Autore:
Andrea Minerva

FUGA PER LA VITTORIA Il riferimento non è naturalmente al tanto celebre quanto emozionante film che John Huston realizzò nei primi anni ’80, ma più prosaicamente ai programmi, o sarebbe forse meglio dire agli intenti di Peugeot Sport Italia che si appresta ad affrontare il Rally del Friuli Venezia Giulia, valido come sesta prova del Campionato Italiano Rally. Il motivo e la spiegazione sono presto detti: l’equipaggio ufficiale Peugeot composto da Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella, in gara come sempre con la Peugeot 208 R2B, si trova saldamente al comando della classifica “Due Ruote Motrici” del Cir e proprio in occasione del “Friuli” potrebbe avere un’occasione a dir poco ghiotta per tentare l’allungo decisivo verso il Titolo Tricolore. Ricordiamo che la gara friulana, che torna quest’anno nel panorama del Cir dopo aver fatto parte del Campionato Italiano Wrc, è la terz’ultima della stagione e precede quelle conclusive del “Due Valli” e del “Tuscan Rewind”. Per chiarire ulteriormente la situazione della classe “Due Ruote Motrici” diamo un’occhiata alla classifica che vede il fiorentino Tommaso Ciuffi al comando con 60 punti davanti a Luca Panzani (assente a Roma e al “Friuli”) a quota 36, mentre il pavese Davide Nicelli, anch’egli in gara con una 208 R2B, in quanto impegnato anche a difendere la leadership del trofeo Peugeot 208 Competition Rally Cup Top, può contare su 32 punti. Insomma, risulta chiaro che Ciuffi ha tra le mani un’occasione d’oro per consolidare in maniera definitiva la sua supremazia nel “Due Ruote Motrici”, ma non è da trascurare la mancata conoscenza del percorso da parte dello stesso pilota di Peugeot Sport Italia, che si trova ad affrontare per la prima volta le prove speciali di questo rally così tecnico ed impegnativo. Servirà quindi molta, molta testa, e tanta concentrazione per non commettere errori.

LE PROVE DEL “FRIULI” La 55°edizione del Rally del Friuli prenderà il via nella giornata di venerdì (30 agosto) con i doppi passaggi delle prove “Valle di Soffumbergo” (11km) e “Malghe di Porzus” (14km); la prima tappa si concluderà con la prova spettacolo ribattezzata “Città Fiera” in quel di Martignacco, in provincia di Udine, dove verrà stabilito anche il Parco Assistenza. La giornata di sabato proporrà lo stesso percorso dello scorso anno, quando il Rally del Friuli era valido per il Campionato Italiano Wrc. Le prove da disputare saranno tre, anche in questo caso da ripetere due volte: la “Trivio-San Leonardo” (15km), la “Drenchia” (15km) e la “Mersino” (21km e 700 metri). L’arrivo finale è previsto nel pomeriggio nel centro storico di Udine. Ora, vi proponiamo le dichiarazioni raccolte prima dell’inizio della gara di Tommaso Ciuffi, pilota di Peugeot Sport Italia, e dell’undici volte campione italiano rally Paolo Andreucci, oggi coach e motorsport ambassador di Peugeot Italia.

Tommaso Ciuffi (pilota ufficiale Peugeot Sport Italia su 208 R2B):“Per noi è cominciato letteralmente solo poche ore fa il Rally delle Alpi Orientali perché abbiamo effettuato dei test insieme alla nostra squadra con la nostra fidatissima 208 R2Bgommata Pirelli. I risultati finora ottenuti sono molto positivi ed incoraggianti e questo ci permette di affrontare in maniera serena questo prossimo appuntamento a nord est. Per noi il Rally del Friuli sarà del tutto nuovo, è la nostra prima partecipazione come lo era stata quella al rally di Sanremo; non nascondiamo che vorremmo replicare i risultati ottenuti fino ad oggi, sarà per questo importante rimanere concentrati e determinati dall’inizio alla fine.Nicolòed io abbiamo fatto un gran lavoro in tutta questa stagione e vogliamo cominciare a passare all’incasso aggiungendo un’ulteriore vittoria in bacheca”.

Paolo Andreucci (Coach e Motorsport Ambassador Peugeot):“Il rally del Friuli è un gradito ritorno per noi, soprattutto per Anna che è nata in queste zone. È un po’ anche la mia seconda casa e quindi potete capire bene che animo possa avere io in queste ore. Si tratta di un appuntamento importante per i giovani ragazzi che corrono con la 208 R2B ufficiale e so bene che Tommaso e Nicolò ce la metteranno davvero tutta per continuare la strada di crescita che hanno iniziato e percorso con successo quest’anno. Hanno un buon vantaggio nella classifica di campionato ma non possono mollare un secondo. È una gara da pianificare molto bene ma so che lo faranno. Sarà un appuntamento importante anche per i giovani del trofeo Peugeot Competition perché da oggi inizia la vera volata per conquistare il programma da ufficiale nella stagione 2020 con Peugeot Sport Italia. Io, come sempre, sarò al loro fianco per dispensare consigli e aiutarli a crescere perché mi da una grandissima soddisfazione vedere che ci sono ottime promesse del rally che crescono giorno dopo giorno. Forza ragazzi!”


TAGS: paolo andreucci Peugeot Sport Italia Peugeot 208 R2B cir 2019 gonella ciuffi rally friuli venezia 2019

Allegato Dimensione
Tabella Distanze e Tempi Rally del Friuli.pdf 62 Kb
Mappe Rally del Friuli.pdf 2590 Kb