Guida usato

La meccanica della Mazda MX-5


Avatar di Andrea  Rapelli , il 20/08/13

8 anni fa - Apriamo il cofano...

Mettiamo sotto la lente d'ingrandimento motore e trasmissione della Mazda MX-5. 

In generale, la meccanica delle Mazda MX-5, dalla prima all'ultima serie, è a prova di bomba: ci sono esemplari – ancora circolanti – di NA e NB che hanno superato di slancio i 200.000 km senza particolari interventi di manutenzione fuori programma. L'eccezione che conferma la regola? Sulle prime NB 1.8 le bronzine potevano cedere. Ma si tratta davvero di casi sporadici. Cercate di strappare al proprietario quante più informazioni possibili e pretendete di vedere libretto/fatture dei tagliandi (ogni 15.000 km/1 anno, per le più vecchie). La distribuzione, per NA e NB, si effettua ogni 90.000 km/6 anni.

Un primo sguardo è per le gomme. Al di là del battistrada residuo, un consumo anomalo indica un assetto ruote fuoriposto: sulle Mazdine si possono regolare camber e convergenza anche sulle ruote posteriori. Così, è facile creare l'assetto preferito. Angoli troppo spinti, quindi, indicano un uso non esattamente da... nonno.

Aprite il cofano e controllate, per cominciare, l'olio. Non preoccupatevi se manca l'occhiello di plastica dell'astina: con il caldo e il tempo è normale che si rompa. Il livello deve essere pieno e il colore paglierino, segno di un lubrificante fresco. Nel vano motore guai alla presenza di aloni e perdite, ma non deve nemmeno regnare una pulizia degna del bagno di casa: potrebbe indicare un maldestro tentativo di copertura di qualche magagna.

Attenzione anche alle targhette distintive: di fronte a voi, sulla paratia appena sopra il motore, dovreste trovare stampigliato il numero di telaio e la piastrina identificativa del modello. Sulla porta lato guida, invece, dovrebbe esserci l'indicazione per la pressione di gonfiaggio delle gomme. Se manca qualcosa non è buon segno.

VEDI ANCHE



Guardando di fronte il vano, alla destra del servofreno (davanti al posto guida) troverete il serbatoio del liquido frizione e il relativo cilindretto di comando (Master&Slave): oltre al livello, verificate anche eventuali perdite. Se c'è qualcosa che non va ve ne accorgerete immediatamente: le marce non entrano bene, nemmeno premendo a fondo la frizione.

Scivolate sotto l'auto: piccoli colpi e botte sul sottoscocca sono normali, se la MX-5 in questione monta un assetto ribassato. State tranquilli: a meno che non ci siano crateri vesuviani la sicurezza è garantita. Una piccola trasudazione d'olio (soprattutto su NB) nei pressi della coppa rientra nella norma: si tratta di una guarnizione che si ritira a freddo e trafila un po'. Il pezzo di ricambio in sé non costa molto, la manodopera sì: meglio lasciare tutto così come è.

Girate la chiave e mettete in moto: se rimane accesa la spia gialla di controllo motore, 99 volte su 100 è la sonda lambda che ha smesso di funzionare. Potete viaggiare anche senza e con spia accesa (non ci sono problemi di funzionamento) ma le emissioni risulteranno fuori norma. Cambiarla costa intorno ai 250 euro. Il restante 1% assume solitamente le sembianze del sensore posizione albero a camme (circa 90 euro) che, tra l'altro, rende ardue le partenze a caldo.

Sentite un lieve cigolio al minimo e in folle? Si tratta del cuscinetto reggispinta: impossibile (ma anche inutile) da lubrificare, tocca tenerlo così. O sostituirlo, ma il lavoro è oneroso dal punto di vista della manodopera. Diverso è il discorso della frizione, che su alcune NBFL nate fra il 2001 e il 2002 poteva saltellare, soprattutto a freddo. Se il vostro esemplare strattona in partenza, significa che non ha beneficiato del richiamo in garanzia di Mazda. Sarete quindi costretti a tirare giù il cambio e sostituire la frizione in blocco. Ad un prezzo non proprio modico.

Per le NA più vecchie controllate anche radiatore acqua e relativi manicotti, differenziale autobloccante (non deve fischiare eccessivamente) e giochi dello sterzo. In questo caso il problema è dato soprattutto dall'età che avanza.

SU STRADA

Oltre al già citato difetto alla frizione, sulla MX-5 non c'è nulla che non controllereste su qualsiasi altra auto: particolari fumosità allo scarico, verve del motore, centratura di sterzo, risposta dei freni. Se potete, provatela sia a capote aperta che chiusa e non stupitevi troppo – se siete abituati a guidare auto convenzionali – per la rumorosità, meccanica e aerodinamica. Occhio anche al buon funzionamento del cambio e a tutti quei particolari che ci sono ma che solitamente si dimenticano: luci, tergicristalli, ventola, clima. A proposito: l'aria condizionata non è indispensabile, almeno se intendete la MX-5 come seconda auto. Altrimenti, meglio cercare un esemplare provvisto, perché installarla in un secondo momento si rivela costoso. Se avete qualche dubbio sull'assetto o la macchina non procede dritta in rettilineo lasciando il volante, l'unico modo per scoprire se la scocca è in regola sarà dal gommista, sul banco elettronico.


Pubblicato da Andrea Rapelli, 20/08/2013
Gallery
Listino Mazda MX-5
Allestimento CV / Kw Prezzo
MX-5 1.5 Skyactiv-G 6MT Exceed 132 / 97 31.800 €
MX-5 2.0L Skyactiv-G 6MT Sport 184 / 135 35.450 €
MX-5 2.0L Skyactiv-G RF Sport 184 / 135 37.950 €

Per ulteriori informazioni su listino prezzi, caratteristiche e dotazioni della Mazda MX-5 visita la pagina della scheda di listino.

Scheda, prezzi e dotazioni Mazda MX-5
Vedi anche
Logo MotorBox