Autore:
Luca Cereda

SGUARDO FISSO Si va sempre più verso lo sportivo: l’AMG GT ha tracciato la strada e le altre Mercedes seguono a ruota. Tocca alla roadster SL, stavolta, che al Salone di Los Angeles 2015 mostra i frutti del restyling. Tutti concentrati in un frontale, profondamente ridisegnato.

PUNTA DI DIAMANTE A fare la differenza è la nuova griglia frontale “Diamond”, dai contorni a trapezio rovesciato. Luci a led nei fari e un nuovo paraurti fanno il resto, mentre sul lato-b spuntano gruppi ottici altrettanto ridisegnati dai led, lo scarico cromato e un diffusore più massiccio. Anche gli interni sono stati ampiamente rivisitati e aggiungono un po' di tecnologia, grazie allo schermo più grande al centro della plancia e ai nuovi cotrolli, in particolare quelli che consentono di alternare cinque differenti modalità di guida: Individual, Comfort, Sport, Sport+, Race. 

9 G-TRONIC E AMG Come sempre, poi, ci sono la SL 63 AMG e la SL 65 AMG, che fanno storia a sé. Anche quando si tratta di ridisegnare il look, che si differenzia per la griglia e i numerosi accenti in carbonio, tanto negli esterni quanto negli interni. Per tutte le versioni della SL 2016, invece, sono previsti motori con potenze al rialzo e, soprattutto, entra in gamma il cambio automatico a 9 rapporti 9G-Tronic.


TAGS: salone di los angeles mercedes sl los angeles auto show salone di los angeles 2015 Mercedes SL 2016 mercedes sl restyling los angeles auto show 2015