Autore:
Andrea Minerva

EDIZIONE N.103 L’eco della storia e della tradizione si fa sentire forte e prepotente ogni qualvolta il calendario del Campionato Italiano Rally arriva alla casella del Targa Florio. Nel corso del prossimo weekend, tra venerdì 10 e sabato 11 maggio, si disputerà infatti l’edizione n.103 della “cursa”, nome tra l’epico e l’affettuoso da sempre attribuito a questa gara. In questa occasione, il rally Targa Florio sarà valido come terza prova del Cir 2019e sarà probabilmente un momento fondamentale per delineare in maniera più chiara i valori in campo di questa stagione. Fino a questo momento il campionato ha registrato due vincitori diversi, Giandomenico Basso con la Skoda Fabia R5 nella prova di apertura del Ciocco, e Craig Breen, anch’egli su Skoda Fabia R5, al Rallye di Sanremo. La classifica di campionato rispecchia fedelmente il grande equilibrio espresso dai primi due rally della stagione, con il primo posto di Giandomenico Basso, a quota 25 punti, che può vantare un solo punto di vantaggio nei confronti di Simone Campedelli (Ford Fiesta R5) e due rispetto a Craig Breen; Luca Rossetti, con la Citroen C3 R5 di Citroen Italia, è quarto a 18 punti, quindi a -7 dalla vetta.

IL PROGRAMMA La 103° edizione della Targa Florio prenderà il via venerdì 10 maggio alle ore 16.00 da Piazza Verdi a Palermo. Nel corso della stessa giornata non si disputerà solamente la consueta prova spettacolo, questa volta ospitata a Termini Imerese, ma anche le prove speciali numero 2 e numero 3, nella città di Cefalù, che grazie alla distanza complessiva di oltre 29km, tenendo conto del chilometraggio totale dei due passaggi, inizieranno a dare un’idea abbastanza precisa della classifica in vista del giorno dopo. La giornata di sabato 11 maggio sarà letteralmente ad alta tensione; ad aprire le danze il parco assistenza previsto alle 7 del mattino e poi di volata, fino alla sera, le 14 prove speciali che andranno a decretare il vincitore del Rally Targa Florio 2019. L’arrivo è previsto presso il Belvedere di Termini Imerese a partire dalle 20.51Quest’anno il “Targa Florio” ripropone alcuni passaggi leggendari di questa gara, con tratti del medio e del lungo circuito delle Madonie, compresa la prova speciale che partirà da un luogo a dir poco suggestivo: le tribune di Cerda. Il percorso totale prevede una distanza di 558km e 560 metri, 151 dei quali destinati alle prove speciali.

I PROTAGONISTI Fanno notizia gli assenti. Al via non saranno presenti Craig Breen e Paul Nagle, vincitori del Rallye di Sanremo, ma questa notizia non può essere definita come un colpo di scena. Era infatti noto da tempo che il pilota nordirlandese, pur essendo iscritto al Cir 2019, non avrebbe preso parte a tutte le gare, e il “Targa Florio” è una di queste. I riflettori convergono poi decisi su Giandomenico Basso e Lorenzo Granai (Skoda Fabia R5 Team Loran) che dopo il brillante successo del “Ciocco” hanno sofferto decisamente di più al “Sanremo”, comunque concluso sul podio. La “rosa” degli avversari del leader del campionato è a dir poco ampia. In primo piano spiccano Simone Campedelli e Tania Canton (Ford Fiesta R5 team Orange1) che nonostante siano stati fino a questo momento tra i più veloci in assoluto, non ancora ottenuto una vittoria. Il Rallye di Sanremo perso all’ultima prova speciale ad opera di Breen e il ritiro della passata stagione proprio al “Targa” dovrebbero innescare in Campedelli mordente e voglia di rivincita sufficienti per cercare di puntare dritto alla vittoria. Un capitolo a parte è quello che riguarda Luca Rossetti e Eleonora Mori, equipaggio ufficiale di Citroen Italia in gara con la Citroen C3 R5. La necessità di affinare il feeling con la nuova auto e trovare in ogni occasione il giusto compromesso nell’assetto, hanno fino a qui impedito a “Rocs” di esprimere tutto il suo potenziale, e quello della C3 R5. Per ora il pilota friulano annovera in questo Cir un terzo e un quarto posto, a partire dal “Targa Florio” è quindi lecito aspettarsi qualcosa di più. A favore di Luca Rossetti i successi nella gara siciliana ottenuti nel 2008 e nel 2009.  Nel novero dei favoriti rientrano di pieno diritto anche Andrea Crugnola e Pietro Ometto (Vw Polo Gti R5 Team Hk Racing) ritirati al “Ciocco” mentre stavano dominando la gara e più in difficoltà nelle condizioni di meteo alquanto variabile incontrate al “Sanremo”. Le prestazioni però sono state fino ad oggi mediamente eccellenti e questa terza tappa del campionato potrebbe essere un’ottima occasione per dare una svolta alla stagione.

LE ALTRE CLASSIFICHE Al di là dell’interesse scaturito naturalmente dalla classifica assoluta, il “Targa Florio” propone un’altra serie di sfide, indubbiamente di grande interesse. Tra queste spicca in particolare la battaglia nel tricolore Due Ruote Motrici che vedrà contrapposti in particolare Tommaso Ciuffi con la Peugeot 208 R2b di Peugeot Sport Italia e Luca Panzani alla guida della Ford Fiesta R2 del team ErtsHankookCompetition; il distacco tra i due è attualmente di sei punti, in favore di Ciuffi. Nel campionato femminile si sfideranno Rachele Somaschini con la Citroen Ds3 R3T e Patrizia Perosino con una Peugeot 208 R2. In Sicilia proseguirà anche la lotta nella classifica riservata alle vetture R1, mentre il programma dell’intero weekend di gara prevede al via, al di fuori del Campionato Italiano Rally, anche le vetture del Coppa Rally di Zona e dell’Historic Rally.


TAGS: skoda fabia r5 Giandomenico Basso Simone Campedelli Ford Fiesta R5 craig breen citroen c3 r5 cir 2019 Rossetti rally targa florio 2019

Allegato Dimensione
Tabella Distanze e Tempi Targa Florio Cir 2019.pdf 132 Kb
Elenco iscritti Targa Florio Cir 2019 .pdf 555 Kb
Programma Targa Florio Cir 2019 (2).pdf 187 Kb
Mappe Targa Florio Cir 2019.pdf 3644 Kb