Autore:
Giulio Scrinzi

PRIMA LA FRECCIA D'ARGENTO... Il giovedì di libere sul circuito di Montecarlo è iniziato subito nel migliore dei modi per la prima guida della Mercedes, un Lewis Hamilton capace di abbassare il miglior riferimento dello scorso anno (appartenente a Daniel Ricciardo in 1'13''622) sull'ottimo 1'13''425. Un buon inizio, che sembrava la dimostrazione del fatto che la W08 EQ Power+ è riuscita presto ad adattarsi alle stradine del Principato nonostante il suo “passo lungo”, da pronostico uno svantaggio nei confronti di quello più corto della Ferrari.

POI LA ROSSA DI MARANELLO Appunto, sembrava. Perchè nel turno pomeridiano la SF70H di Sebastian Vettel ha tirato fuori gli artigli, arpionando un sensazionale 1'12''720 su gomme Ultrasoft che è così diventato il nuovo record ufficiale di Montecarlo. Con una temperatura dell'asfalto di dieci gradi più elevata (si è arrivati a 44 gradi), la Rossa di Maranello si è rivelata molto più competitiva di quanto non ha fatto vedere nella sessione del mattino. Se serviva una conferma delle performance della Ferrari con il caldo... eccovi serviti.

MERCEDES IN PRETATTICA? E quindi, che fine hanno fatto le Mercedes? Nelle FP2 la W08 di Lewis Hamilton non è andata oltre l'ottavo posto (+1.153), con l'inglese che ha rinunciato ad effettuare la simulazione di qualifica e ha addirittura peggiorato di 448 millesimi il tempo fatto registrare al mattino. Stesso discorso per il suo compagno di squadra, un Valtteri Bottas solamente decimo (+1.182) grazie ad un cronometrico di 111 millesimi più lento rispetto a quello fatto segnare nelle FP1 e che gli era valso la quarta posizione assoluta. Cosa sta succedendo? La strategia delle Mercedes... è solo pretattica? Oppure stanno nascondendo eventuali problemi usciti a causa dell'aumento delle temperature?

TORO ROSSO, CHE PASSO AVANTI! Ma se le Frecce d'Argento hanno deluso, chi ha colto l'attimo della situazione è stato sicuramente Daniel Ricciardo, capace di conquistare la seconda posizione anche se in ritardo di quasi mezzo secondo dal miglior tempo di Vettel. Buoni miglioramenti anche per Kimi Raikkonen, terzo a 563 millesimi dalla vetta... ma la vera sorpresa di giornata sono le due Toro Rosso. Daniil Kvyat, infatti, è riuscito a firmare il quarto tempo assoluto (+0.611), seguito a soli 69 millesimi dal compagno di squadra Carlos Sainz Jr (+0.680). Una cosa è certa: le due STR12, a Montecarlo, sono sicuramente a loro agio, e la prova dei fatti è data dal sesto posto di un Max Verstappen (+0.766) che ha così perso la sfida con la scuderia di Faenza.

DENTRO E FUORI LA TOP TEN Hanno centrato la top ten anche la migliore delle Force India di Sergio Perez (settimo, +1.079) e la HAAS di Kevin Magnussen (nono, +1.170), mentre sono rimasti esclusi dai primi dieci entrambe le McLaren di Stoffel Vandoorne (11esimo) e del rientrante Jenson Button, giunto a soli 35 millesimi dal belga e in continuo miglioramento da quando, questa mattina, è tornato al volante di una Formula 1. Male le Williams, con Felipe Massa in 13esima posizione e Lance Stroll al 16esimo posto... e contro le barriere di protezione della curva del Casinò, in un incidente che ha causato la bandiera rossa. Deludono anche entrambe le Renault di Jolyon Palmer (18esimo), costretto a fermarsi prima del tunnel per un cedimento della power unit e sopravanzato dal compagno di squadra Nico Hulkenberg, che dopo i problemi alla batteria nelle FP1 ha preferito macinare chilometri.

CLASSIFICA DI GIORNATA Qua di seguito la classifica di giornata, che mette in luce i tempi fatti registrare nel secondo turno di prove libere sul circuito di Montecarlo.

PILOTA TEAM TEMPO GAP
1. Sebastian Vettel Ferrari 1'12''720  
2. Daniel Ricciardo Red Bull Racing 1'13''207 +0.487
3. Kimi Raikkonen Ferrari 1'13''283 +0.563
4. Daniil Kvyat Toro Rosso 1'13''331 +0.611
5. Carlos Sainz Jr Toro Rosso 1'13''400 +0.680
6. Max Verstappen Red Bull Racing 1'13''486 +0.766
7. Sergio Perez Force India 1'13''799 +1.079
8. Lewis Hamilton Mercedes 1'13''873 +1.153
9. Kevin Magnussen HAAS 1'13''890 +1.170
10. Valtteri Bottas Mercedes 1'13''902 +1.182
11. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda 1'13''946 +1.226
12. Jenson Button McLaren-Honda 1'13''981 +1.261
13. Felipe Massa Williams 1'14''003 +1.283
14. Romain Grosjean HAAS 1'14''022 +1.302
15. Esteban Ocon Force India 1'14''093 +1.373
16. Lance Stroll Williams 1'14''474 +1.754
17. Nico Hulkenberg Renault 1'14''870 +2.150
18. Jolyon Palmer Renault 1'15''616 +2.896
19. Marcus Ericsson Sauber 1'15''691 +2.971
20. Pascal Wehrlein Sauber 1'15''695 +2.975

TAGS: formula 1 sebastian vettel kimi raikkonen lewis hamilton f1 F1 2017 carlos sainz jr max verstappen daniil kvyat daniel ricciardo formula 1 2017 f1 2017 gp monaco