Autore:
Simone Valtieri

SEMPRE LEWIS! Lewis Hamilton trionfa anche nell'ultima gara dell'anno, vincendo il Gran Premio di Abu Dhabi con una strategia azzardata ma azzeccata con una sosta anticipatissima e quasi 50 giri con la stessa mescola. Alle sue spalle Sebastian Vettel, autore di una gara consistente, con l'aggressivissimo Verstappen sul podio. Buona gara di Ricciardo, quarto, mentre Bottas cala nel finale, termina quinto e abbandona i sogni di terzo posto nella classifica iridata, che finisce nelle mani di Kimi Raikkonen, costretto al ritiro nelle prime fasi di gara. Il GP degli altri viene vinto da Carlos Sainz, che precede un gagliardo Charles Leclerc, penalizzato dalla strategia. A punti anche Perez, Grosjean e Magnussen. Fernando Alonso termina in undicesima posizione l'ultima gara in carriera, ma non manca lo show. Nel giro d'onore Vettel e Hamilton scortano Alonso fin sul traguardo, con i tre che si producono poi in "donuts" contemporanei davanti alla tribuna principale. Chapeau!

HULK SOTTOSOPRA Scorre via tutto liscio alla partenza con le due Mercedes che partono bene e mantengono la posizione davanti alle due Ferrari. Gli unici a perdere qualche posto sono stati i piloti della Red Bull, con Ricciardo superato da un ottimo Leclerc al termine di un bel duello, e Verstappen retrocesso fino alla decima posizione. Nel corso del primo giro però Hulkenberg si ribalta dopo un contatto con Grosjean e resta sottosopra. Entra la Safety Car, i soccorsi lo aiutano a uscire dalla vettura e dopo 5 giri si riparte. Alla ripartenza a dare spettacolo sono Verstappen e le due Force India, con l'olandese che sorpassa in curva Ocon ma viene ripassato in rettilineo sia dal francese che da Perez. La lotta tra i due protagonisti del Brasile, Max ed Esteban, prosegue al giro successivo, mentre davanti le due Mercedes vanno subito in fuga, sfruttando l'ultimo fortissimo settore.

CHARLES IN, KIMI OUT Al settimo giro Charles Leclerc supera Kimi Raikkonen e diventa quarto, un avvicendamento anche simbolico in vista del 2019. Il finlandese ha problemi al motore e parcheggia la sua Ferrari pochi metri dopo, sul rettilineo d'arrivo. Esce la Virtual Safety Car e Lewis Hamilton tenta l'azzardo, entrando ai box e montando le Supersoft. Lo imitano Leclerc, Grosjean. Lewis torna in pista quinto, alle spalle di Bottas, Vettel, Ricciardo e Verstappen, e davanti a Ocon e Perez. Leclerc torna dentro 14°. Hamilton e Verstappen innescano subito una bella lotta, con sorpasso e controsorpasso di prepotenza dell'olandese, che poi prende anche un buon margine sul britannico. Per i primi giri dunque Bottas resta al comando mantenendo a distanza di sicurezza Vettel, poi Ricciardo pressato da Verstappen, con Hamilton quinto.

PIOGGIA NEL DESERTO Le soste ai box vengono inaugurate da Sebastian Vettel al giro 16, monta le Supersoft e per un problemino a pit-stop si ritrova dietro a Perez (che nel frattempo ha sopravanzato il compagno Ocon). ma lo passa in rettilineo e si mette in quinta posizione. La Mercedes risponde subito e Bottas entra ai box il giro successivo, mantenendo la posizione sul ferrarista, entrambi alle spalle di Lewis Hamilton. Verstappen entra al giro 18 provando l'undercut sul compagno Ricciardo, che nel frattempo si ritrova al comando della corsa. L'australiano sceglie di continuare riuscendo ad allungare la vita delle sue Ultrasoft, e mantenendo la testa davanti a Hamilton, Bottas, Vettel e Verstappen. Al giro 24 arriva un ospite inatteso: la pioggia! L'asfalto e le temperature alte fanno però sì che non ci sia immediato bisogno di rientrare ai box per montare gomme da bagnato.

SUPERSTINT RICCIARDO Dietro ai top driver la strategia di Leclerc ha pagato solo in parte, con il monegasco che torna nella top ten solo dopo 27 giri, grazie alle soste altrui e a un bel sorpasso su Alonso. Ricciardo mantiene la testa fino al giro 34, quando rientra finalmente a cambiare le gomme. Intanto dietro di lui i vagoni del trenino sono rimasti ben distaccati tra loro, senza alcun attacco. Dopo la sosta ai box Hamilton torna leader della gara con 6" sul compagno Bottas, che da dieci giri ne mantiene un paio su Vettel, stesso margine del tedesco sull'olandese. Ricciardo è quinto a 8" dal compagno ma con gomme freschissime (Supersoft).

LET'S SHOW! Al giro 35 Valtteri Bottas perde di colpo 2" per un improvviso calo di potenza al motore e viene ripreso da Vettel che lo passa e si ritrova a 7" da Lewis Hamilton. La Power Unit Mercedes continua a fumare e Verstappen si fa minaccioso sul finlandese. Intanto Ricciardo comincia il suo stint con tempi di 2" più veloci di tutti e avanza la sua candidatura per il podio, balzando in poche tornate sulla coppia che lo precede. Verstappen si inventa un sorpasso clamoroso su Bottas andando larghissimo e tagliando all'interno una curva strettissima, i due si toccano la ma la meglio ce l'ha l'olandese che diventa terzo. Quarto diventa subito Ricciardo, che approfita dei problemi del finlandese e lo supera, resistendo al contrattacco del pilota Mercedes.

GARA DECISA A 15 giri dal termine Vettel è a 6" da Hamilton, Verstappen a 5" dal tedesco, Ricciardo a 3"5 dal compagno di scuderia. Bottas, ormai quinto, si ferma per una sosta extra al giro 41 e monta le Ultrarsoft non avendo più nulla da perdere. Sesto, ottimo ma staccatissimo, è Sainz, con 7" di margine su Leclerc. I più veloci in pista sono i due piloti della Red Bull, che sembrano poter essere minacciosi per Vettel negli ultimi giri, ma poi alzano bandiera bianca, non riuscendoso ad avvicinare al rivale. Finisce con la vittoria di Lewis Hamilton, davanti al suo rivale Sebastian Vettel, la sintesi estrema di quello che è stato il campionato mondiale 2018.

RISULTATI GARA

Pos Pilota Team Giri Tempo
1 Lewis Hamilton Mercedes 55 1:39:40.382
2 Sebastian Vettel Ferrari 55 +2.581s
3 Max Verstappen Red Bull-Tag Heuer 55 +12.706s
4 Daniel Ricciardo Red Bull-Tag Heuer 55 +15.379s
5 Valtteri Bottas Mercedes 55 +47.957s
6 Carlos Sainz Renault 55 +72.548s
7 Charles Leclerc Sauber-Ferrari 55 +90.789s
8 Sergio Perez Force India-Mercedes 55 +91.275s
9 Romain Grosjean Haas-Ferrari 54 +1 lap
10 Kevin Magnussen Haas-Ferrari 54 +1 lap
11 Fernando Alonso McLaren-Renault 54 +1 lap
12 Brendon Hartley Toro Rosso-Honda 54 +1 lap
13 Lance Stroll Williams-Mercedes 54 +1 lap
14 Stoffel Vandoorne McLaren-Renault 54 +1 lap
15 Sergey Sirotkin Williams-Mercedes 54 +1 lap
NC Pierre Gasly Toro Rosso-Honda 46 DNF
NC Esteban Ocon Force India-Mercedes 44 DNF
NC Marcus Ericsson Sauber-Ferrari 24 DNF
NC Kimi Räikkönen Ferrari 6 DNF
NC Nico Hulkenberg Renault 0 DNF

TAGS: ferrari mercedes formula 1 red bull vettel Raikkonen Hamilton ricciardo verstappen bottas f1 2018 f1 2018 gp abu dhabi GP Abu Dhabi 2018