Autore:
Giulio Scrinzi

GP STORICO Dalla Russia alla calda Spagna, il Mondiale di Formula 1 approderà questo weekend sullo storico circuito di Barcellona-Catalunya, sede del classico GP di Spagna che sarà il quinto round della stagione 2017. Il pilota più vincente su questa pista? Facile: si tratta del Barone Rosso di Kerpen, quel Michael Schumacher che domina la classifica con ben sei successi all'attivo.

IL CIRCUITO Situato nelle vicinanze della città di Montmelò ed a soli venti chilometri dalla capitale Barcellona, il tracciato di Catalunya è entrato nel calendario del Circus iridato già da quel 1991 in cui Nigel Mansell e Ayrton Senna si sono sfidati ruota a ruota sul lungo rettilineo spagnolo ad oltre 300 km/h. Lungo 4,655 km con sedici curve all'attivo, è caratterizzato da una superficie asfaltata molto abrasiva che viene resa ancora più aggressiva per via delle alte temperature che caratterizzano l'intera zona circostante. Nonostante ciò, è molto apprezzato dai piloti per l'alternarsi di curve ampie e veloci con svolte molto più secche, mentre a livello di velocità massima il rettilineo principale consente punte di “soli” 330 km/h per via dell'elevato carico aerodinamico richiesto.

LE MESCOLE DELLA PIRELLI Il quinto round stagionale vede l'introduzione per la prima volta della mescola più dura da parte dell'azienda italiana, la P Zero Orange hard. Assieme a questa ci saranno la White medium e la Soft yellow, che a partire dal prossimo GP di Monaco potranno essere scelte da ogni team in quantità personalizzate e non più fisse (sette set per la gomma più morbida, quattro per quella intermedia e due per quella più dura). Non saranno presenti, invece, le Supersoft a banda rossa e le Ultrasoft colorate di viola, visto che la superficie abrasiva dell'asfalto assieme alle alte temperature richiedono mescole più consistenti in fatto di durata.

BREAKING NEWS DALLA PISTA Ma visto che sono passate due settimane dall'ultimo GP di Russia... nel frattempo cos'è successo nel Circus iridato? Innanzitutto l'incertezza del rinnovo di Valtteri Bottas, vincitore nella terra degli Zar ma che ha firmato per la Mercedes solamente per la stagione attuale. Toto Wolff è stato categorico, affermando che è sua intenzione far passare qualche altra gara prima di prendere una decisione. Poi si sono susseguite diverse novità in fatto di motorizzazioni: la Red Bull, per esempio, porterà al Montmelò una nuova versione completamente rivista della sua RB13, che a quanto pare non avrà la sigla B ma sarà chiamata addirittura RB14... con la promessa di essere un secondo più veloce al giro. Dall'altra parte, invece, la Renault ha deciso di posticipare l'upgrade della sua power unit, previsto per il GP del Canada, a data da destinarsi, mentre la Sauber non ha perso tempo nel firmare un accordo pluriennale con la Honda per la fornitura dei suoi propulsori. I giapponesi vogliono a tutti i costi tornare al vertice non solo continuando la partnership con la McLaren (niente motori Mercedes per Woking a quanto pare), ma intraprendendo un nuovo percorso con il team elvetico: questo significa un maggior chilometraggio da poter coprire per ritrovare quelle tanto agognate prestazioni ed affidabilità che sono mancate dall'inizio della stagione.

PRONOSTICI DELLA REDAZIONE Cosa aspettarsi, quindi, dall'imminente quinto round stagionale sul circuito di Barcellona? Sicuramente una Ferrari più competitiva che mai, visto che nei test pre-campionato sia Vettel che Raikkonen sono riusciti a tenere ampiamente testa alla rivale Mercedes, la quale però, rinvigorita dalla vittoria russa di Bottas e dalla voglia di Hamilton di tornare a lottare seriamente per il Campionato, sarà sicuramente della partita. Occhi puntati, però, anche sulla Red Bull, che porterà una monoposto completamente inedita che potrebbe far saltare i piani di gloria sia di Maranello che di Brackley. Nel frattempo, continuerà la lotta per il quarto posto mondiale tra la Force India di Sergio Perez e la Williams di Felipe Massa, staccati in classifica piloti solamente da quattro punti. E chissà se anche Toro Rosso e Renault potranno dire la loro e rendere un po' più divertente questa sfida!


TAGS: formula 1 f1 F1 2017 formula 1 2017 f1 2017 gp spagna anteprima f1 2017 gp spagna