Autore:
Simone Dellisanti

QUALIFICA, ESSENZIALE PER VINCERE Su un circuito cittadino e stretto come quello di Monaco, dove i piloti si giocano la vittoria soprattutto al sabato con le qualifiche, la pole position permette di mettersi in tasca almeno il 99% del piazzamento sul podio.

TROPPO LENTI Sicuramente la pensa cosi Chris Horner che non è per niente contento della competitività delle sue Red Bull in qualifica, in modo particolare negli ultimi dieci minuti riservati ai dieci piloti più veloci. “A Monaco non avremmo potuto fare meglio della seconda fila. Per il momento la pole position è una questione a due tra Ferrari e Mercedes” ha dichiarato il Team Manager. "E' evidente che riusciamo a combattere con le Rosse di Maranello e con le Frecce d'Argento solo nella Q1 e nella Q2 ma nella terza manche davvero non riusciamo a spremere tutto il potenziale dalle nostre macchine. Al massimo avremmo potuto sopravanzare Bottas ma nulla di più”.

PER LE PROSSIME GARE Il Team Principal della Red Bull è apparso molto contrariato dal risultato portato a casa dai suoi piloti, nonostante il terzo posto conquistato da Ricciardo. Ciò che lo preoccupa di più è il fatto di non riuscire a raggiungere le performance dei due team in testa alla classifica e ili non riuscire a lottare ad armi pari nei Gran Premi che verranno da qui al termine della stagione.


TAGS: red bull F1 2017 ricciardo verstappen chris horner qualifiche monaco f1 2017