News

FERRARI: un italiano alla guida dello stile


Avatar Redazionale , il 03/11/05

15 anni fa -

Dalle utilitarie alle supercar, dall'Italia alla Francia e ritorno

. Ecco in estrema sintesi il percorso professionale di Donato Coco, dal 14 novembre nuovo responsabile dello stile Ferrari al posto di Frank Stephenson, da poco passato alla direzione del Centro Stile Fiat, Lancia e Veicoli industriali.

Cinquant'anni, originario di Foggia ma da 45 anni cittadino francese, grande appassionato di moto d'epoca e di Ducati in particolare (ne possiede diverse), Coco lascia la responsabilità dello stile delle compatte e delle piccole Citroën per una posizione che premia la sua passione e la sua caratteristica di stilista innovativo.

Laureatosi in architettura in Francia, ha iniziato la sua attività in una azienda francese di abbigliamento sportivo, per passare nel 1983 al Centro Stile Citroën, dove ha trovato anche il tempo di diplomarsi in Automotive Design presso il Royal College of Art di Londra, fucina di numerosi designer oggi in attività. La sua è una carriera percorsa esclusivamente in Citroën, dove ha firmato vetture come la Saxo, la Picasso, la C3, la C3 Pluriel, la C2 e, sotto la sua guida, anche la C1.

Persona dal carattere solare, latino, di grande simpatia e comunicativa, amante della cucina e delle tradizioni italiane, a Maranello avrà il compito di "stimolare e indirizzare le creatività dei partner Ferrari", che poi vuol dire coordinare l'immagine delle future Rosse cercando di dare maggiore coerenza stilistica al marchio, mediando tra le creazioni di Pininfarina (che continuerà a essere il punto di riferimento dello stile Ferrari) e quelle degli altri stilisti chiamati via via a dare il loro contributo.


Pubblicato da Gilberto Milano, 03/11/2005
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox