Autore:
Giulio Scrinzi

RED BULL RING A una sola settimana dal GP di Francia, il Mondiale di F1 2018 è pronto a tornare in pista questo fine settimana, quando andrà in scena la prossima sfida della stagione 2018: si tratta del GP d'Austria, che accenderà i motori su quel circuito del Red Bull Ring dove riprenderà la sfida Mondiale tra Sebastian Vettel e Lewis Hamilton.

IL CIRCUITO La pista del Red Bull Ring fonda le sue radici nelle vicinaze di Spielberg bei Knittelfeld (località della Stiria), dove tanti anni fa era conosciuto con il nome di Österreichring, A1-Ring, circuito di Zeltweg (perchè vicino all'omonimo aeroporto militare) e circuito di Spielberg. La pista originaria che ha ospitato per la prima volta il GP d'Austria nel 1964 era stata ricavata da un gruppo di appassionati proprio all'interno dell'aerodromo di Zeltweg, grazie ad un semplice layout a forma di L costruito con coni e balle di fieno. Poi, però, la comunità locale espresse il desiderio di realizzare un nuovo circuito permanente: nacque così l'Österreichring, che ospitò nuovamente la Formula 1 a partire dal 1970 e fino al 1987 quando andò incontrò ad alcuni lavori di ammodernamento per aumentarne la sicurezza. In seguito divenne A1-Ring dal 1997 al 2003, per poi essere acquistato dalla Red Bull che, con altrettanti adeguamenti, lo fece tornare stabilmente in calendario dal 2014 mantenendo il layout precedente di 4,326 km con dieci curve in totale.

LE MESCOLE DELLA PIRELLI Per quanto riguarda le gomme disponibili, la Pirelli porterà in Austria le P Zero Yellow Soft, le Red Supersoft e le Purple Ultrasoft. Le stesse mescole dell'anno scorso, che dovranno fare i conti con un circuito molto tecnico e veloce ma che assicura un buon grip a livello di asfalto. Su questa pista i cambi di elevazione sono molto importanti, quindi trovare un buon set-up è la chiave sia per fare un buon giro veloce in qualifica che per tenere un ritmo consistente in gara.

PRONOSTICI DELLA REDAZIONE Dopo la vittoria centrata sul Paul Ricard, ora Lewis Hamilton è tornato in testa al Mondiale con 14 punti di vantaggio sul ferrarista Sebastian Vettel. La pista francese è stata particolarmente favorevole alla Frecce d'Argento, così come quella austriaca l'anno scorso: nel 2017, infatti, fu Valtteri Bottas a portare al successo sul Red Bull Ring la Mercedes, per cui c'è da aspettarsi una conferma della W09 EQ Power+ anche in questo fine settimana. Riuscirà la Ferrari a tenergli testa?


TAGS: formula 1 f1 f1 2018 formula 1 2018 f1 2018 gp austria f1 austria 2018 f1 2018 austria