Autore:
Paolo Sardi

AROUND THE WORLD Sono ormai passati 40 anni da quando il pilota francese Hervé Poulain ebbe la pensata di fare decorare dall'artista Alexander Calder la carrozzeria della sua BMW 3.0 CSL prima di schierarsi al via della 24 Ore di LeMans. Da allora sono in totale 17 gli artisti che sono stati chiamati a dare libero sfogo alla loro fantasia usando come tela la carrozzeria di una BMW che poi ha calcato l'asfalto: Alexander Calder (BMW 3.0 CSL, 1975), appunto, e poi Frank Stella (BMW 3.0 CSL, 1976), Roy Lichtenstein (BMW 320 Group 5, 1977), Andy Warhol (BMW M1 Group 4, 1979), Ernst Fuchs (BMW 635CSi, 1982), Robert Rauschenberg (BMW 635CSi, 1986), Michael Jagamara Nelson (BMW M3 Group A, 1989), Ken Done (BMW M3 Group A, 1989), Matazo Kayama (BMW 535i, 1990), César Manrique (BMW 730i, 1990), A. R. Penck (BMW Z1, 1991), Esther Mahlangu (BMW 525i, 1991), Sandro Chia (BMW M3 GTR, 1992), David Hockney (BMW 850CSi, 1995), Jenny Holzer (BMW V12 LMR, 1999) e Ólafur Elíasson (BMW H2R, 2007) fino a Jeff Koons (BMW M3 GT2, 2010). Alcune di queste macchine sono regolarmente esposte nel Museo BMW di Monaco, mentre altre girano il mondo, finendo sotto i riflettori di musei, gallerie d'arte ed eventi speciali. L'ultima apparizione pubblica ha visto le prime quattro BMW Art Cars fare bella mostra di sé al Concorso d'Eleganza di Villa d'Este, accompagnate dalla M3 decorata da Jeff Koons. Per il 2015 altre uscite sono in programma a New York, Miami e Shanghai. Volendo, però, si possono ammirare anche muovendo semplicemente il mouse e cliccando sulla gallery.