Autore:
Simone Dellisanti

GARA DI REGOLARITÀ E' vero, il Circuito di Monza è soprannominato il Tempio della Velocità, ma questo non vuol dire che sul circuito brianzolo ci possano gareggiare solo le veloci auto della categoria GT o le Formula Uno.

CARACCIOLA E MERCEDES Infatti, proprio questa mattina dall'Autodromo di Monza è partita la terza edizione del rally di regolarità dedicato alla memoria di Rudolf Caracciola, uno dei piloti più forti degli anni Venti e Trenta che legò il suo nome al Marchio della Stella a Tre punte, la Mercedes.

58 TESORI Dopo il raduno a Rozzano, le 58 vetture (58 come gli anni vissuti dal pilota) tutte antecedenti al 1980, sono partite in mattinata dal Circuito di Monza, che ha visto sfrecciare più volte Caracciola suoi rettilinei, per passare a St.Morizt, dove il pilota si aggiudicò la gara di categoria durante l’Intenational Autobildwoche, a bordo di una potente Mercedes-Benz SSK.

STORIA DELL'AUTOMOBILE Fortunatamente, sono riuscito ad assistere alla partenza sul circuito brianzolo e, una volta giunto in pit lane, mi sono trovato circondato da alcuni gioielli del passato. Intorno a me c'erano moltissime Mercedes d'epoca, vere e proprie perle del passato che hanno fatto la storia dell'automobile, tra cui spiccavano le Mercedes SL nella versione Roadster e Racing e puri tesori su quattro ruote come la Mercedes W06 TIPS 1928, con motore a sei cilindri sovralimentato, da circa 180 CV.

TRAGUARDO SVIZZERO Dopo le tappe di Monza, St,Moritz e Arosa, il rally di regolarità Passione Caracciola terminerà domenica 25 giugno a Lugano.


TAGS: mercedes-benz formula uno autodromo di monza mercedes sls passione caracciola Mercedes-Benz SSK Mercedes W06 TIPS 1928 Rudolf Caracciola rally regolarità caracciola