della McLaren, ha infiammato il mercato piloti F1 2022. Dopo che il tribunale della Fia ha dato ragione al team di Woking riconoscendo la validità del contratto firmato dal giovane campione australiano della Formula 2, il vero uomo cardine del mercato sembra così essere Nyck De Vries: il 27enne sarà parte del casting del team francese per trovare un sostituto del due volte iridato, ma ha anche confermato di essere in contatto con Helmut Marko per un eventuale ingresso nella famiglia Red Bull. Senza dimenticare che, prima dei risvolti delle ultime settimane, era considerato in pole position per rilevare il sedile di Nicholas Latifi in Williams…

F1, GP Italia 2022, Monza: Nyck De Vries (Williams) fa il suo esordio in Formula 1 F1, GP Italia 2022, Monza: Nyck De Vries (Williams) fa il suo esordio in Formula 1

UOMO MERCATO L’olandese ha debuttato a Monza dopo una lunga militanza come riserva McLaren e Mercedes – che lo ha portato, intanto, a vincere il Mondiale di Formula E nel 2021 – al volante della Williams, approfittando della temporanea indisponibilità di Alexander Albon, il titolare del sedile colpito da un attacco di appendicite. Un esordio, quello nella gara di Monza, andato al di là delle più rosee aspettative concludendosi con un nono posto al traguardo che è anche il miglior risultato in stagione per il team di Grove. E che ha inevitabilmente riacceso i riflettori sul talento di De Vries, cresciuto da pupillo di Ron Dennis e spesso considerato un vero e proprio astro nascente, prima che le sue quotazioni si normalizzassero con la vittoria del campionato F2 nel 2019, solo al terzo anno di militanza in una categoria dove spesso solo chi vince al debutto (come Piastri, ma anche come Russell, Leclerc e Hamilton) è considerato davvero meritevole del salto in F1.

Formula E ePrix Berlino 2021, Tempelhof: Nyck De Vries (Mercedes) è campione del mondo F.E 2021 Formula E ePrix Berlino 2021, Tempelhof: Nyck De Vries (Mercedes) è campione del mondo F.E 2021

VEDI ANCHE



IL COLLOQUIO CON MARKO Come detto, Monza ha però invertito il trend. E ha convinto il deus ex machina del Red Bull Junior Team, Helmut Marko a convocare De Vries nel suo ufficio di Graz. “Sì, è tutto vero – ha confermato Nyck ai microfoni dell’olandese RTL4ci sono stati contatti con Alpine sin da luglio, ma non è un mistero che io sia stato anche in Austria per discutere prospettive di una possibile collaborazione con il Dr Marko. Ovviamente sto anche parlando con la Williams da tanto tempo e sono felice di aver potuto debuttare in F1 con loro, il che sarebbe anche lo step più naturale per il prossimo anno. Non sono però sicuro di essere nella situazione di poter davvero scegliere il team con cui correre, la situazione è al di fuori del mio controllo perché non è tutto legato alle mie performance. Per fortuna, però, il momento è positivo e credo ci sia margine per essere in griglia nel 2023. Si tratta, tuttavia, di una semplice opportunità e non di una garanzia di esserci”.  

F1 Test Abu Dhabi 2021, Yas Marina: Nyck De Vries, terzo pilota Mercedes AMG F1 F1 Test Abu Dhabi 2021, Yas Marina: Nyck De Vries, terzo pilota Mercedes AMG F1

HERTA, CAPITOLO CHIUSO? Sembrerebbe invece chiudersi, almeno per il momento, la strada di Colton Herta verso la F1. Il giovanissimo talento statunitense non ha infatti la Superlicenza nonostante abbia corso tre stagioni e vinto delle gare nella IndyCar, con la Fia che non sembra intenzionata a fare eccezioni per non rischiare il collasso dell’intero sistema di acquisizione dei punti, che premia inevitabilmente le competizioni europee a scapito di quelle che non sono sotto il controllo diretto della Federazione. Herta sarebbe stato molto gradito a Red Bull per liberare Pierre Gasly, che avrebbe accolto con piacere l’offerta Alpine di formare un dream team tutto transalpino insieme a Ocon. De Vries potrebbe dunque essere l’ultima chance per consentire a Gasly di rompere il contratto già firmato per il 2023 con AlphaTauri, ammesso che lo stesso De Vries non finisca direttamente in Alpine. “Procederemo senza Herta – ha confermato Marko ad Auto Bilded è un peccato che la Fia non riconosca il valore di un pilota Usa in F1, specialmente con le tre gare in programma sul suolo statunitense. Le negoziazioni con Alpine? Sono difficili, ma stiamo ancora valutando alcune possibili soluzioni”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 19/09/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox